Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

Un albero per i primi 60 anni di Federazione dei Benzinai Confesercenti

Data: / Categoria: Politica
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

L'associazione di rappresentanza nata a Modena si è riunita oggi per celebrare. Giberti (presidente provinciale): 'Esisteremo sempre, continueremo a distribuire energia'


Un albero per i primi 60 anni di Federazione dei Benzinai Confesercenti
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Con un pizzico di sana malinconia, nella sala conferenze della sede provinciale di Modena di Confesercenti, scorrono le immagini delle prime grandi pompe di benzina. Ad illustrarle, ricordandone le giornate i lavoro, Franco Giberti, Presidente provinciale Faib (Federazione Autonoma dei benzinai) Confesercenti. L'occasione è quella dei sessant’anni dalla costituzione della Federazione autonoma dei benzinai di Confesercenti. Celebrati Venerdì 27 con una incontro con i massimi dirigenti nazionali della categoria, le premiazioni dei gestori storici e l'omaggio alla città con una donazione arborea e la premiazione dei gestori storici modenesi. 

Durante gli anni Sessanta, quelli del miracolo economico italiano e della motorizzazione di massa, nasce proprio a Modena la Faib, la Federazione autonoma italiana dei benzinai. 
'A sessant’anni esatti dalla nascita della Faib, - spiega Franco Giberti, Presidente Provinciale Faib Confesercenti Modena - non potevamo non ricordare quei giorni wuando, all’ombra della Ghirlandina nacque la Federazione nazionale e dove oggi continua ancora il lavoro sindacale dell’associazione insieme al gruppo dirigente di Faib che si occupa quotidianamente dei problemi della categoria'.

Faib Confesercenti, dagli anni sessanta ad oggi: come si è evoluto il settore
Era il 6 ottobre del 1963 e a Modena si teneva un convegno nazionale di gestori di pompe di benzina. In quei giorni grazie alla volontà, all’impegno e al sacrificio di un gruppo di gestori della Liguria, della Lombardia, del Piemonte, della Toscana e dell’Emilia Romagna è nata l’idea di dare vita ad un’organizzazione autonoma. Da quel momento da Modena è partita la Federazione autonoma dei benzinai. Federazione che negli anni è cresciuta e che, fin dal momento della sua costituzione si è occupata di tutelare i diritti dei gestori degli impianti di carburante. In questi 60 anni il settore ha avuto una evoluzione notevole, sono cambiate le modalità di lavoro e le tecnologie degli impianti.

 Prima del 1970 i contratti per la gestione dei chioschi per la distribuzione di carburante erano di durata limitata e gli orari di esercizio andavano dal mattino presto alla sera tardi, tutti i giorni tranne la domenica. Proprio il giorno di festa era l’unico in cui era possibile fare le riunioni nazionali.
Questa usanza di riunirsi di domenica è rimasta in vigore per tutti gli anni novanta. Oggi invece la classica pompa di benzina si è trasformata in una vera stazione di servizio che al suo interno magari ha anche un punto vendita, un ristorante, un bar e una tabaccheria.

'Quello che vogliamo rievocare oggi - continua Giberti - è un momento della nostra storia che arriva dopo la giornata di celebrazioni che si è tenuta a Roma nelle scorse settimane e dove sono stati premiati vari gestori provenienti da tutta Italia e anche dal territorio modenese. 

Premiazioni che abbiamo voluto ricordare e celebrare anche qui a Modena per riconoscere a questi nostri gestori storici l’importanza del loro lavoro al servizio degli automobilisti e dei cittadini più in generale. Un lavoro di pubblica utilità che abbiamo vissuto sulla nostra pelle durante la pandemia, quando lo Stato ci ha chiamato, a nostro rischio e pericolo, senza fornirci i presidi  di protezione necessari,  a garantire la mobilità dei mezzi di soccorso e di pubblica utilità'.



La pianta e la targa: una donazione alla città per ricordare la fondazione della Faib Per ricordare questi sessant’anni di lavoro e impegno, Faib Nazionale ha voluto donare alla città di Modena una pianta affiancata da una targa, situata in Via Santi 40 per ricordare la costituzione dell’associazione con su scritto 'A ricordo del 60esimo anniversario della fondazione, F.A.I.B. Confesercenti donò questo albero alla città di Modena che tenne a battesimo la sua costituzione'.

'È stato scelto un albero - spiega Giberti - perché è un gesto semplice ma importante, perché è un piccolo passo per l’ambiente ma ha anche un grande significato simbolico: un albero ha radici profonde e solide ma guarda al futuro così come sta facendo la nostra Federazione di categoria'.
  
Alla cerimonia hanno partecipato, oltre ai vertici provinciali dell’associazione anche quelli nazionali di Faib, il Presidente Nazionale Faib, Giuseppe Sperduto, il Dirigente Nazionale Gaetano Pergamo e il Coordinatore Nazionale Pietro di Paolantonio. 

'Oggi rievochiamo a Modena - commenta Giuseppe Sperduto, Presidente Nazionale Faib Confesercenti - la nascita della Federazione. Una storia lunga sessant’anni che oggi, con grande impegno, continua a portare avanti le istanze dei gestori degli impianti di carburante. Attualmente la Federazione è tra le più rappresentative della distribuzione carburanti e siamo arrivati fino a qui grazie a decine di migliaia di gestori che hanno aderito alla Faib e alla sua visione, rendendo l’associazione la più grande e rappresentativa realtà sindacale della distribuzione carburanti in Italia. La Federazione oggi ha ancora un grande compito davanti a sé che è quello della tutela dei gestori dei carburanti. Inoltre, sulla rete c’è oggi una grande evasione contrattuale che va contrastata in tutti i modi e proprio su questo fronte Faib è impegnata in una grande battaglia di legalità per il ripristino delle garanzie contrattuali a favore della categoria'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Acof onoranze funebri
Politica - Articoli Recenti
Paziente devasta psichiatria, Fials ..
Giuseppina Parente, referente provinciale del sindacato attacca Azienda ospedaliera e ..
18 Febbraio 2024 - 01:27
Gaza: in Consiglio passa mozione De ..
La sorpresa e la critica del consigliere di Modena Sociale: 'Di fronte al massacro non ..
18 Febbraio 2024 - 00:41
Movimento 5 stelle: senza accordo col..
Superamento dell'inceneritore, stop alla privatizzazione del welfare, sicurezza partecipata ..
17 Febbraio 2024 - 21:51
Manifestazione contro autonomia ..
'Centinaia di sindaci che stanno qua e che non hanno i soldi per l’ordinaria ..
16 Febbraio 2024 - 18:18
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58