Questa sera al Braglia arriva il Catanzaro
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
notiziarioSport

Questa sera al Braglia arriva il Catanzaro

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il Catanzaro ha giocato a Modena 17 volte, di cui 16 in campionato, tutte in serie B, e una in Coppa Italia, senza mai vincere


Questa sera al Braglia arriva il Catanzaro
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Si accendono le luci del Braglia per l’anticipo di lusso della trentatreesima giornata; di scena la neopromossa Catanzaro, lanciatissima alla ricerca di punti per consolidare la posizione playoff. I calabresi arriveranno determinati a non concedere sconti, per vendicare la sconfitta subita all’andata tre le mura amiche, e per sfatare un tabù.

Il Catanzaro ha giocato a Modena 17 volte, di cui 16 in campionato, tutte in serie B, e una in Coppa Italia, senza mai vincere; tra i precedenti, ci sono 11 vittorie del Modena, e sei pareggi. L’ultima al Braglia risale allo scorso 31.7.22, turno di Coppa Italia, finì 3 a 1 per il Modena; l’ultima di campionato è datata 9.10.2005, finì 1 a 0 per i gialli; l’ultimo punto conquistato dal Catanzaro a Modena è datato 3 gennaio 1988, 0 a 0.

Il Catanzaro ha giocato fuori casa 16 gare, conquistando 25 punti, frutto di 7 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte, condite da 20 reti segnate e 18 subite; numeri che dicono di una squadra che gioca le partite a viso aperto e senza paura.

Paura che invece nelle ultime gare sembra avere colpito il Modena e tutto l’ambiente; dal silenzio stampa della società nel pre e post gara di Terni, alla squadra, che pur giocando a Terni una buona partita è apparsa timida e quasi impaurita dal dover fare risultato a tutti i costi.

Ma il Modena deve rialzarsi velocemente, ritrovare quella brillantezza che a Terni è tornata a fare capolino, recuperare grinta e cattiveria agonistica, per chiudere il campionato al massimo cercando di ottenere il maggior numero di punti possibili.

La partita di stasera diventa importante per certificare che il Modena visto a Terni appare sulla via della ripresa; i gialli scenderanno in campo per cercare di confermare quanto di buono si è visto, seppur parzialmente a Terni.

Questa sera servono punti salvezza: tre sarebbero fondamentali, e sarebbero ampiamente alla portata del Modena visto nella prima parte della stagione.

Per proseguire nella ripresina, il mister potrebbe riproporre la squadra di Terni, una sorta di albero di natale guidato dalla conferma di Tremolada e con la vecchia guardia in campo; anche questa sera si contano gli indisponibili: ai soliti Gargiulo e Guarino (chissà se rivedranno mai il campo) si aggiungono Gerli (operato in settimana, per lui campionato finito), Vandelli e Cauz che non hanno recuperato dagli acciacchi passati.
Nel probabile undici iniziale, davanti a Seculin, dovrebbe esserci una probabile linea a quattro Ponsi, Zaro, Pergreffi e Cotali, che pare in ballottaggio con Corrado; a centrocampo Magnino, Palumbo e Santoro; mentre davanti Tremolada e Duca a sostegno di uno tra Gliozzi e Abiuso.

Arbitra Perenzoni di Rovereto, che con il Modena ha 8 precedenti, con 4 vittorie dei gialli, 3 pareggi e 1 sconfitta; cinque invece i precedenti con i giallorossi, con 1 vittoria del Catanzaro, 3 pareggi e una sconfitta.
Calcio di inizio al Braglia alle ore 20.30 davanti al pubblico delle grandi occasioni; attesi oltre quattordicimila spettatori, con una folta rappresentanza degli ospiti, calcolata in circa 1.600,00 unità.

Nel prepartita, sfileranno oltre 2200 atleti delle società dilettantistiche affiliate al progetto “Canarini si cresce”, e saranno premiati Marco Ballotta, Mauro Mayer, Andrea Bergamo e Sauro Frutti, quattro fenomenali leggende gialloblù; previsto anche un minuto di silenzio, nel week end, su tutti i campi, per le vittime di Suviana.
Corrado Roscelli
Foto Modena Fc

Corrado Roscelli
Corrado Roscelli
Come on rise up, schiena dritta, testa alta e sguardo verso l'infinito. Lo sport è una lezione di vita...   Continua >>



Sport - Articoli Recenti
In Canada Verstappen torna a vincere, disastro totale per le Ferrari
Charles Leclerc (problemi al motore) e poi Carlos Sainz (fuori pista dopo aver perso il ..
09 Giugno 2024 - 22:06
Gp del Canada, Russel parte in pole: Ferrari di nuovo anonime
Il campione del mondo, l’olandese Max Verstappen, con una splendida Q3 è secondo con la ..
09 Giugno 2024 - 06:59
Passaggio di testimone
Da numero uno a numero uno
05 Giugno 2024 - 09:02
Djokovic si ritira per infortunio: Sinner è il nuovo numero 1 al mondo
Il 22enne altoatesino è il primo italiano nella storia del tennis a guidare il ranking Atp
04 Giugno 2024 - 17:45
Sport - Articoli più letti
La campionessa di volley: 'Ho una pericardite post vaccino'
Volley Bergamo ha annunciato l'assenza della schiacciatrice 38enne di Conegliano al consueto..
20 Agosto 2021 - 11:17
Follia super green pass per i 12enni: il Santarcangelo calcio dice no
'Auspichiamo i ragazzi possano condividere le emozioni assieme ai loro compagni, ..
28 Gennaio 2022 - 16:44
E dopo il Modena calcio toccherà al Modena volley finire nella polvere
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell'esempio per i giovani della pallavolo che lo ..
18 Aprile 2018 - 14:41
Sassuolo, calciatore Obiang 'ha avuto la miocardite'. Stop di 6 mesi
Il medico a La Verità: 'Non ha contratto il Coronavirus. Il tampone era negativo ed era ..
22 Agosto 2021 - 22:40