La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliSocieta'

Servizi sociali Comune Modena, 1,2 milioni di euro per sostituire personale assente

La Pressa
Logo LaPressa.it

E' la cifra impegnata a favore della s.p.a romana (con sportello anche a Modena), Orienta, per la fornitura di forza lavoro. Massimo ribasso, sul profitto. Circa 64.800 ore saranno coperte con personale precario ed esterno


Servizi sociali Comune Modena, 1,2 milioni di euro per sostituire personale assente

Il lavoro precario e interinale sta prendendo piede anche in settori che tradizionalmente ne erano esenti, come quello dei servizi sociali pubblici. Non solo il mondo della logistica e della produzione industriale ricorre a personale esterno, bensì anche quello dell'assistenza sociale, sanitaria, al servizio dell'handicap o della terza età. Dove anche la continuità del contatto umano fa la differenza. Una tendenza che si sposta ben oltre i già consolidati appalti a cooperative di servizi. Fino all'appalto ad un soggetto esterno chiamato ad occuparsi della fornitura totale di personale in sostituzione di quello alle dirette dipendenze del comune, in caso di assenza.

In questa logica, il Comune di Modena, dall'1 ottobre, ha iniziato ad utilizzare, ed utilizzerà per i prossimi 3 anni, e nelle proprie strutture protette, personale esterno fornito da una ditta l'Orienta Spa (con sede legale a Roma ma con filiali in Emilia-Romagna e a Modena), che è si è aggiudicata l'appalto da 1,2 milioni di euro pubblicato dal Comune stesso nell'agosto scorso. Con la possibilità, per l'amministrazione, di rinnovare nuovamente l'affidamento allo stesso soggetto, fino al settembre del 2024. 

Dopo la procedura di affidamento, alcune settimane fa, è arrivata ora l'aggiudicazione ufficiale del servizio. Già in vigore del 1° ottobre. Ogni qual volta una unità di personale in forza ai servizi sociali e sanitari assistenziali all'interno delle strutture comunali sarà assente, scatterà il servizio della ditta Orienta che fornirà il personale necessario a coprire il turno mancante. Il tutto per 1,2 milioni di euro di cui 1,16 quale costo per retribuzioni (e oneri accessori) del personale somministrato, e 32.500 euro quale costo del cosiddetto 'mark-up' derivante dall'applicazione del ribasso offerto del 49,77%. 

Che cosa è il mark up? Si tratta di una formula utilizzata per definire il prezzo di vendita di un prodotto o servizio considerando il costo coinvolto nella sua produzione e il margine di profitto desiderato. Di fatto, se parliamo, come in questo caso, di personale, si tratta ricarico posto dall'azienda appaltatrice rispetto ai costi vivi per il pagamento di personale, finalizzato ad un profitto. Su questo punto, dove il Comune di Modena aveva fissato una cifra da 64.800 euro (corrispondente a circa un euro per ogni ora lavorata prevista), la dittà ha applicato come detto un ribasso del 49,7% portando la cifra a 32mila euro. Ovvero per praticare il ribasso nell'offerta economica che ha garantito la vittoria nell'appalto, la ditta ha applicato uno sconto, non agendo sul risparmio nelle retribuzioni (impossibile anche vista la legge), ma sul proprio profitto derivante da quel 'plus' applicato rispetto ai costi vivi delle retribuzioni.

Fatti sta che il ribasso è importante al punto da spingere il comune ad una richiesta di chiarimento alla ditta alla quale, in attesa delle verifiche, era stato affidata provvisoriamente la commessa. Ditta che ha giustificato il tutto con l'impiego di nuovi sistemi informativi capaci di consentire economie di gestione e di scala. Il Comune ha dichiarato di avere ritenuto le spiegazioni date esaustive e soddisfacenti, confermando come assicurata la coerenza fra offerta tecnica e prezzo.

Da qui il passaggio, dopo alcune settimane di controlli e verifiche di legge, all'aggiudicazione definitiva, per 1,2 milioni di euro. Cinquecentomila impegnati per il periodo dal 1° ottobre 2019 al 30 dicembre 2019, 400mila euro per il 2020, altri 400mila euro per il 2021.
 
Un appalto per la somministrazione di personale esterno che pone, al di là dei numeri e dei costi non irrilevanti e non giustificabili nemmeno in termini di risparmio (considerando che il soggetto esterno deve aggiungere costi per il comune per ottenere il guadagno rispetto ai costi per pagare il personale), ci sono questioni di carattere etico e di qualità del lavoro nel ricorso a servizi interinali. Soprattutto in settori così delicati come l'assistenza, sia in struttura protetta che presso il domicilio, alle persone anziane e disabili. Che certo, con tutto il rispetto dei lavoratori del settore carni o della logistica, non possono essere considerati alla stregua di salami, pizze o scaffalature da sistemare.

La bibliografia sugli effetti collaterali, riguardanti l'affidamento ad agenzie interinali del lavoro nei servizi sociali, abbondano. E non è, come detto, solo una questione di soldi ma anche e soprattutto di qualità del lavoro e dell'assistenza che nel campo dei servizi sociali è fondamentale. Al di là della preparazione del personale somministrato dall'esterno, che non si vuole certo mettere in dubbio (anche se ci aspetta che il comune attivi le normali procedura di controllo), il personale stabile sembrerebbe in grado di offrire agli utenti più tempo e attenzione, oltre che una confidenza data dalla continuità del contatto, sia in struttura pubblica protetta, sia a casa. E questo, insieme al funzionamento e alle criticità del sistema pubblico di assistenza agli anziani ed alle fasce più deboli della popolazioni, potrebbe essere davvero un tema di dibattito di merito, anche politico, da porre all'attenzione del consiglio comunale. 

Gi.Ga


In risposta alla nostra richiesta di approfondimento sui termini dell'appalto, con particolare riferimento alla tipologia di personale che sarà somministrato attraverso la società esterna e se questa riguarderà anche personale operante in strutture già gestite da cooperative rivolte all'Assessore ai servizi sociali, ed avanzata all'ufficio stampa, ci è stata comunicato il rifiuto a rispondere nel merito. La motivazione è legata al fatto di avere scritto i termini 'massimo' e 'ribasso' in relazione alla quota parte spettante alla ditta relative alle spese (per il Comune), non riguardanti le spese per compensi ed oneri accessori. 

Il Comune specifica che si tratta di una 'offerta più conveniente', ma anziché specificarlo ufficialmente (saremmo ben lieti e disponibili di ospitare e pubblicare la replica dell'Assessore), l'ufficio stampa ha deciso di tacciarci di fake news, e di non rispondere, parlando di 'vizio di fondo' dell'articolo; vizio che costuiterebbe, a detta dell'ufficio stampa, il presupposto e la motivazione della non risposta.

Rimangono quindi inevase le risposte alle richieste di approfondimento di merito nell'applicazione di tale appalto; risposte che rimaniamo disponibili ad accogliere



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Orrore a Reggio, lavaggi cervello per allontanare bimbi dai genitori
Politica
27 Giugno 2019 - 10:43- Visite:20506
Bimba strappata di casa da finti addetti Enpa, genitori denunciano ..
La Nera
11 Settembre 2019 - 17:17- Visite:12591
'Senza casa e senza lavoro, dormo dentro al cimitero'
La Provincia
20 Luglio 2017 - 11:52- Visite:12322
Bibbiano, giunta Pd difende sindaco indagato: 'Il demonio non è qui'
La Nera
13 Luglio 2019 - 01:03- Visite:10336
Orrore a Reggio, 4 anni fa 'sistema Val d'Enza' era modello in Regione
Politica
28 Giugno 2019 - 17:38- Visite:7185
Orrore a Reggio: i regali mai consegnati e i disegni contraffatti
La Nera
30 Giugno 2019 - 10:22- Visite:6306
Societa' - Articoli Recenti
Coronavirus, consulenza psicologica ..
Da domani a disposizione dei cittadini un servizio telefonico con i professionisti della ..
19 Marzo 2020 - 18:43- Visite:48
Anche a Modena i tamponi al volo, dal..
La modalità rapida di esecuzione sperimentata da alcuni giorni per i dipendenti Ausl, ..
19 Marzo 2020 - 18:10- Visite:115
La mappa de nuovi contagi: 17 casi a ..
Si registrano anche 5 nuovi casi a Sassuolo e Formigine, 3 a Castelvetro, San Felice, Novi e..
19 Marzo 2020 - 18:09- Visite:998
Coronavirus, oggi 70 decessi in ..
Ancora dati molti negativi in Regione con 5.214 casi. A Modena 88 casi in più (+15%) ..
19 Marzo 2020 - 17:31- Visite:2363


Societa' - Articoli più letti


Modena in zona rossa: cosa prevede la..
Spostamenti bloccati, permessi solo per emergenza. Chiuse palestre, piscine e centri ..
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:61314
Coronavirus, scuole tutte chiuse in ..
Il contagio in queste tre Regioni ha un'evoluzione veloce e l'Organizzazione mondiale della ..
29 Febbraio 2020 - 08:00- Visite:44586
Lesioni piede diabetico: risultati ..
Le cellule staminali migliorano guarigioni di ulcere e gangrene. Dalla struttura complessa ..
27 Luglio 2019 - 23:36- Visite:39572
Coronavirus, Venturi: basta cazzeggio..
Venturi: se serve impediremo anche le passeggiate. Con 197 persone in terapia intensiva, 28 ..
16 Marzo 2020 - 18:32- Visite:39020