La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliChe Cultura

Estate in Appennino: a Frassinoro frequenze d'alta quota

La Pressa
Logo LaPressa.it

22, 29 luglio e 5 agosto. Tre venerdì sera da non perdere a Frassinoro, tra musica, narrazione e comunità. In piazza Miani, con accesso gratuito


Estate in Appennino: a Frassinoro frequenze d'alta quota

Arriva la prima edizione della rassegna “Frequenze d’alta quota”, una kermesse che mette in cartellone tre appuntamenti tutti da assaporare nel centro storico di Frassinoro. Tra musica, street food, ottima birra, negozi aperti e la voglia di vivere la propria comunità o, se si è turisti, scoprire un territorio che ha molto da regalare a livello paesaggistico e storico.

Il festival, organizzato dal Comune di Frassinoro in collaborazione con la Scuola di Musica e la Proloco, conta sulla direzione artistica del leggendario studio Esagono di Rubiera, ed è stato realizzato anche grazie al prezioso contributo della Fondazione di Modena.

La manifestazione inizia venerdì 22 luglio. Quello con The Fermi Paradox è un appuntamento davvero inedito e assolutamente interessante, che vede la commistione tra la divulgazione scientifica, curata da Michele Vallisneri astrofisico del Jet Propulsion Laboratory della NASA che illustrerà le ultime scoperte NASA in ambito estrasolare, e la musica d’ambiente, con la sonorizzazione dal vivo dei compositori Giovanni Amighetti e Luca Nobis.
Michele Vallisneri è astrofisico al Jet Propulsion Laboratory della NASA e al California Institute of Technology, entrambi a Pasadena in California e da tempo è protagonista di serate divulgative come questa, con lo spirito di supportare la divulgazione scientifica coinvolgendo chi effettivamente lavora sul campo alcune delle ricerche esposte nella serata sono: la natura del tempo, il paradosso di Fermi ovvero i mondi ospitali per la vita nell'universo, le ultime fasi di vita delle stelle di neutroni e le deformazioni dello spazio-tempo. Il progetto é nato da un’idea di Giovanni Amighetti, con la produzione artistica di Stefano Riccò e la partecipazione di musicisti di calibro internazionale come  David Rhodes (chitarrista Peter Gabriel), Roger Ludvigsen (chitarrista Mari Boine), Paolo Vinaccia, Jeff Coffin (Dave Matthews Band), Wu Fei, Gabin Dabiré.  Sul palco di Frassinoro si esibiranno  Giovanni Amighetti, Luca Nobis, Roberto Chiga.

Serata più tradizionale, ma non meno interessante, in occasione del 29 luglio. Sul palco Debora Petrina fenomenale musicista, polistrumentista, performer, danzatrice e compositrice. Vincitrice del Premio Ciampi nel 2007 e produttrice stimata nell’ambito jazz e sperimentale contemporaneo, Petrina è compositrice, cantautrice, pianista, tastierista, chitarrista, e altresì danzatrice, performer e scrittrice. Stimata da David Byrne, che ha spesso pubblicato i suoi brani nelle sue radio playlist, ha ricomposto un brano di John Cage, la cui partitura è ora pubblicata worldwide dalle Edition Peters (NYC) con il doppio nome Cage/Petrina e il nuovo titolo Roses of the Day, per voce e pianoforte.

 In occasione dell’ultimo appuntamento, il 5 agosto, si terrà una serata che coinvolgerà anche i musicisti locali. Nome principale in cartellone è quello di Plasì: solo due date italiane estive per questo elegantissimo songwriter greco/svedese celebre in tutto il mondo per i numerosi brani finiti nella serie tv Grey’s Anatomy. Capace di far sognare l’ascoltatore con la potenza espressiva della sua chitarra e la sua voce unica. Dal suo EP di debutto Now & Then (2016), il cantautore greco svedese Plàsi ha colpito la scena folk internazionale con il suo fascino romantico, guadagnando oltre 70 milioni di stream, esibendosi anche presso il parlamento europeo. Sul palco ci saranno anche i musicisti selezionati dalla scuola di musica di Frassinoro che avranno occasione di incontrare questo straordinario musicista e di misurarsi con una platea di grande importanza.

“Questo festival rappresenta la realizzazione di un progetto partito tanto tempo fa – spiega il sindaco di Frassinoro Oreste Capelli – dato che la prima ipotesi è partita dalla scuola di musica, una realtà molto importante che coinvolge una cinquantina di ragazzini del territorio, non solo del comune. Grazie ai rapporti con lo Studio Esagono siamo stati in grado di intercettare il bando MiMO (Mi Metto all’Opera) per realizzare il festival. La scuola di musica è una risorsa per il territorio e l’amministrazione ha cercato in tutti i modi possibili di sostenerla, cercando, al di là dei fondi del bando, di aumentare l’interesse dei giovani nei confronti della musica. In questo senso ringrazio Marco Marcolini, direttore della scuola di musica, che negli anni è riuscito a portare a Frassinoro importanti musicisti della scena rock italiana. Da tempo – prosegue Capelli – ragioniamo sulla possibilità di offrire al territorio appuntamenti diversi dalle rievocazioni matildiche, detto ovviamente senza polemica, dal momento che si tratta di manifestazioni di grande importanza. Però quest’anno abbiamo cercato di investire sulla musica per i giovani, cercando di differenziare le proposte. La prima serata sarà proiettata verso le stelle, con Vallisneri che ci racconterà il cosmo, mentre la seconda serata, con protagonista femminile, sarà dedicata all’altra metà del cielo. Mentre il terzo e ultimo appuntamento vedrà la scuola di musica recitare una parte importante nell’esibizione. Il messaggio potrebbe essere: vi abbiamo mostrato un bel pezzo dell’universo musicale più moderno, ora dateci la vostra interpretazione. Dal mio punto di vista – conclude il sindaco - credo molto in questo festival perché credo nel potenziale della musica e nel potenziale dei giovani. Pensiamo sia un modo per attivare il territorio anche al di fuori del nostro comune. Vi invitiamo a partecipare”.

Tutte le serate di Frequenze d’alta quota sono ad ingresso libero, iniziano alle 21 e si tengono in Piazza Miani. Per maggiori informazioni www.frequenzedaltaquota.it/


Nella foto, Debora Petrina, protagonista del secondo appuntamento del 29 luglio



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Che Cultura - Articoli Recenti
Corsi di teatro per ragazzi, e non ..
Presentate le attività per l’anno accademico 2022/2023, per bambini (9-13 anni), ragazzi ..
19 Settembre 2022 - 18:20
Festival Filosofia: il tema ..
L'annuncio, nel pomeriggio di oggi, al termine dell'edizione 2022 chiusa con partecipazione ..
18 Settembre 2022 - 18:17
Cacciari: 'La perfezione della norma ..
Il filosofo oggi pomeriggio a Carpi. E sul referendum: 'Il tema non era stato spiegato e ..
17 Settembre 2022 - 23:38
La luce e la tenebra, il nuovo ..
La luce e la tenebra si basa su una serie d’indovinelli sulla falsariga di quelli che ..
17 Settembre 2022 - 18:14
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10
Anche Modena piange l'arciduchessa ..
Nella Chiesa di San Vincenzo in centro a Modena si terrà una recita del Santo Rosario
14 Gennaio 2022 - 17:17