I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
articoliChe Cultura

Coronavirus nel 1980? Chiusi in casa come oggi ma niente virologi star

La Pressa
Logo LaPressa.it

Proviamo ad immaginare il lockdown 40 anni fa senza social networks, telefonini e runners in fuga


Coronavirus nel 1980? Chiusi in casa come oggi ma niente virologi star

Smart phone sempre in mano, calls tra colleghi, canali all news per gli ultimi aggiornamenti, per molti di noi l'isolamento di questi giorni è più sopportabile grazie alla tecnologia. Ma se l'emergenza Covid-19 fosse esplosa nel 1980? Cosa sarebbe successo? Lo abbiamo chiesto a Marcello Parmeggiani, a.k.a. Targi, creativo dai mille volti e autore del romanzo 'Ultimi analogici', storia di un gruppo di adolescenti modenesi ambientata nell'anno della strage di Bologna, del concerto dei Clash in piazza Maggiore, dell'avvento dell'eroina. L'editore è Artestampa.

'Nel 1980 c'erano ovviamente molte meno fonti di informazione, punto di riferimento i tre canali televisivi della RAI, le prime radio private dell'epoca si limitavano ad una rassegna stampa dei quotidiani. Canale 5 nasceva in quell'anno, ma i programmi erano tutti in differita. Un ruolo importante l'avrebbero avuto probabilmente i radioamatori, unico fenomeno di quegli anni paragonabile ad un social network attuale.


Tramite i loro 'baracchini' potevano conversare con chiunque, anche con sconosciuti e proprio in quell'anno ebbero un ruolo decisivo nei primi giorni del terremoto dell'Irpinia. Si precipitarono in quelle zone e allestirono dei ponti radio contribuendo a coordinare i soccorsi'.


Non avremmo avuto virologi superstar come Burioni, gli opinion leader di allora erano i dottori e i farmacisti della città o del paese, tutto a livello locale. Un'Italia che riservava a queste fonti un'aura quasi mistica. Ci sarebbero stati i complottisti? Era ancora un'Italia dove si avevano forme di reverenza verso i giornalisti, pensiamo ad esempio ad Enzo Biagi, l'ha detto la televisione si diceva spesso per sottolineare l'autorevolezza di una affermazione. Erano persone di cui ti potevi fidare, anche se i cittadini incominciavano a mettere in discussione la RAI, siamo sull'onda del '77, delle stragi, pensiamo a quella di Bologna, le prime voci parlavano di una caldaia che sarebbe esplosa. Se non ci fossero stati i 'complottisti' di allora, avremmo creduto a quella versione, quando passano i mesi e vedi che c'è sempre il muro di gomma, è chiaro che inizi a vederci del losco. 
 
Lo smart working non era praticabile, se fossimo stati costretti ad andare in ufficio avremmo indossato tutti le divise degli operatori del pronto soccorso. 
Le radio libere erano la novità, le ascoltavamo con entusiasmo, probabilmente tutti avremmo chiamato il nostro disc jockey preferito per fare continuamente dediche. Siamo lontani dal fenomeno del sexting dei nostri giorni.


Le minacce ai runners? Non credo. Nel 1980 comunque pochissimi correvano, c'era molta gente in bicicletta. Bici ovunque, prima di Let's get physical di Olivia Newton-John, non correva nessuno. Se ci fossero stati ciclisti clandestini? I brontoloni sono sempre esisti, ma all'epoca c'era molta voglia di farsi gli affari propri, tanti anziani, ad esempio, avevano la mentalità di lasciar vivere i più giovani, anche quelli con la cresta.

Stefano Soranna




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Stefano Soranna
Stefano Soranna
Mi occupo di comunicazione e pubblicità da un po' di tempo. Su La Pressa scrivo di musica, libri e di altre cose che mi colpiscono quando sono in giro o che leggo da qualche parte. La..   Continua >>

 
Email
 

Articoli Correlati
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:138512
La pandemia globale di Coronavirus? Simulata nel 2019
Oltre Modena
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:101686
Modena in zona rossa: cosa prevede la bozza del decreto
Societa'
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:72408
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:71074
Coronavirus, scuole tutte chiuse in Emilia Romagna per altri 8 giorni
Societa'
29 Febbraio 2020 - 08:00- Visite:50404
Covid, Aimi: 'Da Modena un medicinale che contrasta il virus'
Societa'
08 Aprile 2020 - 12:33- Visite:48793

Che Cultura - Articoli Recenti
Bottura ancora al top: confermate le ..
Nella classifica della stelle per regioni la Lombardia mantiene la leadership grazie ai 56 ..
23 Novembre 2021 - 20:35- Visite:627
A Modena con Guicciardi i segreti non..
La prima presentazione si terrà a Modena sabato 4 dicembre presso l'associazione-libreria ..
20 Novembre 2021 - 17:42- Visite:801
Manovra finanziaria, 150 milioni per ..
L’opera lirica è l’unica ambasciatrice rimasta della nostra lingua, della nostra ..
19 Novembre 2021 - 07:55- Visite:438
Il mito di Giorgio Fini rivive in un ..
Scritto e prodotto dal giornalista Marco Amendola, 'Giorgio Fini, le buone cose di Modena' ..
16 Novembre 2021 - 12:02- Visite:948
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:29843
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59- Visite:21947
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:17562
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:15582