La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliChe Cultura

La s-mobilitazione pro cavallo

La Pressa
Logo LaPressa.it

La mostra 'Il Manichino della storia' non ha lasciato alcuna traccia, se non il risibile numero di visitatori


La s-mobilitazione pro cavallo

Recentemente una nota di cronaca, non nuova a dir il vero, ci informa del rinnovo fino al 31 dicembre della convenzione gratuita per la scultura equestre a ricordo della fallimentare mostra (non solo) per le casse cittadine del famoso “Manichino della Storia”, ideata dalla sera alla mattina per valorizzare e promuovere il collezionismo privato e “milionario” modenese. Non ha lasciato alcuna traccia, se non il risibile numero di visitatori. Avuto con lo sconto del tre per due, ingressi gratis col biglietto Seta, e presentando lo scontrino della spesa effettuata presso il supermercato… amico. Si ricorderà che in tandem fummo allietati dai ”Giardini del gusto”, l’allestimento sulle eccellenze gastronomiche, fu ospitato nella Palazzina Vigarani, una delle sedi espositive della Galleria Civica che per l’occasione “ghiotta” fu espropriata, l’allora direttore Pierini si dimise. Comunque, l’appendice nostrana all’EXPO 2015 “Nutrire il pianeta. Energie per la vita”, non ha saputo esprimere nulla e di fattivo come contributo , alla domanda pressante è non più ineludibile del tema. Sostanzialmente l’iniziativa si è risolta in una banale promozione commerciale dei prodotti enogastronomici locali, il cui richiamo unito a quello della rassegna delle private collezioni, avrebbe dirottato senza dubbio da Milano, sede ospite della esposizione internazionale, migliaia di visitatori sui nostri lidi. Le uniche migliaia in cifre a noi pervenute sono l’aver speso 800.000 euro.

Indubbiamente fallimentare la doppia proposta messa in campo dalla cosa pubblica. Così non è stato invece sia per il proprietario dell’opera che scalcia, affinchè si acquisti il fiero destriero, essa è stata un’operazione molto proficua in termini di visibilità (gratuita) con il conseguente aumento valoriale anche per i collezionisti prestatori delle opere per il dispendioso vernissage. Codesta notiziola, della proroga gratuita, di cui il “cavallo “, muto e immobile, è l’ultimo e unico testimone rimasto, l’eredità di una kermesse che è stata messa in scena, non in modo indolore, e del quale stiamo ancora pagandone il dazio. In tutta sincerità, non è più il tempo dei monumenti o sculture come arredi, quel tempo è tramontato, mentre il “fiasco” dell’intera iniziativa dal gusto al manichino… come “apogeo” permane.

Perché oltre ai numeri impietosi, in termini di pubblico e di incassi a fronte del salasso per la cassa pubblica di oltre 550.000 Euro, che sono una parte dell’azione e risultato da considerare, il resto del tutto è quale ricaduta c’è stata? Come sedimento e propagazione oggettiva di collegamento e ideazioni, nate a seguito della prima, con altro realizzato anche con diverse realtà culturali cittadine, al netto del solo e momentaneo clamore e curiosità che l’evento delle private collezioni ha suscitato? Nessuna traccia si diceva . Non si è stati capaci di avviare un dialogo costruttivo, perché alla base manca l’ingrediente primario: l’assenza di visione d’insieme e a lungo termine.

E cosa incredibile oltre che sconcertante, a fronte di lapalissiani non risultati, è l’appello rivolto a ipotetici sponsor alquanto recalcitranti, lanciato dal nostro sindaco, affinchè si facciano avanti con una colletta per acquistare l’opera. A quanto pare a detta del proprietario se ne separerà in cambio del solo costo di realizzazione, 300.000 euro.

Come mai il nostro sindaco non lanciò lo stesso accorato appello per sponsorizzare il passato evento, che è stato un insucesso epocale, costato una e più botte d’olio? Rispettosamente suggeriamo di richiamare i numerosi e pronti di allora collezionisti, cui la comunità ha fatto un grande regalo, in soldoni pubblici, e in virtù di ciò, siamo sicuri che saranno ugualmente prontissimi nel rispondere all’appello, con la stessa generosità prodigata nei loro confronti.

Franca Giordano



Franca Giordano
Franca Giordano

Attenta, curiosa e frequentatrice del mondo artistico e culturale della città, lo seguo attivamente e con molto interesse nell’evoluzione dei suoi grandi progetti culturali.<..   Continua >>



Articoli Correlati
Vasco la mostra, fino al 3 luglio a Modena
Pressa Tube
30 Giugno 2017 - 14:25- Visite:7880
Bottura, lo chef da omaggiare e l'uomo politico criticabile
Il Punto
21 Giugno 2018 - 18:04- Visite:2231
'Mostra Mutina splendidissima... e carissima, un flop da 666mila euro'
Che Cultura
22 Ottobre 2018 - 10:57- Visite:1607
Bulgarelli, da presidente Seta a curatore di mostre sulla architettura
Il Punto
19 Dicembre 2018 - 07:39- Visite:1313
Esposizione internazionale canina: a Modena 200 razze da ammirare
Societa'
29 Dicembre 2018 - 13:41- Visite:1273
Mutina splendidissima ultimo atto: inaugura la mostra
Che Cultura
23 Novembre 2017 - 15:31- Visite:1115
Che Cultura - Articoli Recenti
L'esodo dei migranti negli scatti di ..
Giovedì 23 gennaio alle 21 al Multiplo di via della Repubblica a Cavriago con Pierluigi ..
19 Gennaio 2020 - 13:33- Visite:146
Francesca Alinovi, un genio da ..
Al Teatro Drama proiezione del documentario 'I am not alone anyway' curato da Veronica ..
12 Gennaio 2020 - 15:05- Visite:1021
ll 13 gennaio torna a Mirandola Spira..
Con la Sinfonia 2 in re maggiore del grande compositore tedesco, del quale ricorre nel 2020 ..
10 Gennaio 2020 - 14:27- Visite:514
L’Ago (spina) del Sant’Agostino
Altra cosa che merita attenzione è il mantenimento dello spazio espositivo privato del ..
10 Gennaio 2020 - 12:41- Visite:954


Che Cultura - Articoli più letti


18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:13919
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:12613
Diagnosi dell’ictus ischemico: ..
Baggiovara è il primo ospedale in Italia dove è stato installato questo software ..
13 Luglio 2018 - 11:24- Visite:12506
Vasco, forse era giusto così...
Da sempre mi assilla il senso del tempo. Vasco in questo ha dato voce a molte mie paure, ..
02 Luglio 2017 - 20:04- Visite:12286