La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
rubricheDossier Inceneritore

La cruda verità sugli inceneritori

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'ex presidente dell'Osservatorio: 'Impianti che inquinano e che si giustificherebbero solo se fornissero teleriscaldamento con i loro vapori caldi e tossici'


La cruda verità sugli inceneritori

Incenerire rifiuti (o meglio resti) è pratica stolta e andrebbe presa in considerazione solo su quanto rimane dopo una separazione differenziata spinta. La raccolta differenziata è ineludibile, perchè virtuosa e vantaggiosa sia economicamente che dal punto di vista  della salvaguardia della salute e dell'ambiente. Le materie prime secondarie consentono generalizzati risparmi rispetto all'impiego di materiali primari, che sono destinati ad esaurirsi perchè presenti in quantità finita su questa terra ( petrolio, plastica, metalli, vetro ). Con la frazione organica umida, essiccata, si può ottenere un “ compost “ da utilizzare come emendante e fertilizzante per i terreni coltivati.

GLI INCENERITORI

Sono tra gli impianti più inquinanti. Bruciano ad alte temperature, dagli 850 ai 1300 gradi centigradi. Il 25% di ciò che brucia (1 tonnellata su 4 ) rimane al fondo come scorie solide, classificate pericolose e di difficile gestione( finiscono in discariche o miniere dismesse o come additivi in prodotti vari, peggiorandone la qualità e le prestazioni ). Dal camino escono, ogni anno, miliardi di m3 di vapori ad alta temperatura che contengono sostanze pericolosissime, tra le quali DIOSSINE, FURANI e particelle piccolissime e malefiche dette NANOPOLVERI (la diossina TCDD è 2 milioni di volte più tossica rispetto all'arsenico, classico veleno ben noto).

Le nanopolveri non vengono trattenute da alcun filtro, entrano negli alveoli dei bronchi e da lì nelle cellule, infiammandole con risultati spesso nefasti. Per ridurre le diossine emesse da un inceneritore occorre bruciare a temperature piu' alte, ma in tal modo si producono più nanopolveri. Dalla padella nella brace: non si scappa.

E ALL'ESTERO?

Il famoso inceneritore di Vienna (nato nel 1971 ) era stato costruito per fornire riscaldamento al vicino ospedale. Ora è obsoleto ma, grazie alle decorazioni poste su di esso, è diventato il marchio turistico intoccabile della città.

Nei Paesi Nordici (Svezia, Norvegia) ci sono inceneritori finalizzati sempre al teleriscaldamento di edifici pubblici e privati. Anche lì però si sta verificando un fenomeno particolare. Negli stessi Paesi vige consolidata una efficiente raccolta differenziata dei rifiuti, che finisce con l'affamare gli inceneritori e rendere problematico il loro funzionamento.

Ecco allora che tali  Paesi ricorrono all'acquisto dei rifiuti di Paesi meno virtuosi per consentire di  alimentare gli inceneritori che teleriscaldano le loro abitazioni.

E  A MODENA?

Gli inceneritori, per operare, devono rispettare delle prescrizioni precise, essendo impianti pericolosi ed impattanti sulla salute. Tali prescrizioni sono contenute nell'AIA ( Autorizzazione Integrata Ambientale ) rilasciata dalla Provincia a suo tempo. L'AIA dell'inceneritore di Modena prevedeva che, prima della messa a regime nel 2010, venisse presentato il “ Progetto Definitivo del Teleriscaldamento della città “.

Hera lo ha fatto, presentando il Progetto, in pompa magna, il 18 marzo 2009 presso il Baluardo della Cittadella. Nel 2010 l'inceneritore da 180.000 tonn/anno ( oggi 240.000 ) è entrato in funzione a regime. E il teleriscaldamento che doveva servire il comparto ex Mercato Bestiame, Uffici Pubblici, scuole (Barozzi, Corni, Polo Leonardo, Villaggio Giardino ), evitando la immissione in atmosfera di migliaia di tonn. di CO2 e consentendo il risparmio di migliaia di tonn. Equivalenti di petrolio? Non è mai stato realizzato.

Hera ha risparmiato un investimento di oltre 100 milioni di Euro a beneficio della città, ha potenziato il suo inceneritore ed i modenesi sono rimasti “ cornuti e mazziati “. Così gira il mondo. Tutto il resto è noia.

Pietro Bertolasi  - dimessosi nel 2010 da Presidente dell'Osservatorio Ambientale del Termovalorizzatore di Modena per motivi di coscienza


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:158664
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:106637
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:67742
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:61235
Primario di Baggiovara: 'Esiste un dramma dei pazienti No Covid'
Societa'
23 Novembre 2020 - 17:35- Visite:52819
Modena, l'allarme Ausl: 'Circolazione virale alta: proteggetevi'
Societa'
15 Novembre 2020 - 18:12- Visite:50602
Dossier Inceneritore - Articoli Recenti
Caro Muzzarelli, ma la competività ..
Il Comitato Modena Salute Ambiente: 'Il recupero di energia è molto modesto, siamo sul 15%,..
22 Gennaio 2021 - 10:02- Visite:1375
Inquinamento e cambiamenti climatici:..
Solo limitare l’uso dell’inceneritore ai soli rifiuti provinciali di Modena, circa il ..
17 Gennaio 2020 - 18:57- Visite:5171
Co2, per inquinare come inceneritore ..
L’inceneritore emette circa 1 tonnellata di CO2 per ogni tonnellata di rifiuti bruciati
24 Maggio 2019 - 16:41- Visite:2475
Inceneritori e Pil, ma servono ..
Ma come hanno fatto in Veneto a fare quasi a meno degli inceneritori? Semplice: hanno ..
23 Maggio 2019 - 10:20- Visite:1947


Dossier Inceneritore - Articoli più letti


Alea, da Forlì una alternativa ..
Il dossier inceneritore si chiude con un colloquio con l'assessore all'Ambiente del Comune ..
03 Novembre 2017 - 07:30- Visite:15804
Dossier inceneritore, il bluff del ..
La legge nazionale riconosce il contributo di 188euro/tonnellata solo agli imballaggi di ..
27 Ottobre 2017 - 07:02- Visite:15785
Dossier inceneritore, l'inquinamento ..
In pianura Padana, l’area più inquinata d’Europa, sono presenti 29 inceneritori. ..
01 Novembre 2017 - 07:30- Visite:14851
Dossier inceneritore parte 2: la ..
Un solo veicolo Euro 6 deve percorrere quasi un miliardo di km per raggiungere le emissioni..
18 Agosto 2017 - 15:44- Visite:14498