La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliPolitica

Prostitute, a Reggio Emilia i residenti protestano e chiedono ordinanza anti-prostituzione

La Pressa
Logo LaPressa.it

Due comitati cittadini di Reggio Emilia tornano a mobilitarsi contro la prostituzione e per questo hanno attaccato oggi venti cartelli anti-prostituzione


Prostitute, a Reggio Emilia i residenti protestano e chiedono ordinanza anti-prostituzione

Due comitati cittadini di Reggio Emilia tornano a mobilitarsi contro la prostituzione. Sono il comitato 'Reggio Emilia Sicura' e 'Reggio Civitas', attivi il primo nella zona della stazione ferroviaria e il secondo nella poco distante via Melato. I cittadini in particolare segnalano i disagi presenti in via Emilia Ospizio (dove questa notte un transessuale e' stato aggredito), zona in cui si e' radicata da qualche tempo la prostituzione nigeriana. Per questo gli aderenti a 'Reggio Civitas' hanno attaccato oggi alle 19 venti cartelli anti-prostituzione 'quale stimolo, rivolto alle forze di polizia, principalmente Questura e Carabinieri, ad auspicabili controlli per contrastare la tratta delle schiave da parte delle organizzazioni malavitose radicate nel nostro territorio'.


Il gesto 'vuole inoltre sensibilizzare i cittadini sul potenziale pericolo di molestie da parte di clienti di prostitute nei confronti di donne sole che transitano in zona'.

Anche i residenti della zona stazione fanno notare che 'lo sfruttamento della prostituzione ha allargato il suo territorio a via Emilia Ospizio' mentre 'oltre alla consueta prostituzione di donne cinesi presente come sempre nell'arco delle 24 ore, si e' incrementata in particolar modo quella costituita da ragazze di colore con continuo controllo degli sfruttatori in bicicletta'.
Il comitato 'Reggio Emilia Sicura' chiede quindi al sindaco Luca Vecchi 'l'emissione di un'ordinanza anti prostituzione che puo' essere alquanto efficace nel disincentivare in merito la numerosa clientela'.