La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliOltre Modena

Fondi russi: come la Lega si è dichiarata colpevole

La Pressa
Logo LaPressa.it

Salvini incrimina se stesso quando rinnega il suo ex-portavoce per ben tre volte


Fondi russi: come la Lega si è dichiarata colpevole

Le intercettazioni pubblicate da BuzzFeed sulla trattativa tra Savoini e due imprenditori russi per ottenere dei finanziamenti per la Lega continua ad far inquietare l’opinione pubblica. Il solo fatto che il primo partito nei sondaggi vada a Mosca e chieda una determinata quantità di fondi in cambio di fare l’interlocutore del Cremlino in Europa è già un paradosso per chi ha reinserito la parola sovranità nel vocabolario politico italiano.

Sebbene non sappiamo se la trattativa sia andata a buon fine, la proposta di un sostegno elettorale camuffato di accordo commerciale come escamotage per riempire le casse del carroccio, dovrebbe imbarazzare tutti gli esponenti di un partito che si è riempita la bocca segnalando i vincoli e interessi che legano altri Partiti con l’esterno.

Ad incriminare la Lega però, non è tanto l’inchiesta stessa quanto la reazione dei suoi massimi esponenti, i quali, hanno cercato di smentire i fatti attraverso delle incongruenze manifestate nelle dichiarazioni dello stesso Salvini, il quale ha cercato di negare ogni vincolo con Savoini affermando di non sapere cosa ci facesse a Mosca nell’Ottobre del 2018 e nemmeno all’incontro del 4 Luglio in occasione della visita di Putin nel nostro Paese. A smentire Salvini, poi, ci sono le foto, i fatti e i vincoli che intrecciano la Lega e il Cremlino attraverso la figura di Savoini a capo dell’Associazione Lombardia-Russia.

Salvini poi incrimina sé stesso quando rinnega il suo ex-portavoce per ben Tre volte. Il leader del carroccio, ha dichiarato di non sapere cosa ci facesse Savoini nel volo di Stato verso Mosca aggiungendo poi di ignorare perché quest’ultimo fosse presente all’incontro, dopodiché, il Ministro dell’Interno non è a conoscenza del fatto che un esponente del suo partito, ex-portavoce e interlocutore da almeno 20 anni con il Cremlino, sia salito nell’aereo che ha portato entrambi a Mosca e, tra l’altro, alla stessa riunione. Per ciò che riguarda la riunione, è improbabile che Salvini e Savoini non si siano recati insieme a quest’ultima.

L’esagerazione ha luogo quando il Ministro dell’interno rinnega Savoini per terza volta, dichiarando di non conoscere le ragioni della sua presenza alla riunione del 4 Luglio a Villa Madama. Non è in grado, il ministro dell’interno, di sapere chi si siede con lui? Non è a conoscenza di chi tratta con dei finanziatori al suo nome? Non è a conoscenza di chi viaggia nei suoi voli di Stato e si scatta delle foto insieme a lui di spalle al Palazzo d’inverno? Se questo fosse vero, allora dovrebbe dimettersi dall’incarico per incapacità di intendere.

In altre parole, il fatto di negare il proprio interlocutore è una palese dimostrazione di quanto sia dannoso essere politicamente vicini a Savoini in questo momento. E lo è, perché il fatto che Savoini sia andato a inginocchiarsi al Cremlino – e chissà quante volte – non è un’opinione, ma un evento reale.

A smentire il vicepremier ci ha pensato lo stesso Savoini, il quale ha ammesso di aver collaborato con il leader della Lega dal 1991 e di aver fatto parte dello staff del vicepremier durante la visita a Mosca a Ottobre dell'anno. Dal 2014, Salvini e Savoini si sono recati a Mosca almeno nove volte.

Tra l'altro, Savoini ha commentato di avere agito sempre su richiesta dell'attuale ministro dell'interno, venendo presentato alle riunioni come il rappresentante della Lega in Russia.

Nel frattempo, è stata portata avanti la solita opera di distrazione di massa a cui la Lega ci ha abituati da un bel po’. I soliti proiettili in una busta rivolta al più grande martire dell’Italia contemporanea, minacce che fanno tremare il governo, nuove notizie su Carola e la Sea Watch, ma la dichiarazione di colpevolezza arriva proprio quando gli stessi Comunity Manager della Lega decidono di rispolverare l’archivio della Prima Repubblica ed esclamano che “anche il PCI riceveva fondi da Mosca”, facendo diffondere la notizia nei profili di tutti i suoi fan.

In effetti, è chiaro a tutti che, nel contesto della Guerra Fredda, i fondi del Cremlino al PCI erano motivati dalle mire espansionistiche dell’Unione Sovietica nell’Europa Occidentale. Se, dunque, nell’attuale contesto

internazionale, la Lega è andata a fare il PCI a Mosca, cosa avrà offerto Salvini in cambio? Ah, sì! cambiare l’Europa, ma questa volta sotto lo slogan prima i russi.

Forse avranno impiegato la medesima strategia durante la loro visita a Washington, sgretolando così il falso mito del sovranismo.


Estefano Tamburrini



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:97309
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:49070
Lgbt, la legge è stata approvata dopo 51 ore di dibattito: asse ..
Politica
27 Luglio 2019 - 06:19- Visite:46742
Sondaggio, è boom del centrodestra, Lega oltre il 33%
Politica
25 Ottobre 2019 - 15:25- Visite:28922
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0: soci prestatori esigono risposte
Il Punto
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:28869
Crisi Coop Alleanza 3.0, ex leader Legacoop: 'Colpa di manager ..
Parola d'Autore
13 Gennaio 2019 - 18:31- Visite:21491
Oltre Modena - Articoli Recenti
La Consulta boccia il referendum su ..
Oggetto della richiesta referendaria erano, in primo luogo, le due leggi elettorali di ..
17 Gennaio 2020 - 00:11- Visite:173
Giornalismo in lutto: è morto ..
Figura chiave del giornalismo italiano, con i suoi libri storiografici è divenuto un vero e..
12 Gennaio 2020 - 23:46- Visite:370
Libia, cessate il fuoco entra in ..
L'Italia parla sia con Haftar che con al-Serraj ma concretamente non offre alcun aiuto ..
12 Gennaio 2020 - 14:20- Visite:406
Sondaggio Dire-Tecnè: il partito ..
Disposti a votarlo in particolare gli elettori di Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, ..
10 Gennaio 2020 - 14:43- Visite:555


Oltre Modena - Articoli più letti


E' morto Riina: manifesto funebre ..
Il manifesto funebre è apparso tra le strade del centro di Ercolano
17 Novembre 2017 - 17:37- Visite:298093
Orrore a Reggio, lavaggi cervello per..
Anche il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, è agli arresti domiciliari. I minori ..
27 Giugno 2019 - 10:43- Visite:20168
Edicola La Rotonda, l'appello del ..
Petizione per Domenico Di Maiolo, 'Sono disperato, introiti crollati da quando Conad vende i..
01 Novembre 2017 - 19:22- Visite:19505
Andrea Galli e l'età delle donne...
Il capogruppo di Forza Italia attacca la moglie di Macron: l'anagrafe nelle coppie a senso ..
10 Maggio 2017 - 18:42- Visite:13655