La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

La mafia nigeriana continua a fare affari in Emilia

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'ultimo rapporto dell'Osservatorio sulla criminalità organizzata dell'Università di Milano ne conferma la presenza e la sempre più violenta attività sull'asse della via Emilia. Non solo droga, ma soprattutto tratta di essere umani. Che a Modena, la prima città ad avere applicato il reato di riduzione in schiavitù, continua a prosperare. L'appello della Lega alla Regione: 'Coinvolge anche i richiedenti asilo. Serve una mappatura'


La mafia nigeriana continua a fare affari in Emilia

La tratta di essere umani e di donne clandestine fatte arrivare in Italia con la promessa di un lavoro ma obbligate alla prostituzione da bande criminali nigeriane o albanesi continua da almeno 20 anni. Da quando, eravamo ancora nel secolo scorso, venne per la prima volta applicato , proprio per fatti legati allo sfruttamento della prostituzione che a Modena avevano visto segregate, durante il giorno, donne obbligate al marciapiede la notte, il reato di riduzione in schiavitù. 
Dalla Nigeria all’Italia, da Benin City ai viali di Modena della zona fiera e del quartiere industriale nord, il traffico è continuato per gli anni 2000 e continua  tutt'oggi. Donne spesso comprate per poche decine di euro direttamente nei paesi d'origine con con la complicità di amici e familiari, e costrette a prostituirsi dopo essere stata picchiata e, anche questo abbiamo registrato a Modena in anni di cronaca,  minacciate con riti woodoo.

I gruppi più attivi in Emilia Romagna, è emerso dai rapporti che si sono susseguiti, sono di nazionalità nigeriana, albanese e maghrebina. Si occupano di spaccio di droga, traffico di stupefacenti e appunto, soprattutto, di sfruttamento della prostituzione e tratta di esseri umani.

Le zone a Modena, rimangono sempre quelle, da almeno 15 anni. La bruciata e l'area nord di Modena. Lungo le vie dell'area industriale nord, sull'asse di via delle Nazioni, ma, da qualche anno, anche più vicino al centro nell'area che da 15 anni attente la riqualificazione che oggi dovrebbe arrivare dal Piano periferie: Nell'area compresa lungo le direttrici di viale del Mercato, via Massarenti, via Finzi e via Soratore, sono circa 12 quelle che operano, portate ogni sera, dopo le 8 dai loro protettori connazionali. Sotto gli occhi dei residenti. Le forze dell'ordine arrivano ma il reato di prostituzione non esiste. Esiste lo sfruttamento ma una volta giunti sul posto, questi se ne sono andati. Hanno vedette agli accessi principali delle zone: su via Canaletto, e nelle immissioni dalla tangenziale. 

“La mafia nigeriana agisce in Emilia Romagna e sta diventando sempre più offensiva: alla Regione spetta il compito di mappare il fenomeno. E’ necessario sapere con precisione luoghi e modalità d’azione di questa pericolosa malavita organizzata da immigrati, che utilizza associazioni etniche e agenzie di money transfert come copertura per traffici di droga e prostituzione”. 

Alan Fabbri, capogruppo Lega Nord in Emilia Romagna, è intervenuto cos' ieri sul tema delle organizzazioni criminali nigeriane, che ora sembrano registrare una recrudescenza violenta.

L’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata dell’Università degli Studi di Milano che nell’ultimo rapporto, pubblicato lo scorso maggio, conferma le organizzazioni attive in Emilia Romagna che “operano in diversi settori, dal traffico di sostanze stupefacenti alla ricettazione, fino alla tratta di esseri umani finalizzata allo sfruttamento della prostituzione”, insediate soprattutto nei territori di “Bologna, Reggio Emilia, Modena, Ravenna e Rimini'.
Organizzazioni sempre più efficenti, nella loro organizzazione interna, che vantano di un elevato livello di conoscenza delle leggi italiane” e utilizzano finti centri culturali e negozi etnici di vario genere “come copertura rispetto alle attività illegali” e di riciclaggio.

“E’ evidente l’urgenza di portare a galla le caratteristiche e la dislocazione di un fenomeno che appare sempre più invasivo', spiega Fabbri 'anche perché negli ultimi mesi, si sono verificati episodi riconducibili all’attività di questo tipo di bande criminali'.

“Più volte in relazione al fenomeno delle mafie italiane la Regione Emilia Romagna ha compartecipato a progetti di ricerca, approfondimento e divulgazione”, aggiunge Fabbri “E’ giunto il momento di fare la stessa cosa con questa realtà che coinvolge peraltro esclusivamente cittadini immigrati e richiedenti asilo, a cui, pagando di tasca nostra, offriamo accoglienza, welfare e servizi”.



Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Prostitute, a Reggio Emilia i residenti protestano e chiedono ..
Politica
30 Agosto 2017 - 22:19- Visite:13542
Minorenni nigeriane ridotte in schiavitù e costrette a prostituirsi
La Nera
27 Luglio 2018 - 13:29- Visite:2041
Mafia nigeriana, smantellata cupola attiva nel modenese
Pressa Tube
18 Luglio 2019 - 15:14- Visite:1975
Prostituzione e sfruttamento ancora dilaganti in zona nord
Pressa Tube
25 Luglio 2019 - 23:48- Visite:1511
Politica - Articoli Recenti
Trasporti scuola Modena, Bernagozzi: ..
Forza Italia Giovani: 'Le soluzioni che dovevano arrivare dalla Regione non sono arrivate, ..
15 Settembre 2020 - 13:42- Visite:16
Vademecum in arabo per essere accolti..
Con tanto di foto di Ghirlandina dall'alto. Nel 2019, secondo dati forniti dalla stessa ..
15 Settembre 2020 - 12:06- Visite:611
M5s, eletti non versano più a ..
L'amarezza di Casaleggio: 'Alla luce delle gravi inadempienze e del mancato rispetto degli ..
14 Settembre 2020 - 19:48- Visite:421
Popolo della Famiglia: Adinolfi resta..
'Elisa Rossini ha portato al congresso la testimonianza del suo impegno al servizio della ..
14 Settembre 2020 - 10:54- Visite:406


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:144837
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:103215
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:76546
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:71283