Caf Italia
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Caf Italia
articoliSocieta'

Leggere e sicure. Il boom delle case in legno

La Pressa
Logo LaPressa.it

FederlegnoArredo si propone di fornire gli opportuni strumenti al progettista e a tutta la filiera garantendo possibilità di soddisfare i requisiti di sicurezza


Leggere e sicure. Il boom delle case in legno

Le casette di legno vengono associate ai grandi terremoti che hanno colpito il centro Italia. Ma silenziosamente, e al di là delle ricostruzioni imposte dai disastri compiuti dalla natura, il mercato delle abitazioni in legno è un trend in crescita e con ritmo regolare, in cui l’Italia è al quarto posto in Europa dietro a Germania, Regno Unito e Svezia. Gli edifici realizzati con le tecniche della bioedilizia costituiscono un segmento di mercato molto importante per l'edilizia del nostro Paese. È un comparto a cui si rivolgono giovani coppie, consumatori attratti dalla compatibilità ambientale, Comuni per l'edificazione di nuove scuole bioenergetiche e molto più sicure dal punto di vista sismico.

Gli ultimi dati disponibili sono quelli del secondo Rapporto Case ed Edifici in Legno del Centro Studi Federlegno Arredo Eventi, risalgono al 2017 su riscontri del 2015 (la terza edizione del report è attesa a primavera 2019) e ci dicono che allora erano state realizzate 3.


400 nuove case prefabbricate in legno (7% sul totale dei permessi di costruire nel 2015).

Ecco perché sempre più persone si stanno avvicinando al mondo delle case green: sicurezza abitativa, confort abitativo e ridotto impatto ambientale sono le parole chiave di questa tipologia costruttiva. Ad attrarre sono i vantaggi che questo tipo di costruzioni sono capaci di garantire e il rispetto dei principi della sostenibilità, gli stessi edifici in legno sono competitivi in termini di costi di costruzione e sicure dal punto di vista sismico: valore molto importante considerato che l'Italia è uno dei Paesi a maggiore rischio terremoto.

Il riferimento a livello nazionale per quanto riguarda il legno e l’edilizia in legno è FederlegnoArredo, la federazione nazionale che promuove la politica industriale per il settore legno arredo italiano, collaborando regolarmente con le istituzioni più importanti a livello internazionale, nazionale e regionale.

Dal febbraio del 2017 è presieduta da Emanuele Orsini. Classe 1973, un’età giovane per le ‘presidenze’ italiane, ha alle spalle un’azienda di famiglia e la provincia emiliana (Sassuolo, Modena), dove il “fare sistema” è nel sangue. Da sempre FederlegnoArredo opera per promuovere la tipologia costruttiva in legno, evidenziandone le peculiarità in termini di sismo-resistenza, risparmio energetico, e sostenibilità, anche sul fronte della formazione tecnica.

Il tessuto produttivo della Filiera Legno-Arredo è costituito prevalentemente da PMI. L’input iniziale arriva dalle importazioni di legno, oltre che dalla produzione delle foreste italiane: il legno viene poi lavorato dalle aziende che si occupano delle prime lavorazioni. Da qui nascono i semilavorati destinati alle costruzioni o alla realizzazione di prodotti finiti dell’arredamento, delle finiture per edilizia, degli imballaggi. Nelle finiture per edilizia sono compresi i serramenti in legno, i pavimenti, le schermature solari. Il settore arredamento comprende tutte le tipologie di prodotto che arredano la casa, il bagno, l’ufficio, le collettività, gli spazi commerciali, l’outdoor, fino all’illuminazione.

FederlegnoArredo collabora attivamente con tutti gli organi di competenza, nazionali ed europee, fra centri di ricerca (CNR Ivalsa, Ente Italiano di Formazione) Istituzioni (Consiglio superiore dei lavori pubblici, ministeri) mondo universitario (Politecnico di Milano, Torino, Firenze) per diffondere competenze sull’edilizia in legno.

FederlegnoArredo ha sempre avuto una sensibilità particolare per la ricostruzione nelle aree colpite dal terremoto. La federazione si è impegnata con grande impegno per il sisma dell’Emilia nel 2014, e grazie all’impegno di tante aziende associate è stato ricostruito un Centro scolastico a Finale Emilia. Anche nelle Marche è intervenuta col progetto del Centro Socio-Sanitario e Commerciale di Montegallo (AP) per favorire il supporto della comunità locale attraverso la costruzione di un nuovo centro multifunzionale destinato a rimanere stabilmente nel tempo, con il coordinamento della Protezione Civile e della Regione Emilia Romagna. Più in generale, nel caso dell'Emilia Romagna le imprese del sistema legno hanno realizzato il 50% delle case temporanee e quasi il 70% delle scuole, mentre in Abruzzo hanno costruito 2mila appartamenti (su un totale di 4mila) del progetto Case. L'impegno non si ferma alla fase emergenziale, durante la quale le abitazioni in legno presentano il vantaggio di poter essere realizzate in tempi molto rapidi (un terzo rispetto agli edifici in altri materiali), ma si estende alla fase di ricostruzione, con molte aziende della filiera impegnata nelle aree sismiche.

Inoltre FederlegnoArredo da sempre è attiva corsi di formazione rivolti ai professionisti e a cui hanno aderito i maggiori ordini professionali. Considerando che ogni materiale è in grado di interagire con gli altri, FederlegnoArredo si propone di fornire gli opportuni strumenti al progettista e a tutta la filiera garantendo così la possibilità di soddisfare i requisiti di sicurezza disposti dalle norme tecniche delle costruzioni.

Insomma, lo stereotipo della “baita” ormai è davvero lontano e il tema al centro della crescita è l’edilizia 4.0 sostenibile che ha nel legno la materia prima e coinvolge progetto, tecnologie, materiali, aziende, formazione tecnica, certificazioni di qualità.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Societa' - Articoli Recenti
Lutto nel mondo della moda: è morto ..
Il premier Meloni: 'La nostra Nazione perde un’eccellenza di stile, decano dell’alta ..
27 Novembre 2022 - 08:52
Malattie Infiammatorie Croniche ..
Al forum Monzani e in diretta social, una giornata di informazione organizzata dalla ..
26 Novembre 2022 - 22:47
Non una di meno: l'odio femminista ..
Volantini e striscioni minacciosi contro il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni
26 Novembre 2022 - 19:16
Tragedia a Ischia, frana a ..
Ci sono 20-30 nuclei familiari isolati e una decina di immobili crollati
26 Novembre 2022 - 11:36
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39