La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

Le donne bocciano la task force del ministero sulle donne

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il coordinamento Donne In Rete sul documento 'Nuovo Rinascimento' del ministro per le Pari Opportunità: 'Vengono riproposti stereotipi di genere'


Le donne bocciano la task force del ministero sulle donne
'Difficile nascondere la delusione per il documento della task force Donne per un nuovo Rinascimento convocata dalla ministra per le Pari Opportunita'.  Continua la mancanza di una trasversale e indispensabile visione di genere in una politica che avrebbe dovuto segnare un punto di svolta, un cambiamento radicale e che invece ripropone stereotipi e luoghi comuni. Altro che Rinascimento'.

Cosi' in una nota stampa Antonella Veltri, presidente di D.i.Re-Donne in rete contro la violenza commentando il documento redatto dalla task force ministeriale voluta dal ministro alle Pari Opportunità Elena Bonetti composta da dodici donne, tra cui economiste, ricercatrici e imprenditrici chiamate, attraverso una task force a formulare proposte per ricostruire l’Italia dalle macerie della pandemia. Proposte contenute in un documento che oggi riceve la bocciatura dalla rete delle associazioni per i diritti delle donne tra le quali, per Modena, l'Associazione Casa delle Donne contro la Violenza.

'Grave non aver incluso nell'analisi la violenza maschile contro le donne, perche' e' proprio negli stereotipi e nella perdurante disparita' di genere che la violenza affonda le sue radici, al punto da poter essere considerata quasi un termometro sociale della condizione femminile- afferma Veltri- Il documento poi si articola intorno a un unico modello di donna, la madre di famiglia, disconoscendo la diversita' e la liberta' di scelta che dovrebbe stare alla base della vita di tutte le donne.  E da questo Rinascimento restano fuori le migliaia di donne straniere che vivono nel nostro Paese'.

'La valutazione dell'impatto di genere delle legislazioni e' una misura piu' che necessaria, ma e' ingenuo pensare che un compito del genere possa essere affidato all'ennesimo Osservatorio. E se le statistiche citate delineano chiaramente un'ampia presenza delle donne nei settori di cura, a cominciare dalla sanita', non si dice che questi continuano a essere settori con salari decisamente bassi, sproporzionati rispetto alla mole di lavoro e alle competenze richieste. Forse proprio perche' vi lavorano cosi' tante donne?', si chiede la presidente di D.i.Re

'La pandemia ha messo sotto gli occhi di tutti almeno due fatti: i danni enormi di una politica che ha sacrificato la sanita' pubblica e l'indispensabilita' del lavoro di cura a sostegno della vita di tutti- afferma Giuliana Pincelli, esperta della Casa delle donne contro la violenza di Modena- Ed e' sulle donne in primo luogo che grava questo lavoro: sia svolto nella casa come lavoro non pagato e 'naturalmente' dovuto, sia nei servizi dove troviamo ancora donne, sottopagate, spesso in nero, spesso migranti a cui si nega la possibilita' di regolarizzarsi. E questo e' evidente dai nidi agli ospedali, alle case di riposo, dalle pulizie alle casse dei supermercati'.

Di fronte a questa realta', 'le misure proposte dalla task force ministeriale, che siano i bonus baby sitter o il riequilibrio casa/ufficio, si rivelano per quello che in realta' sono: far finta che nulla sia successo- chiarisce Pincelli- per ribadire, salvo insignificanti aggiustamenti, le scelte economiche e sociali di fondo che ci hanno portato al disastro attuale'

Da qui il rilancio di alcune proposte ed il lancio di nuova. 'Misure di ben altra portata sono necessarie oggi- sostiene l'esperta- dalla richiesta di reddito, per alcune di autodeterminazione, per altre di cura, che per tante donne significherebbe la possibilita' di scelta, in primo luogo per uscire dalla violenza, ad una riduzione degli orari di lavoro per tutti. Questo e non lo smart working per cambiare l'attuale divisione del lavoro di cura'. 

La task-force “Donne per un nuovo Rinascimento” è presieduta da Fabiola Gianotti, prima donna direttrice del Cern di Ginevra. Ne fanno parte: Giorgia Abeltino, responsabile politiche pubbliche Sud Europa di Google ed esperta di anti-trust, Luisa Bagnoli, imprenditrice di Beyond International, Floriana Cerniglia, ordinario di Economia politica all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Cristiana Collu, direttrice della Galleria nazionale d’arte moderna, Fabiola Gianotti, direttrice del Cern di Ginevra, Lella Golfo, presidente della Fondazione Bellisario e autrice della legge sulle quota rosa nei cda, Enrica Majo, giornalista del Tg1, Paola Mascaro, presidente Valore D, Federica Mezzani, ingegnere e ricercatrice, Paola Profeta docente di Scienze delle finzanze all'università Bocconi, Suor Alessandra Smerilli, economista e consigliera di Stato in Vaticano, Ersilia Vaudo, astrofisica e chief diversity Esa. La squadra di esperte, ha spiegato la ministra,  è chiamata ad «elaborare idee e proposte per il rilancio sociale, culturale ed economico dell'Italia dopo l'emergenza epidemiologica da Covid-19. Sono convinta che la ripartenza avrà impulso proprio dalle donne e dalla loro resilienza»


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Profilo Donna, Bonaccini: 'Società ancora troppo maschilista'
Che Cultura
04 Luglio 2017 - 15:18- Visite:11423
Lavoro
Le Vignette di Paride
01 Agosto 2017 - 11:24- Visite:11183
Insegna autodifesa ma picchia la compagna
La Nera
02 Maggio 2017 - 20:28- Visite:11145
Picchia la moglie incinta al settimo mese: arrestato
La Nera
12 Settembre 2017 - 17:33- Visite:10658
Presidenza Cna regionale: non è una associazione per donne
Politica
05 Luglio 2017 - 14:31- Visite:10533
Rospi e ombrelli
Le Vignette di Paride
03 Luglio 2017 - 22:43- Visite:10475
Politica - Articoli Recenti
Mirandolexit, in Consiglio tutto come..
La Delibera votata dalla maggioranza ma non dai 2/3 dei Consiglieri. Approvazione solo ..
16 Giugno 2020 - 08:38- Visite:145
Covid, da oggi via libera alle visite..
'Riteniamo che aprire adesso, senza avere una mappatura chiara dei test totali eseguiti per ..
15 Giugno 2020 - 18:33- Visite:286
'Mirandola fuori da Ucman? Scelta ..
Paolo Negro: 'Per Mirandola sarebbe un costoso salto nel vuoto: non c’è un vero studio ..
15 Giugno 2020 - 18:03- Visite:371
'Autotrasporto, serve legalità e ..
La portavoce di Ruote Libere Cinzia Franchini commenta così le due proposte della ..
15 Giugno 2020 - 17:48- Visite:244


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:141223
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:101605
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:75419
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:70103