GIFFI NOLEGGI
Negrini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

'Abbiamo chiuso i punti nascita in montagna, dispiace ma ci darete ragione'

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'Assessore regionale alla sanità Sergio Venturi fischiato dai cittadini in assemblea legislativa regionale. E ieri sera a Pavullo nel partecipato incontro organizzato dal comitato Salviamo l'ospedale di Pavullo si è rilanciata la richiesta alla Regione: 'Blocchi la decisione della commissione ministeriale, visto che può farlo'


'Abbiamo chiuso i punti nascita in montagna, dispiace ma ci darete ragione'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Contestazione pacifica, questa mattina in Regione Emilia-Romagna, dei comitati di cittadini contro la chiusura dei punti nascita di Pavullo, Castelnovo ne' monti e Borgo Val di Taro, decisa da viale Aldo Moro dopo che la commissione nazionale ha respinto la richiesta di deroga. Prima dell'inizio della seduta dell'Assemblea legislativa, i comitati si sono presentati con striscioni e cartelli per protestare davanti alla sede della Regione. Poi sono entrati in aula e hanno dato voce al loro malcontento rumoreggiando e fischiando in qualche caso l'assessore regionale alla Salute, Sergio Venturi, che ha risposto alle varie interrogazioni presentate da Lega nord, M5s, Sinistra italiana e Pd. Con Sinistra Italiana e M5S che hanno chiesto la revoca della chiusura e, in caso contrario, alla Regione di assumersi la responsabilità della chiusura stessa.


In aula, Venturi ha assicurato di aver 'fatto tutto quello che potevamo.

Mi dispiace profondamente per l'esito finale, oggi non e' una giornata felice per nessuno'.  Per poi aggiungere: 'Fra qualche anno riconoscerete che abbiamo avuto ragione'.  Frase che scatena le proteste dei comitati, seduti nella parte riservata a pubblico in Assemblea legislativa. L'assessore ribadisce quindi le ragioni della chiusura dei tre punti nascita. 'La sicurezza delle madri e dei bambini e' l'unica cosa che ci e' sempre importata', afferma Venturi, che ricorda come nei tre ospedali di montagna non si raggiunge il limite dei 500 parti all'anno 'e non sara' possibile farlo da qui ai prossimi 20 anni', visto il trend in calo della natalita'. 'C'e' un parto ogni tre o quattro giorni', sottolinea Venturi. Di conseguenza, le attuali strutture 'sono indatte a fronteggiare eventuali emergenze e a garantire sia la sicurezza di madri e bambini sia le competenze dei professionisti'. 

Una risposta indiretta anche ai comitati che a Pavullo in un incontro organizzato da Salviamo l'ospedale di Pavullo ha ribadito il no alla chiusura chiedendo alla Regione di esprimere ciò che è in suo potere, ovvero bloccare la decisione del Ministero della sanità. I comitati temono che la chiusura del punto nascite sia il funzionale più che ad un potenziamento ad un graduale smantellamento dell'ospedale. 

 


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Articoli Correlati
Pavullo: 'Ecco come hanno svuotato l'ospedale'
La Provincia
26 Settembre 2021 - 10:12
Ospedale di Pavullo, riapre l'area Covid
La Provincia
06 Novembre 2020 - 17:14

Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi cosìtanto tempo che..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Quelli di Prima - Articoli più letti
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06