La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Ottava variazione al bilancio, già aggiustato con 10 mln dallo Stato

La Pressa
Logo LaPressa.it

Minori entrate e maggiori spese hanno stravolto la manovra preventiva del Comune approvata a marzo, con i dati dell'anno prima. Cavazza: 'Scelta lungimirante'


Ottava variazione al bilancio, già aggiustato con 10 mln dallo Stato
E' l'ottava variazione, ovvero l'ottava modifica al bilancio di previsione del Comune di Modena, quello approvato a fine marzo per scelta politica senza variazioni rispetto al 2019, come se la pandemia, che con il lockdown stava provocando una grave emergenza, non esistesse. 'Fu una scelta lungimirante' - spiega oggi a La Pressa l'assessore al bilancio del Comune Gianpietro Cavazza rispondendo a distanza ed indirettamente a chi, compresa l'opposizione, suggerì, ai tempi, un rinvio dell'approvazione, modificare la manovra tenendo in considerazione i possibili effetti della pandemia. Effetti pesanti soprattutto sul fronte delle entrate. 'Quattro milioni di euro in meno solo da rette per i nidi' - specifica l'assessore. Senza considerare le entrate da sanzioni, da tasse ed imposte comunali, comprese Imu e tassa di soggiorno. Crollate a seguito del lockdown. E appunto da compensare. Per milioni. Cosa non facile, anzi impossibile, se non con pompaggio di denaro pubblico dallo Stato. Che mano a mano è arrivato fino a sfiorare ad oggi i 9 milioni e 847 mila euro. Cifra che è andata a coprire, attraverso le 8 variazioni di bilancio, i vuoti lasciati dalle mancate entrate e dalle maggiori spese. Così fino all'ultima, ma non ultima, variazione di bilancio, approvata oggi. Perché l'Assessore ha promesso: “Presto ne avremo un’altra variazione, straordinaria, per ulteriori interventi”. Arriverà nel mese di dicembre e consentirà di impegnare, sulla base dell’ultimo decreto pubblicato, un’ulteriore quota di contributi del governo portando il totale ad almeno 13 milioni di euro.



Quella approvata oggi, l’ottava appunto, impegna circa due milioni e 265 mila euro dei contributi del governo, oltre ad applicare l’avanzo corrente per 900 mila euro.

“Nel frattempo, comunque, per sostenere economia e occupazione abbiamo rispettato il piano degli investimenti facendo partire cantieri per circa 50 milioni in diversi settori, dalla manutenzione di verde e strade alla rigenerazione urbana, dalle piste ciclabili alla sicurezza delle scuole, dagli impianti sportivi al settore abitativo”.

La Variazione di bilancio è stata approvata con il voto della maggioranza (Pd, Sinistra per Modena e Modena civica), il voto contrario del Movimento 5 Stelle, di Lega Modena, di Forza Italia e Fratelli d’Italia - Popolo della famiglia.

Nel dibattito il capogruppo del Movimento 5 Stelle Giovanni Silingardi, pur dando un giudizio positivo su alcuni interventi presenti in Variazione, ha ricordato che comunque il provvedimento si colloca in continuità con un bilancio che “secondo noi doveva essere più coraggioso e individuare una manovra più espansiva”, mentre Marco Forghieri (Pd) ha auspicato, per il dopo emergenza, un “riequilibrio degli stanziamenti nazionali a favore degli enti locali”. Sul bilancio consolidato, Ilaria Franchini (Pd) ha sottolineato come si tratti di uno strumento migliora la trasparenza dell’ente pubblico e la programmazione delle attività.

Tra i provvedimenti assunti con la Variazione di parte corrente molti riguardano l’ambito scolastico come, per esempio, 120 mila euro di maggiori spese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuali per l’emergenza sanitaria, un ulteriore contributo nazionale di 58 mila euro per pulizie e sanificazioni nelle scuole d’infanzia, 216 mila euro per la sanificazione delle cosiddette bolle nei nidi convenzionati, 120 mila euro di contributo statale straordinario per l’attività degli interinali nelle scuole d’infanzia comunali, il trasferimento dalla Regione di 583 mila euro per confermare la riduzione delle rette dei nidi.

Per migliorare la sicurezza informatica dei sistemi comunali a supporto dell’attività in smart working, inoltre, sono stati previsti ulteriori 26 mila euro, altri 300 mila euro sono stati destinati ad attività di manutenzione ordinaria, mentre per il Sociale sono stati previsti 335 mila euro di contributi del Fondo nazionale per il sostegno dei minori stranieri non accompagnati e uno stanziamento aggiuntivo di 100 mila euro da Fondazione di Modena per il progetto, dal valore complessivo di mezzo milione di euro, dedicato a “Minori e famiglie: recuperare le diseguaglianze e le disparità sociali ed educative per un welfare generativo”. Con l’applicazione dell’avanzo, infine, si aumenta il fondo rischi di 700 mila euro per eventuali interventi straordinari sullo sgombero neve.

La Variazione nella parte in conto capitale del bilancio, complessivamente oltre 15 milioni di euro nel 2020, è caratterizzata da diverse contabilizzazioni (tra le quali anche gli oltre 5 milioni di euro delle opere di urbanizzazione previste dall’accordo con Esselunga) e dall’applicazione dell’avanzo per 850 mila euro per fabbisogni relativi al cantiere del liceo Sigonio in vista della ripresa dei lavori.

Il provvedimento, inoltre, recepisce alcuni contributi: 30 mila euro della Regione per il progetto di adeguamento del punto di accoglienza del parco della Terramara di Montale (per un valore complessivo di 190 mila euro), 60 mila euro per l’acquisto di termoscanner e altre attrezzature per le strutture comunali, 285 mila euro di contributo ministeriale per i sistemi di videosorveglianza e 105 mila euro dalla Regione per il monitoraggio continuativo della mobilità.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Chioscopoli finora è costato ai cittadini modenesi 201mila euro di ..
Politica
24 Ottobre 2017 - 18:47- Visite:10744
Caffè s-concerto: dal Comune 400 mila euro per comprare gli arredi
Politica
01 Dicembre 2017 - 09:24- Visite:1588
Sassuolo: approvato il bilancio comunale da 59 milioni
La Provincia
21 Dicembre 2019 - 12:59- Visite:488
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:11955
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:15567
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13304
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12528


Quelli di Prima - Articoli più letti


AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:20355
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:15567
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13304
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12713