Sesta inaugurazione per la palazzina Abitare sociale: oggi è stata la volta del centro diurno per disabili
App
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Sesta inaugurazione per la palazzina Abitare sociale: oggi è stata la volta del centro diurno per disabili

La Pressa
Logo LaPressa.it

Dopo la consegna simbolica delle chiavi ai primi inquilini, l'edificio è stato nuovamente chiuso, per essere riaperto oggi per l'inaugurazione del centro diurno. La prima inaugurazione del sindaco con posa prima pietra e conferenza, nel marzo 2019. Doveva essere realizzato in un anno e mezzo e costare due milioni in meno. Spesa lievitata da 8,1 milioni a oltre 10


Sesta inaugurazione per la palazzina Abitare sociale: oggi è stata la volta del centro diurno per disabili
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Con tre inaugurazioni negli ultimi 4 mesi seguite a quelle che dei vari step del cantiere sono state presentate e inaugurate dal 2019 ad oggi, giunge ad un sei che potrebbe essere definitivo, il numero di presentazioni e inaugurazioni con sindaco e/o amministrazioni locali, per il cantiere della palazzina da 33 appartamenti e centro diurno per disabili, Abitare sociale, in via Forghieri, angolo via Mercato, a Modena.  

Negli ultimi mesi il sindaco aveva aperto per la prima volta le porte della strutture al pubblico alla vigilia di Natale, con il messaggio degli auguri e l'incontro annuale con la stampa locale, poi il 13 aprile con l'apertura e l'ingresso del cantiere per la consegna solo simbolica delle chiavi ad alcuni inquilini, poi nuova chiusura del cantiere e della struttura per arrivare ad oggi, all'inaugurazione e alla presentazione di “Mosaico” il nuovo Centro Socio riabilitativo Diurno realizzato a piano terra della nuova palazzina.

Un’unica struttura piùmoderna e funzionale alle attività, sono stati gli stessi utenti che oggi hanno varcato per la prima volta la soglia di quella che sarà per loro una seconda casa: un “mosaico”, appunto, formato da tante tessere, tutte diverse e ugualmente importanti, come le persone – uomini e donne dai 18 di età - che lo frequenteranno.

Nell’occasione erano presenti anche i loro familiari e gli educatori della cooperativa sociale Gulliver che gestirà il Centro, rappresentanti dell’amministrazione comunale e in particolare del Settore Servizi sociali, oltre che dell’Azienda Ausl. 

L’intervento, iniziato con l'apertura e l'inaugurazione del cantiere con la posa delle prima pietra nel marco 20119,  è stato realizzato da CambiaMo spa e finanziato nell’ambito del Bando Periferie. La palazzina è accessibile da via Forghieri che ora collega via Finzi a via del Mercato.

Il Centro Diurno per disabili si trova al piano terra della palazzina che conta anche 33 alloggi.

È dotato di un ingresso autonomo e vi si accede direttamente dalla strada, dove sono posti in adiacenza anche i parcheggi pubblici.

Mosaico è ampio un centro polifunzionale composto da diversi locali per le attività, aule facilmente suddivisibili, oltre a cucina, sala da pranzo, spogliatoi e servizi per un totale di circa 600 mq. È inoltre presente un’area cortiliva esterna recintata ad uso esclusivo degli utenti.

Nella progettazione di tutto l’edificio particolare attenzione è stata posta agli aspetti ambientali e di efficientamento energetico.

La realizzazione del Centro Mosaico consente di superare i diurni Luosi e Mario del Monte, entrambi gestiti dalla cooperativa sociale Gulliver. Il primo, autorizzato per 16 posti, è situato nell’edificio dell’attuale Cra Ramazzini, che sarà consegnato alla Provincia per destinarlo a funzioni scolastiche non appena trasferiti gli anziani ospiti nella nuova Cra Vittoria ed Ermanno Gorrieri di via Padovani, entro il mese di giugno. Mentre il Centro Mario del Monte è attualmente inserito nell’omonima struttura residenziale di via Due Canali Nord; il trasferimento dei cinque utenti del diurno consentirà di separare adeguatamente i servizi residenziale e diurno in un’ottica di migliore organizzazione e prevenzione secondo le linee guida regionali elaborate sulla scorta della pandemia e anche nella prospettiva di aumentare i posti residenziali autorizzati.

L’intervento di Abitare sociale (comprensivo di Centro Diurno e urbanizzazione via Forghieri) del valore complessivo di 10,3 milioni di euro, è stato finanziato con risorse del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana assegnati attraverso il Bando Periferie e fa parte del pacchetto di azioni volte alla rigenerazione e innovazione dell’area nord della città. I lavori sono realizzati da un raggruppamento di imprese, cui la società di trasformazione urbana CambiaMo, che ha il ruolo di soggetto attuatore per i lavori previsti dal Programma, ha aggiudicato i lavori tramite gara europea.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Tanta acqua e ancora tanta neve: risorsa idrica garantita in tutto il bacino del Po
Grandi Laghi e corsi d'acqua sopra il 100% di disponibilità: Il Po ha registrato a marzo la..
09 Giugno 2024 - 00:28
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24