Omnispower
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
rubricheRuote Libere

Seta, arrivano le body cam sui bus contro i portoghesi

La Pressa
Logo LaPressa.it

Bulgarelli: 'Abbiamo verificato preventivamente la rispondenza di queste procedure alla normativa vigente in materia di tutela della privacy'


Guarda i nostri video in anteprima, Iscriviti al nostro canale YouTube !

Furbetti dei biglietti, abusi degli stessi 'portoghesi' contro i controllori al momento del controllo, false generalita' in serie tra i piu' giovani e non solo. Seta, la spa dei trasporti pubblici di Modena-Reggio-Piacenza, vuole combattere tutto questo e, prima azienda in Italia nel suo genere, si dota di nuovi deterrenti: arriva in primis una piccola telecamere digitale, una body cam, a disposizione di tutti e cinquanta i controllori in forza all'azienda tra interni e ed esterni (societa' Holacheck), e a quanto pare a prova di privacy. Contro le false generalita', invece, vengono schierate le foto digitali. Si partira' con i nuovi 'occhi' anti-evasori il 15 settembre, all'avvio del servizio invernale 2017-2018, e l'obiettivo per Seta 'non e' quello di denunciare, ma di prevenire i comportamenti scorretti'. Quelli che hanno tenuto banco anche ultimamente, seppur l'azienda assicuri che il fenomeno e' sotto controllo.


Ne parlano oggi in conferenza stampa a Modena nella sede di Seta il presidente Vanni Bulgarelli e il direttore generale Roberto Badalotti, precisando di aver ottenuto un accordo specifico coi sindacati sui nuovi strumenti. Le body cam in ballo, applicabili direttamente sulla divisa dell'accertatore, possono registrare fino a nove ore di filmato ad alta definizione full hd: sono impermeabili e registrano anche in condizioni di scarsa luminosita', presentano un angolo di visuale di 110 gradi ed un'autonomia di otto ore. I filmati acquisiti vengono criptati in chiave hw, lo sblocco e' possibile solo da parte del personale Seta autorizzato ed abilitato. 

 Le norme sulla privacy prevedono che le videoregistrazioni possono essere conservate per un massimo di 24 ore: se entro questo lasso non interviene, da parte dell'Autorita' giudiziaria o delle Forze dell'ordine, una richiesta di acquisizione delle immagini, le stesse devono essere cancellate.

'Diventa quindi indispensabile, per un utilizzo proficuo, la fattiva collaborazione da parte dell'utenza che, in caso di contenzioso o altra necessita', deve attivarsi tempestivamente nelle Autorita' competenti', e' il messaggio che manda l'azienda a chi tra i passeggeri avesse un domani contestazioni o altro da chiarire. In questo quadro, arriva anche un aiuto contro chi, pizzicato senza titolo di viaggio, fornisce o continua a fornire false generalita' al controllore (che in quel momento e' un pubblico ufficiale). Se l'utente trovato sprovvisto del biglietto puo' (non da oggi) rifiutarsi di esibire un documento di identita' e fornire i propri dati tramite autocertificazione, in questi casi il personale di verifica Seta alleghera' alla sanzione una fotografia dell'utente multato, realizzata digitalmente tramite gli smartphone-tablet in dotazione. Le immagini cosi' acquisite saranno conservate da Seta, 'nel rispetto dei termini di legge', ed utilizzate, di nuovo se richiesto dall'Autorita' giudiziaria o dagli organi di Polizia, per testare che non ci siano scherzi sull'effettiva identita' (anche il destinatario di un verbale ritenuto illegittimo puo' farne richiesta). 

L'impiego dei nuovi strumenti, body cam e foto digitali, integra in realtà i sistemi di videosorveglianza gia' presenti su tutti i mezzi Seta in servizio, le cui riprese nel caso sono disponibili fino a cinque giorni. Assicura tra l'altro Bulgarelli: 'Abbiamo verificato preventivamente la rispondenza di queste procedure alla normativa vigente in materia di tutela della privacy, l'utilizzo delle videoregistrazioni e delle foto digitali da parte di Seta avverra' nel pieno rispetto di ogni prescrizione di legge'.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Omnispower

Ruote Libere - Articoli Recenti
'Albo Autotrasportatori, le vecchie ..
'Al ministro Salvini rinnoviamo l'appello ad allargare l'ascolto al di fuori degli incontri ..
29 Gennaio 2023 - 13:55
'Superstrada Fi-Pi-Li a pagamento: ..
Giannasi (Ruote Libere): 'Davvero davanti a un balzello complessivo da 14 milioni all'anno ..
19 Gennaio 2023 - 19:01
'Superstrada FI-PI-LI a pedaggio: si ..
Alessandro Giannasi, imprenditore toscano dell'autotrasporto e componente dell'ufficio di ..
15 Gennaio 2023 - 18:03
'Caro carburante, discorso premier: ..
Cinzia Franchini (Ruote Libere): 'Per questi imprenditori, spesso monoveicolari, la prima ..
11 Gennaio 2023 - 14:51
Ruote Libere - Articoli più letti
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50
Green Pass nei trasporti, svolta dal ..
Il testo precisa che fino al 31 dicembre 2021 si applicheranno le disposizioni contenute del..
14 Ottobre 2021 - 17:27
'Green pass e autotrasporto: è ..
Ruote Libere: 'Noi avevamo preventivato questo esito, ma resta il danno di immagine che chi ..
27 Settembre 2021 - 14:29
'No Green Pass, gli autotrasportatori..
'Le critiche al green pass possono essere mosse da ciascuno, ma farne una battaglia di ..
25 Settembre 2021 - 12:14