Opera: al Comunale di Modena 'I Salvatori della Mezzanotte'
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliChe Cultura

Opera: al Comunale di Modena 'I Salvatori della Mezzanotte'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Una nuova creazione su commissione del Teatro Comunale di Modena firmata dall’affermato compositore Daniele Furlati


Opera: al Comunale di Modena 'I Salvatori della Mezzanotte'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Nell’ambito della stagione lirica del Teatro Comunale di Modena, va in scena domenica 17 dicembre 2023 alle ore 17.30 (con matinée rivolto alle scuole il giorno 18 alle ore 10.30) I salvatori della mezzanotte di Daniele Furlati, una nuova opera commissionata dal Teatro e dedicata al Natale, con libretto di Bruno Tognolini, ispirata al suo libro Salvataggio a mezzanotte. Lo spettacolo, in un nuovo allestimento, sarà diretto da Stefano Seghedoni con la regia di Gianfranco Cabiddu, scene di Alessia Colosso, costumi di Elena Gaiani, luci di Andrea Ricci e ologrammi a cura di Digital Screen. Il cast è formato da Antimo Dell’Omo (San Pietro), Francesca Mercuriali (Arcangelo), Vincenzo Tremante (Zahel) – allievi usciti dal corso di alta formazione in canto lirico del Teatro Comunale di Modena, cofinanziato dal Fondo sociale europeo e dalla Regione Emilia-Romagna –, a fianco di Tony Contartese (voce recitante).

In buca l’Ensemble della Fondazione Teatro Comunale di Modena mentre in scena si esibiranno le Voci bianche del Teatro Comunale preparate da Paolo Gattolin.

Il 17 dicembre ore 17.30 (con matinée per le scuole il giorno 18 ore 10.30) si terrà il debutto in prima assoluta de I salvatori della mezzanotte, un’opera commissionata dal Teatro Comunale di Modena e dedicata al Natale, dal carattere fra il sacro e il popolare, tratta dal libro Salvataggio a mezzanotte di Bruno Tognolini, che ne cura anche la trasposizione in libretto. La musica è di Daniele Furlati, compositore particolarmente apprezzato per la sua attività in campo cinematografico e teatrale. Per il cinema è coautore delle musiche di pluripremiati lungometraggi quali L’uomo che verrà (2009) Premio Ennio Morricone al Bari Film Festival 2010, nomination al David di Donatello 2010 per il Migliore Musicista e di Un giorno devi andare (2013), nomination Ciak d’Oro 2013 Migliore Colonna Sonora.

La parte visiva dello spettacolo è curata da Gianfranco Cabiddu, affermato regista che nel 2017 ha ricevuto il David di Donatello per la migliore sceneggiatura adattata per La stoffa dei sogni.
“Nel comporre ‘I salvatori della mezzanotte’, – dice Daniele Furlati – la storia di Bruno Tognolini mi ha suggerito una strada possibile in cui ritrovare una dimensione intima cercando di proiettarmi nel passato, quando componevo nella mia camera di bambino passando liberamente fra gli esercizi di contrappunto e pezzi di carattere improvvisativo. Poi la scelta dell’organico è stata piuttosto sofferta e meditata a lungo. Pur rimanendo nel limite di sette strumenti dettato dalla produzione, ho provato combinazioni differenti per ottenere un suono acustico il più possibile a-temporale. Con questa intenzione ho contaminato materiali musicali che fanno riferimento a epoche e a mondi fra loro lontani, così come si possono mescolare nel presepio di una casa di oggi statuine delle più diverse fatture e provenienze”.

“Il presepe è una madre immobile di storie – aggiunge Bruno Tognolini. È il fermo immagine in 3D di un sacro film, potentissimo e bimillenario. Conosciamo tutti bene la vicenda, sapremmo dire, riavvolgendo il nastro, ciò che è accaduto prima di quella scena fissa: perché e da dove quei pastori e lavandaie e popolani di ogni sorta sono arrivati lì, e perché guardano dentro quella grotta. E riattivando il ‘play’, sappiamo cosa accadrà da lì in avanti. Ma le storie millenarie sono alberi viventi, generativi: si rinnovano frondeggiando da ogni parte nuove ramificazioni, prequel, sequel, riadattamenti, apocrifi e spin off. L’operina ‘I salvatori della mezzanotte’ è una di queste fronde laterali, che parte da quel presepe, sblocca la pausa e fa ripartire la storia per vie alternative – ma, regola prima del gioco, sempre verso lo stesso finale”.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Articoli Correlati
La piazza di Massimo
Politica
11 Giugno 2024 - 02:39
Modena, ecco i nomi del nuovo Consiglio comunale
Politica
10 Giugno 2024 - 23:06

Acof onoranze funebri
Che Cultura - Articoli Recenti
Da un secolo all'altro: il giornalismo raccontato da Cesare Pradella
Questa sera la presentazione a Carpi. Tante storie e tanti fatti, emozioni, ricordi, in una ..
07 Giugno 2024 - 12:48
Concentrico Festival Carpi: dal 7 al via la nona edizione
Il festival transdisciplinare, intergenerazionale e site-specific, che fino al 16 giugno ..
03 Giugno 2024 - 10:05
Vignola, sabato concerto degli Elettrotubi
Al Circolo Ribalta, dalle 21.30 un'originale lettura della musica techno
29 Maggio 2024 - 17:17
Benozzo e Zanoni inaugurano la stagione al Castello di Montecuccolo
Il concerto, a ingresso libero, è organizzato dall’Associazione Terra e Identità con il ..
26 Maggio 2024 - 11:59
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli incatenava drogati. E stavano con lui
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17
Se la locomotiva di Guccini si schianta contro il muro della malafede
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59
Agamben: 'Dopo questi 2 anni metto in discussione la medicina stessa'
'Se non si ripensa da capo che cosa è progressivamente diventata la medicina non si potrà ..
04 Dicembre 2022 - 15:22
Quattro dolci tipici della cucina modenese
Il bensone, la bonissima, i tortelli fritti modenesi al savor e la torta Barozzi
01 Marzo 2021 - 17:51