La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliIl Punto

Tragedia assurda, che preoccupa come la favola del 'miglior sistema possibile'

La Pressa
Logo LaPressa.it

La difesa preventiva del Direttore USL Annicchiarico e l'eco dei tecnici sanitari che nel giugno scorso dissero che 20 minuti senza intervenire potevano portare al dramma.


Tragedia assurda, che preoccupa come la favola del 'miglior sistema possibile'

Ciò che dopo l'incredulità e lo sgomento ha colpito nella lettura della nota stampa dell'USL, uscita 12 ore dopo il tragico fatto a cui si riferiva (forse perché doveva comprendere anche l'intervento diviso tra il difensivo e l'accusatorio dell'Ausl stessa), sono state le parole del direttore Generale Massimo Annicchiarico. Così sicuro nell'affermare, da subito, di 'avere offerto la miglior assistenza possibile alla mamma ed al suo bambino'. Talmente sicuro (o forse insicuro) da affermare, di fronte ad una morte di un neonato che ammutolisce e annichilisce, che quel caso stesso conferma che 'il sistema è in grado di offrire l'assistenza adeguata in centri qualificati'. Con tanto di riferimento e difesa preventiva rispetto ad una 'strumentalizzazione' che avrebbe accompagnato la discussione sul tema dei punti nascita. 

Sinceramente crediamo che nessuno metta in dubbio l'impegno, la professionalità e la qualità dell'operato degli staff di specialisti che si sono trovati a gestire quella drammatica emergenza. Così come crediamo che nessuno metta in dubbio, con rispetto, il dramma umano che certamente ognuno di loro avrà attraversato in questa tragica domenica, e attraverserà domani e forse dopodomani. Ma crediamo anche, quello sì, che qualche domanda possa e debba esigere delle risposte. Non immediate, ma ragionate. Lo speriamo. Perché forse quel sistema perfetto, stimato Dr. Annicchiarico, forse così perfetto non è. E non tanto in riferimento a ciò che è stato fatto all'ospedale di Sassuolo (che la nota Usl riporta anche nel dettaglio dei minuti dei singoli interventi fino al tragico epilogo), ma ciò che è stato fatto, o non è stato fatto (anche perché magari non si poteva fare), nelle ore che hanno preceduto l'arrivo all'ospedale di Sassuolo. E qui i riferimenti agli orari di intervento e del trasporto, non ci sono. Trenta? Quaranta? Cinquata minuti? Certamente tanti, sicuramente di più di quei 20 o 25 che nel giugno scorso i tecnici chiamati ad esprimersi in Conferenza socio-sanitaria sull'ospedale di Pavullo avevano indicato come tempo massimo per sfociare, proprio nel caso di distacco di placenta in paziente con gravidanza fisiologica, nella certezza del dramma. In quel contesto gli esperti portarono il caso del distacco di placenta gestito in 13 minuti, in una struttura attrezzata e sicura, con mamma e bimbo in buone condizioni, specificando che 5 minuti in più avrebbero potuto generare il dramma. Fecero l'esempio dei 13 minuti per sostenere che ciò sarebbe stato possibili in una struttura attrezzata ma non dissero che quelle strutture vanno raggiunte. E per le donne di Fiumalbo o Pievepelago quei 5 minuti in più sono 10 o 20 volte in più, per avere quelli che dividono l'alta montagna e  Sassuolo. Su questo servono risposte.

Perchè quella morte e quella perdita meritano il rispetto di chi si pone delle domande su ciò che non ha funzionato e non delle risposte affrettate per dire che tutto ha funzionato.

Quanto tempo è passato dalla chiamata al 118 all'arrivo all'ospedale di Sassuolo? Il tempo trascorso per il trasporto da Pavullo a Sassuolo ha inciso sull'epilogo? Il sistema di sicurezza che i tecnici Ausl hanno assicurato  anche in termini di gestione di emergenza urgenza all'interno dell'ospedale di Pavullo, per quelle circa 40 donne previste mediamente all'anno, residenti nei comuni dell'alta montagna, che a causa della distanza potrebbero incontrare difficoltà nel raggiungere il punto nascita di Sassuolo, contemplava questo anche genere di urgenze? Se il punto nascite di Pavullo fosse stato aperto quella donna sarebbe stata portata li? E perché è stata portata a Sassuolo dove non c'è il reparto di neonatologia?

Domande semplici per i tecnici abituati ad organizzare sistemi complessi. Domande che hanno bisogno di risposte semplici. A volte anche solo un Si o un No. Per trovare soluzioni migliori ad un sistema che oggi piange la morte di un bambino e che semplicemente per questo perfetto non è.

Gianni Galeotti

Foto archivio, non collegata ai fatti in oggetto


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
La Nera
18 Febbraio 2018 - 22:39- Visite:38582
Case riposo provincia di Modena: i dati che certificano una apocalisse
Societa'
21 Aprile 2020 - 09:04- Visite:25241
La mappa dei contagi: 11 nuovi casi a Carpi, 14 a Formigine
La Provincia
27 Marzo 2020 - 18:49- Visite:24895
La mappa dei contagi nel modenese: 9 casi in città, 3 casi a Polinago
La Provincia
17 Aprile 2020 - 18:18- Visite:23336
La mappa dei nuovi contagi: 6 casi a Carpi, 2 a Castelvetro e Fiorano
Societa'
17 Marzo 2020 - 18:19- Visite:19605
'Neonato morto: col punto nascite di Pavullo aperto, rischio ridotto'
La Provincia
02 Novembre 2017 - 20:41- Visite:17637
Il Punto - Articoli Recenti
Modena, la giunta si autocelebra. Il ..
In fondo si trattava di una festa di partito e, qui a Modena, non si sa bene dove finiscano ..
16 Settembre 2020 - 23:30- Visite:757
Covid, l'Oms mette al bando ..
Una buona notizia perchè, forse, da domani verrà posto un freno alle foto di rito di ..
13 Settembre 2020 - 21:49- Visite:1638
'Non sopporto improvvisazione': l'ego..
Bonaccini sfida il capogruppo Lega a un confronto: 'Un consiglio: si prepari molto bene, ..
08 Settembre 2020 - 19:02- Visite:2518
La destra si può battere. Ma ..
Nel segreto della sua stanza, prega gli dei della politica di aprire il tempo della ..
05 Settembre 2020 - 11:29- Visite:2449

Onoranze funebri Gibellini

Il Punto - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:61817
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:55591
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:31857
Decreto antivirus demolito in 12 ore:..
Nessun limite agli spostamenti, treni regolari in ingresso e uscita, deroga dopo le 18 per i..
08 Marzo 2020 - 22:41- Visite:28682