Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Modenamoremio
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliSocieta'

Energia elettrica: al 2050 Modena ne mangerà il 25% in più, nuova cabina primaria pronta alla sfida

Data: / Categoria: Societa'
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Inaugurata questa mattina la quinta grande infrastruttura cittadina per la distribuzione dell'energia elettrica in città. Investimento del gruppo Hera da 7,5 milioni


Energia elettrica: al 2050 Modena ne mangerà il 25% in più, nuova cabina primaria pronta alla sfida

Grazie a un investimento di quasi 7,5 milioni di euro, Hera ha realizzato a Modena Est un impianto di trasformazione dell’energia elettrica (dall’alta alla media tensione) per garantire una risposta ai fabbisogni energetici della città di Modena in linea con i cambiamenti dei mercati e dell'approvvigionamento da nuove e diverse fonti energetiche. Si tratta della nuova (la quinta in città) cabina primaria per la distribuzione di energia elettrica al servizio dell’intera città.

Oggi, sotto la pioggia, taglio del nastro alla presenza dell’Assessore Regionale allo Sviluppo Economico e Green Economy Vincenzo Colla, dell’Amministratore Delegato Hera Stefano Venier e del sindaco di Modena.



Grazie alla nuova cabina e al suo complesso sistema di impianti e dispositivi per trasformare la corrente elettrica in arrivo in alta tensione a 132.000 volt dal distributore nazionale Terna in corrente in media tensione (15.


000 distribuita alle cabine secondarie) e da qui alla 220 volt delle abitazioni, la capacità complessiva della rete modenese aumenta del 18% rispetto a quanto attualmente disponibile. Made in Modena i due grandi trasformatori principali, realizzati dalla Tironi di Modena, con innovativa tecnologia che utilizza solo olio vegetale. Due enormi bobine garantiranno la continuità elettrica anche nel caso di distacco dell'intera cabina. Tempo utile per bypassare il gusto attraverso il passaggio ad un altro nodo centrale di approvvigionamento della rete e quindi per evitare black out.

'Un investimento lungimirante che anticipa le future necessità derivanti dalla transizione energetica, in linea con quanto previsto dal Gruppo Hera all’interno del proprio Piano industriale' - ha affermato Stefano Venier. 'In particolare, la multiutility con Inrete Distribuzione Energia – la società del Gruppo che in Emilia-Romagna gestisce l’attività di distribuzione del gas naturale e dell’energia elettrica e che si occuperà anche della conduzione della nuova cabina - ha elaborato un modello previsionale che stima, entro il 2050, incrementi del fabbisogno elettrico medio annuo nell’ordine del 25%, con un incremento della potenza di picco necessaria al sistema di oltre il 40%'

'La nuova cabina primaria offre anche significativi ed immediati vantaggi: innanzi tutto, rappresenta un ulteriore punto di approvvigionamento energetico, in grado di assicurare alle famiglie e alle imprese modenesi la continuità di erogazione della corrente anche in caso di completo fuori servizio di uno degli altri quattro impianti primari al servizio della città. In secondo luogo, una volta che saranno completate le opere necessarie per il suo inserimento sulla rete di distribuzione, migliorerà ulteriormente la qualità del servizio, in quanto diminuiranno le probabilità di disservizi ai clienti e, qualora si verifichino, ne sarà ridotta la durata.

La cabina primaria, infatti, è dotata delle migliori tecnologie di monitoraggio e gestione della rete alla quale è connessa, e ciò consente di rilevare in tempo reale lo “stato di salute” dell’infrastruttura e pianificare gli interventi necessari.

La nuova cabina primaria di Modena Est rientra nel piano di sviluppo elaborato dal Gruppo Hera per i servizi e le infrastrutture nell’area modenese, con 110 milioni di euro di investimenti nel quadriennio 2022 – 2025. Di questi, circa il 70% sarà destinato potenziare e migliorare i servizi erogati alle comunità del territorio, mentre il restante 30% sarà destinato alla loro manutenzione, così da garantirne la costante efficienza.

Smart Grid, per gestire meglio l'energia da fonti rinnovabili e comunità energetiche

Questa nuova cabina primaria è importante anche perché è dotata di tutta la tecnologia necessaria per digitalizzare e rendere sempre più smart la rete elettrica modenese. Le infrastrutture del futuro, infatti, dovranno essere reti intelligenti (Smart Grid, appunto), in grado di adattarsi in continuo e in automatico a costanti sollecitazioni: ad esempio, la necessità di accogliere in rete l’immissione di energia da fonti rinnovabili, che tipicamente hanno performance variabili e discontinue, richiede che gli impianti siano flessibili, automatizzati e dotati di un certo grado di intelligenza artificiale. E la produzione di energie da fonti rinnovabili è già oggi una realtà: solo nell’area di Modena è presente la generazione distribuita di 9.800 impianti attivi, per una potenza installata di circa 70MW (megawatt) e sono già previsti nell’immediato futuro ulteriori 10 MW.

Energia green che potrà essere immessa nella rete di distribuzione grazie anche alla nuova cabina primaria.

Un’ulteriore necessità futura, a cui sarà possibile far fronte con questo impianto, riguarda l’efficiente gestione delle comunità energetiche che si svilupperanno nell’area e che potranno avere negli impianti primari un nodo di riferimento e di scambio dell’energia, sia quella prodotta sia quella prelevata.

In arrivo altre cabine primarie e 65 km di nuova rete per l’appenino modenese

Quella inaugurata oggi a Modena Est è la prima di una serie di cabine primarie che saranno realizzate entro il 2025, a Modena e non solo: anche a Madonna dei Baldaccini, nel comune di Pavullo, è infatti in corso di progettazione una nuova cabina primaria, e in tutto il territorio appenninico modenese è in atto una vasta attività di rinnovamento e potenziamento delle linee elettriche aeree più soggette a eventi atmosferici estremi quali vento, neve e ghiaccio: un piano per la resilienza delle reti elettriche che impegnerà investimenti per quasi 9 milioni di euro e coinvolgerà circa 65 km dell’infrastruttura che serve la montagna modenese.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Modenamoremio
Articoli Correlati
Energia elettrica, le aziende italiane pagano il 29% in più della ..
Economia
21 Agosto 2017 - 14:14- Visite:10994
Energia elettrica prodotta: il mix Hera taglia le rinnovabili e ..
Politica
24 Gennaio 2019 - 05:42- Visite:3051
Lo spazio che sa: bollette luce-gas rinvio passaggio al mercato libero
Pressa Tube
02 Dicembre 2019 - 00:09- Visite:2189
Energia elettrica, tante insidie nel passaggio al mercato libero
Economia
28 Maggio 2021 - 11:42- Visite:2005
Carpi, attraverso un buco in bagno 'succhia' corrente al vicino
La Provincia
13 Agosto 2021 - 19:39- Visite:1172
Elettricità: dal 1° marzo stop alle maxi bollette per conguagli
Economia
10 Marzo 2018 - 15:18- Visite:780

Societa' - Articoli Recenti
Modena accende il Natale
Accensione delle luminarie e degli alberi in quattro piazze del centro storico per dare il ..
26 Novembre 2021 - 21:37- Visite:131
Covid a scuola, rientra allarme a ..
Nella scuola primaria Andreoli di San Possidonio si sono registrati 29 contagi
26 Novembre 2021 - 21:21- Visite:246
Connessione internet senza linea ..
Per dotarsi di una connessione web senza telefono fisso, occorre scegliere un abbonamento ..
26 Novembre 2021 - 18:41- Visite:193
Covid, in Emilia Romagna al via la ..
Donini: 'Vogliamo procedere speditamente con il richiamo per tutti e non abbassare la ..
26 Novembre 2021 - 18:03- Visite:453
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40- Visite:365835
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:291645
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:183074
Il sindacato dei carabinieri: ..
‘Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39- Visite:180721