Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliSocieta'

Imparare l’inglese online: consigli per aiutare i bambini a migliorare

La Pressa
Logo LaPressa.it

La soluzione da remoto è molto flessibile per quanto riguarda l’aspetto organizzativo


Imparare l’inglese online: consigli per aiutare i bambini a migliorare
Imparare l’inglese online è conveniente perché seguendo un apposito corso erogato da aziende professionali si avrà modo di apprendere in fretta e senza problemi. Tra l’altro, la soluzione da remoto è molto flessibile per quanto riguarda l’aspetto organizzativo, proprio perché permette allo studente di gestire al meglio date e orari per incastrarli con tutti gli impegni che ha da affrontare. Se questo discorso può essere perfetto per un adulto, in realtà lo si può svolgere anche per i piccoli, perché le lezioni da PC possono essere un’idea perfetta per non farli stancare nel recarsi presso scuole pomeridiane, perdendo ulteriori ritagli di tempo libero, e in più possono essere anche un modo per farli divertire.
Se infatti si sceglie un tutor esperto e che sappia lavorare al meglio con i piccoli, ecco che anche il corso online diventa una soluzione ricca di divertimento, ma questa non è l’unica per riuscire ad aiutare i bimbi ad apprendere l’inglese in maniera rapida, sempre con metodi da remoto.

Tra questi infatti si può indicare anche il fatto di guardare dei video in inglese, che spieghino magari degli argomenti interessanti per i più piccoli, come per esempio la realizzazione di un disegno, la spiegazione di fenomeni naturali, ma anche l’elaborazione di un esperimento o altro. Il filmato può anche essere quello relativo alla riproduzione di un cartone animato o magari di una serie TV per bambini. L’ideale sarebbe lasciare in bella vista, almeno per le prime volte, i sottotitoli, in modo che lo studente potrà associare la pronuncia alla parola che comparirà sulla schermata.
Ancora meglio poi se si opta per film d’animazione o video in cui i protagonisti cantano. Le melodie infatti possono essere memorizzate in maniera ancora più rapida e fissate ancora più facilmente nella mente dei piccolini. Questo aiuterà quindi loro a ricordare i termini in lingua inglese. Tra gli elementi online che si possono sfruttare poi per aiutare il piccolo pubblico a imparare in modo veloce l’idioma in questione ve ne sono anche altri da poter menzionare.

I giochi
 
Tutto dovrà sembrare un gioco, proprio perché in questo modo non solo il piccolo si divertirà, ma avrà modo anche di evitare di considerare con astio, come un obbligo, l’attività di apprendimento. I giochi online interattivi e in lingua inglese sono numerosi, perché sono tanti i siti web che li mettono a disposizione degli utenti. In più un altro metodo utile può essere il fatto di giocare tramite videochiamata con qualche parente che sia un parlante madrelingua o che comunque conosca la lingua alla perfezione. Si può chiedere infatti a questa persona di connettersi da remoto, avviando così una sorta di lezione con il bambino, che dovrà rispondere a quiz e giocare oppure indovinare qualche termine in inglese o magari scrivere una parola in lingua su un pezzo di carta e poi mostrarlo all’interlocutore, attraverso la telecamera. In questo modo tutto sarà semplice e soprattutto tale idea potrà essere divertente anche per i più piccoli.

In alternativa, tra i giochi online che si possono svolgere vi sono anche quelli che possono essere organizzati tra compagni di classe, sempre con videochiamate, in modo che il bimbo si confronterà anche con altre persone della sua età, sempre in presenza di un adulto dotato di una certa preparazione sulla lingua inglese, in modo che lo stesso potrà fare delle correzioni, nel momento in cui i due bambini commetteranno errori di pronuncia o di scrittura.

Certamente, tra tutte le varie soluzioni, quella del corso in lingua è la più adeguata, anche perché in questo modo si potrà fare riferimento a un tutor che sappia guidare il bambino e sappia garantirgli una preparazione completa, che non verta solo sulla grammatica, ma anche sulla scrittura di testi, sulla pronuncia, nonché sull’elaborazione di dialoghi e conversazioni. Imparare l’inglese fin da piccoli è senza dubbio un’esperienza positiva, proprio perché ormai la lingua in questione è conosciuta da un numero elevatissimo di persone in tutto il mondo e perché tra l’altro saperla usare rappresenta una buona opportunità per addentrarsi al meglio nel mondo del lavoro. Come si è visto, vi sono quindi diversi consigli che si possono seguire per aiutare il bambino ad apprendere in modo che egli si diverta e così da rendere ancora più rapido il suo percorso di studio relativo alla lingua inglese, anche se il corso online è uno dei metodi migliori.
Imparare l’inglese online è conveniente perché seguendo un apposito corso erogato da aziende professionali si avrà modo di apprendere in fretta e senza problemi. Tra l’altro, la soluzione da remoto è molto flessibile per quanto riguarda l’aspetto organizzativo, proprio perché permette allo studente di gestire al meglio date e orari per incastrarli con tutti gli impegni che ha da affrontare. Se questo discorso può essere perfetto per un adulto, in realtà lo si può svolgere anche per i piccoli, perché le lezioni da PC possono essere un’idea perfetta per non farli stancare nel recarsi presso scuole pomeridiane, perdendo ulteriori ritagli di tempo libero, e in più possono essere anche un modo per farli divertire.
Se infatti si sceglie un tutor esperto e che sappia lavorare al meglio con i piccoli, ecco che anche il corso online diventa una soluzione ricca di divertimento, ma questa non è l’unica per riuscire ad aiutare i bimbi ad apprendere l’inglese in maniera rapida, sempre con metodi da remoto.

Tra questi infatti si può indicare anche il fatto di guardare dei video in inglese, che spieghino magari degli argomenti interessanti per i più piccoli, come per esempio la realizzazione di un disegno, la spiegazione di fenomeni naturali, ma anche l’elaborazione di un esperimento o altro. Il filmato può anche essere quello relativo alla riproduzione di un cartone animato o magari di una serie TV per bambini. L’ideale sarebbe lasciare in bella vista, almeno per le prime volte, i sottotitoli, in modo che lo studente potrà associare la pronuncia alla parola che comparirà sulla schermata.
Ancora meglio poi se si opta per film d’animazione o video in cui i protagonisti cantano. Le melodie infatti possono essere memorizzate in maniera ancora più rapida e fissate ancora più facilmente nella mente dei piccolini. Questo aiuterà quindi loro a ricordare i termini in lingua inglese. Tra gli elementi online che si possono sfruttare poi per aiutare il piccolo pubblico a imparare in modo veloce l’idioma in questione ve ne sono anche altri da poter menzionare.

I giochi
 
Tutto dovrà sembrare un gioco, proprio perché in questo modo non solo il piccolo si divertirà, ma avrà modo anche di evitare di considerare con astio, come un obbligo, l’attività di apprendimento. I giochi online interattivi e in lingua inglese sono numerosi, perché sono tanti i siti web che li mettono a disposizione degli utenti. In più un altro metodo utile può essere il fatto di giocare tramite videochiamata con qualche parente che sia un parlante madrelingua o che comunque conosca la lingua alla perfezione. Si può chiedere infatti a questa persona di connettersi da remoto, avviando così una sorta di lezione con il bambino, che dovrà rispondere a quiz e giocare oppure indovinare qualche termine in inglese o magari scrivere una parola in lingua su un pezzo di carta e poi mostrarlo all’interlocutore, attraverso la telecamera. In questo modo tutto sarà semplice e soprattutto tale idea potrà essere divertente anche per i più piccoli.

In alternativa, tra i giochi online che si possono svolgere vi sono anche quelli che possono essere organizzati tra compagni di classe, sempre con videochiamate, in modo che il bimbo si confronterà anche con altre persone della sua età, sempre in presenza di un adulto dotato di una certa preparazione sulla lingua inglese, in modo che lo stesso potrà fare delle correzioni, nel momento in cui i due bambini commetteranno errori di pronuncia o di scrittura.

Certamente, tra tutte le varie soluzioni, quella del corso in lingua è la più adeguata, anche perché in questo modo si potrà fare riferimento a un tutor che sappia guidare il bambino e sappia garantirgli una preparazione completa, che non verta solo sulla grammatica, ma anche sulla scrittura di testi, sulla pronuncia, nonché sull’elaborazione di dialoghi e conversazioni. Imparare l’inglese fin da piccoli è senza dubbio un’esperienza positiva, proprio perché ormai la lingua in questione è conosciuta da un numero elevatissimo di persone in tutto il mondo e perché tra l’altro saperla usare rappresenta una buona opportunità per addentrarsi al meglio nel mondo del lavoro. Come si è visto, vi sono quindi diversi consigli che si possono seguire per aiutare il bambino ad apprendere in modo che egli si diverta e così da rendere ancora più rapido il suo percorso di studio relativo alla lingua inglese, anche se il corso online è uno dei metodi migliori.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Societa' - Articoli Recenti
Forzano porta e rubano soldi: fermati..
Due stranieri senza documenti si sono introdotti nella notte in un bar in via Emilia Est. ..
06 Ottobre 2022 - 02:17
Covid in Emilia Romagna, nuovo balzo ..
Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 37,3%
05 Ottobre 2022 - 16:15
Corso Canalchiaro, i lavori si ..
L'estensione dei cantieri fino a via dei Servi e fino a novembre sta complicando la ripresa ..
05 Ottobre 2022 - 16:10
Film Ferrari, riprese in piazza Roma,..
Vie principali di accesso tutte interdette, molte anche ai pedoni. Fermate bus soppresse, ..
05 Ottobre 2022 - 14:50
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39