Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

'Omotransfobia: no alla nuova legge e alla dittatura gender'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Circa 250 persone distanziate nella veglia in piazza Grande organizzato dalla rete Pro-vita: 'A rischio le libertà fondamentali, tra cui quella di opinione'


Guarda i nostri video in anteprima, Iscriviti al nostro canale YouTube !

'L'introduzione del reato di omofobia e transfobia previsto nel Disegno di Legge Zan-Scalfarotto mina diritti e libertà fondamentali sanciti e tutelati dalla costituzione. Il reato di opinione che sarebbe introdotto con le relative pene per chi anche solo critica chi rifiuta il concetto che un bambino ha il diritto di crescere con una mamma ed un papà, ci riporta a tempi bui, da dittattura da cui l'Italia si è liberata e di cui non ha bisogno. La legge e la costituzione Italiana già tutela le libertà personali ed individuali delle persone, e punisce chi le viola, introdurre reati specifici sulla base di una discriminazione introdotta in funzione dell'essere omosessuale o transgender, introdurrebbe una discriminazione inaccettabile e una riduzione delle libertà personali'
Questo in sintesi il concetto espresso a più riprese oggi pomeriggio, in piazza Grande a Modena, nel corso della veglia da un ora (dalle ore 17 alle ore 18), organizzata dalla rete pro-vita per testimoniare la contrarietà al disegno di legge presentato dai parlamentari Zan e Scalfarotto di contrasto alla omotransfobia.

Circa 200, alle 17 alle quali se ne sono aggiunte altre 100, le persone che in piedi, rivolte verso il Municipio, con un libro in mano, hanno aderito all'iniziativa.

Nel video le immagini della manifestazione e gli interventi di Carlo Giovanardi, Michele Barcaiuolo (Consigliere regionale Fratelli d'Italia) ed Elisa Rossini (Consigliere Comunale FDI-Popolo della Famiglia)





Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi cosìtanto tempo che..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Quelli di Prima - Articoli più letti
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06