Sisma 2012: il 29 maggio, la seconda e fatale scossa, Mirandola ricorda le vittime
VLP Events
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
VLP Events
articoliSocieta'

Sisma 2012: il 29 maggio, la seconda e fatale scossa, Mirandola ricorda le vittime

La Pressa
Logo LaPressa.it

Cerimonia alle scuole medie Montanari. Il sindaco Alberto Greco: 'Ricordare chi ha perso la vita e lo spirito che ci permise di ripartire senza alcuna esitazione'


Sisma 2012: il 29 maggio, la seconda e fatale scossa, Mirandola ricorda le vittime
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

La Città di Mirandola ha ricordato nella mattinata odierna la significativa data del 29 Maggio. Undici anni or sono, alle ore 9, una seconda violenta scossa sismica si abbattè sul territorio comunale. Presso le Scuole “Montanari” – nel giardino delle quali venne istituito il primo centro operativo – e sul sagrato del Duomo, si sono tenuti due momenti istituzionali con l’intento di rinnovare la memoria di chi, in quelle drammatiche giornate, perse tutto. Nel plesso di via 29 Maggio, la Vice Sindaco Letizia Budri e l’Assessore alle politiche scolastiche Marina Marchi in rappresentanza dell’Amministrazione, hanno applaudito la commemorazione organizzata dagli studenti e dal corpo docenti diretto dalla Prof.ssa Anna Oliva.

In Piazza Conciliazione invece, il Sindaco Alberto Greco – accompagnato dall’Assessore Roberto Lodi – ha presieduto la commemorazione istituzionale rivolgendo un pensiero profondo alle famiglie ed agli affetti più cari delle vittime, sottolineando come – quella drammatica calamità – abbia scosso ma allo stesso tempo evidenziato le migliori caratteristiche della comunità mirandolese.

Particolarmente suggestivo, al culmine della cerimonia, la lettura dei nomi delle 29 vittime da parte della Presidente del Consiglio Comunale Selena De Biaggi, scandita dagli altrettanti rintocchi delle campane.

“In questa giornata di raccoglimento e memoria, il nostro pensiero va alle famiglie delle vittime di una calamità che ha colpito ormai 11 anni orsono, la comunità della bassa modenese' - ha affermato il sindaco di Mirandola Alberto Greco. 'Uomini e donne che abbiamo ricordato con la consapevolezza che il loro sacrificio sarà per sempre ascritto nella storia della nostra Città. Un dolore e uno scoramento che hanno lasciato spazio alla voglia di reagire ed alla spinta laboriosa verso la ripartenza, caratteristica tipica della nostra terra. Caratteristiche che ci ha riconosciuto, più volte, anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione delle sue visite nella bassa modenese, non mancando di sottolineare il senso di comunità qui espresso.

Quello stesso che oggi - ironia della sorte sempre in maggio – ci ha fatto rispondere immediatamente presente al grido d'aiuto dei nostri fratelli romagnoli colpiti dall’alluvione. Da subito la Polizia Locale è accorsa a dare man forte nelle Province di Forlì e Ravenna. Hanno fatto seguito numerose iniziative private e tutte quelle coordinate delle associazioni di volontariato. Ci tengo infine a ricordare la scelta, operata dal Comune di Mirandola, di adottare la Città di Casola Valsenio, borgo duramente colpito dalla violenza dell'acqua ed isolato per vari giorni a causa di frane e smottamenti. Nulla ci ha spezzato, e nulla ha piegato la nostra forza d'animo. Questa è l'Emilia Romagna, questa è la bassa: questa è Mirandola… siamo Noi.”

 “Anche quest’anno ci riuniamo qui alle scuole Montanari, in quello che fu il cuore delle attività di coordinamento assistenza post sisma. Prima di tutto per ricordare i nostri concittadini, che a causa del terremoto di 11 anni fa persero la vita, e per testimoniare a voi ragazzi ciò che accadde nel 2012 e tutto quello che si è fatto per non rinunciare alla scuola, al lavoro, alla vita' - ha sottolineato commossa il Vicesindaco e Assessore con delega alla ricostruzione Letizia Budri. 'Per questo oggi il nostro cuore è qui a Mirandola, nell’epicentro del cratere del Sisma Emilia 2012, ma il pensiero in Romagna, con i nostri fratelli che da giorni vivono il grave dramma dell’Alluvione. Vite spezzate, case, scuole, chiese, imprese, campi coltivati, attività che in molti casi rappresentano i sacrifici di una vita, andati distrutti in poche ore. Il senso di impotenza e di sopraffazione, che abbiamo all’indomani del 29 maggio 2012 provato anche noi, ma che fin da subito, giorno dopo giorno, ha ceduto il passo alla volontà di ricostruzione, di rinascita. Il senso di vicinanza e l’aiuto concreto di tanti paesi e tante persone che a quell’epoca a vario titolo “adottarono” Mirandola e tutti gli altri comuni del così detto cratere, ci insegna l’importanza e il valore che l’aiuto di ciascuno può portare. Nei giorni scorsi gli agenti della nostra polizia locale sono andati a prestare servizio in aiuto ai colleghi dei comuni più colpiti e così i volontari di protezione civile, vigili del fuoco, croce blu e tanti altri che in organizzazioni o da semplici cittadini si sono mobilitati per aiutare. Il Comune di Mirandola ha inoltre scelto di “adottare” Casola Valsenio, un piccolo comune sulle colline della Valle del Senio, fortemente colpito dalle frane. Persone rimaste isolate, senza energia elettrica e gas, strade interrotte, sfollati che non potranno tornare a breve ad abitare nelle proprie case.Persone orgogliose e affezionate alla propria terra che, proprio come noi, sono animate da una grande voglia di ricominciare'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Mascherine: ora il caos è totale
La giungla di limiti, divieti e raccomandazioni, spesso non applicata, che imperversava ..
09 Luglio 2024 - 19:15
Spaccio e porto d'armi: due arresti, nove denunce e 10 provvedimenti di espulsione
Sono soprattutto stranieri, anche clandestini, i soggetti bloccati dalla Polizia di Stato in..
09 Luglio 2024 - 18:35
Nidi, sistema educativo integrato: eredità pesante per la Venturelli
Tutti lavorano sotto la regia del Comune, ma sullo sfondo c'è il blocco delle assunzioni e ..
09 Luglio 2024 - 18:28
Effetto Cau, luci ed ombre sui dati (parziali) della Regione
Per valutare l'effetto sui PS dopo l'apertura dei Cau, la Regione utilizza un raffronto ..
09 Luglio 2024 - 16:20
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24