Teatro Michelangelo Modena
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
articoliChe Cultura

Homo distopiens: il disco di Tavernelli, come sarà il mondo senza noi?

La Pressa
Logo LaPressa.it

Messaggi di sopravvivenza per una resistenza al regime distopico. Dodici strepitosi brani da ascoltare in clandestinità


Homo distopiens: il disco di Tavernelli, come sarà il mondo senza noi?

Ore 18.45, Bar del Teatro a Correggio, Il Corona Virus è tra noi. Incontro Fabrizio Tavernelli. Entrambi senza mascherina, ci diamo anche la mano. Poco prima ero stato in farmacia, una giovane donne si lamentava di non trovare il gel per le mani. Lui beve una birra piccola, io una spremuta d'arancia. Mostro a Fabrizio un'intervista all'artista sudcoreana Lee Bul'Non siamo in grado di distinguere l'utopia dalla distopia'. Il suo ultimo concept album arriva puntuale, il titolo 'Homo Distopiens', visti i tempi, non avrebbe bisogno di promozione. La società distopica è già realtà, non ce ne siamo accorti, non abbiamo colto i segnali. Cosa ci aspetta? Impossibile saperlo, non abbiamo più i codici per comprendere la realtà, tutto avviene in fretta, quello che ci succede attorno ci spaventa, ma ci affascina allo stesso modo. Forse siamo vicini alla fine del pianeta Terra, forse all'estinzione della razza umana.


Le persone fanno scorte di viveri, si chiudono in casa. Nessuno dorme più, svegli fino al mattino incollati a Netflix. I nostri corpi stanno mutando. La gente è impaurita, paranoica, qualcuno impazzisce. Molti di noi vorrebbero vivere come nelle serie tv. Ci si manda messaggi col cellulare, trovarsi al bar o in piazza diventa un gesto inutile.
 
Fabrizio è un talento vero, i suoi dischi non sono mai banali. Spesso sono dei capolavori. Nella mia vita ho conosciuto due persone che potrei definire geniali, uno è lui. Homo distopiens è un disco dalle atmosfere dark, il richiamo ai primi anni '80 è forte, ci sono ovviamente dei riferimenti, ma lo stile è unico. La mia canzone preferita è Cose sull'orlo, la ascolti in auto, ti isola, è struggente, ti trasporta in un'altra dimensione. Una delle più belle canzoni che Taver e il suo complesso abbiano mai scritto. Altro gioiello, L'uccello giardiniere. Ascolto ideale, a tarda notte, uscito da un club BDSM. Serve per riprendersi. Bargigli e pappagorge mi fa venire in mente certi brani di un gruppo che adoravo, i Soul coughing. Splendida anche Tormentoni e tormenti, con un testo, tra l'altro, notevole.
 
 Il disco racconta di come quello che sta accadendo nel mondo incida sul locale, nella provincia exotica, ora distopicaCorreggio come Codogno. La provincia diventa protagonista. 
 
Fabrizio mi parla di un bel progetto, un bosco urbano della musica. Nascerà a Correggio, una parte sarà lasciato libero, la natura ne prenderà possesso. Un'altra parte sarà dedicata agli alberi dei musicisti, ogni artista ne adotterà uno. Grazie ad un codice ed usando uno smart phone. si potranno ascoltare dei brani musicali. Un gesto che in pianura padana, pare davvero rivoluzionario.

Stefano Soranna


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Stefano Soranna
Stefano Soranna
Mi occupo di comunicazione e pubblicità da un po' di tempo. Su La Pressa scrivo di musica, libri e di altre cose che mi colpiscono quando sono in giro o che leggo da qualche parte. La..   Continua >>

 
Email
 

Articoli Correlati
Ore 14.31, la terra trema anche a Modena: sisma 3.4. Epicentro a ..
La Nera
22 Febbraio 2020 - 14:39- Visite:12503
Coronavirus, chiudono pronto soccorso di Correggio e Scandiano
Societa'
29 Febbraio 2020 - 17:23- Visite:9544
Coronavirus, 112 contagiati in Italia: escalation più alta in Europa
Societa'
23 Febbraio 2020 - 10:24- Visite:2132
Gep Informatica e la sua 'scuola logistica' come polo di innovazione
Spazio alle Imprese
30 Ottobre 2018 - 15:19- Visite:1546
Coronavirus: 6 contagi, avviso in 3 comuni lombardi: 'State in casa'
Societa'
21 Febbraio 2020 - 14:30- Visite:1480

Che Cultura - Articoli Recenti
Pesca al cantautore in Emilia... ..
Per certi versi non è un libro, è un disco che suona. E la sua colonna sonora è quella ..
26 Novembre 2021 - 21:18- Visite:324
Bottura ancora al top: confermate le ..
Nella classifica della stelle per regioni la Lombardia mantiene la leadership grazie ai 56 ..
23 Novembre 2021 - 20:35- Visite:636
A Modena con Guicciardi i segreti non..
La prima presentazione si terrà a Modena sabato 4 dicembre presso l'associazione-libreria ..
20 Novembre 2021 - 17:42- Visite:812
Manovra finanziaria, 150 milioni per ..
L’opera lirica è l’unica ambasciatrice rimasta della nostra lingua, della nostra ..
19 Novembre 2021 - 07:55- Visite:441
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:29862
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59- Visite:21950
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:17568
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:15593