Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Vaxxed, intervengono i genitori: 'La proiezione l'abbiamo chiesta noi'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Botta e risposta a distanza tra Ausl e il gruppo di genitori: 'Chi è contrario è invitato a confrontarsi con noi, ministro compreso'


Vaxxed, intervengono i genitori: 'La proiezione l'abbiamo chiesta noi'

Nei giorni scorsi era stato il Ministro Beatrice Lorenzin (foto nel riqudro) a chiedere al sindaco di Modena di sposare la causa dell'ordine dei medici che aveva chiesto di impedire la proiezione in una sala cinematografica cittadina ma in forma privata del film Vaxeed, sui danni da vaccini e sulla presunta correlazione con l'autismo, prevista il prossimo 26 novembre

La questione sembrava chiusa soprattutto dopo la risposta del Sindaco che sottolineava l'impossibilità, nel suo ruolo, di impedire una proiezione privata in una sala privata pur sul territorio comunale. 
Ma oggi a riaccendere il caso, e soprattutto l'attenzione sul film (che in molti non conoscevano nemmeno ma che a questo punto sarà guardato da moltissimi, anche solo per curiosità, visto il clamore generato e in quanto visibile gratuitamente su diversi canali youtube), è stata l'Azienda USL di Modena e l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena che 'a nome delle propria comunità di professionisti impegnati nell’assistenza sanitaria contro le malattie infettive, nella promozione e nella pratica vaccinale, oltre che nel proprio ruolo istituzionale' hanno stigmatizzto 'ogni forma di mistificazione e di propaganda antiscientifica come la campagna antivaccinista apparsa il 19 febbraio 2018 a firma di “Riprendiamoci il pianeta” e la proiezione del film 'Vaxxed' -  il cui autore - specifica in una nota l'Ausl - è stato radiato dall’Ordine dei Medici britannico'

'La diffusione di tali contenuti, che fa leva su false informazioni in grado di disorientare immotivatamente i cittadini in un ambito di grande rilevanza per la sanità pubblica, non può che preoccupare fortemente chi si occupa della tutela della salute del singolo bambino e della collettività. Si tratta di contenuti ampiamente dimostrati falsi e artefatti, la cui diffusione rappresenta un pericolo per la salute delle nostre comunità, che Azienda USL e Azienda Ospedaliero Universitaria sono quotidianamente impegnate a contrastare con l'attività informativa svolta quotidianamente dal proprio personale in tutte le sedi e nelle forme che sono loro legittimamente proprie, in collaborazione con le altre Istituzioni'

L’applicazione di quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale in tema di prevenzione vaccinale, basata su inoppugnabili evidenze scientifiche e su milioni di vite salvate nel mondo, rappresenta un dovere etico e deontologico per le Aziende sanitarie che hanno nella tutela della salute pubblica il proprio mandato istituzionale, così come la corretta informazione scientifica in tutte le pratiche cliniche.

Tale informazione rivolta alle famiglie e alla comunità dai propri professionisti, rischia di essere resa meno efficace nei propri risultati da strumenti e campagne di disinformazione come quella presente nei manifesti e nella pellicola citata, che sono state già ampiamente censurate dal mondo scientifico internazionale, e che auspichiamo non trovino alcuno spazio in grado di amplificarne i messaggi antiscientifici e dannosi per l’intera comunità'

A stretto giro di e-mail viene inviata nel pomeriggio una lettera aperta dei gruppo 'GENITORI DEL NO EMILIA ROMAGNA” con la quale viene confermata la proiezione del film proposta dal  Comitato e da decine di genitori interessati e  non dal Cinema.  Il Cinema Astra di Modena - fa sapere il gruppo di genitori - ospita la proiezione in questione perché aderisce alla piattaforma Moviedayche incentiva le proiezioni di film proposti dagli spettatori. Le proiezioni proposte dalle persone tramite Movieday sono appunto richieste private, al di fuori delle scelte di programmazione del Cinema. Un attacco diretto al Cinema, o comunque una chiamata in causa di esso, è scorretta oltre che non considerevole dei suddetti dettagli.

Il gruppo dei genitori alla luce della presa di posizione dall’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Modena, reso pubblico l’8 febbraio scorso, vogliamo precisare due cose a proposito di tale documento illustra così per punti la propria posizione, invitando direttamente chi accusa il film e coloro che ne hanno richiesto la proiezione, di partecipare un dibattito pubblico e aperto al confronto. Cosa - dicono - che fino ad ora nonostante inviti formali, è stata negata.

a) le accuse ancora in atto verso il Dr. Andrew Wakefield risultano non aggiornate, giacché dopo 14 anni di ipotesi, il 7 marzo del 2012 la Corte Suprema di Londra ha riconosciuto che tutte le accuse di frode scientifica contro Wakefield e Walker-Smith erano infondate, nonostante la stampa internazionale si sia ben guardata dal darne
notizia, a parte - e si fa per dire - la BBC (1);

b) Se l’Ordine dei Medici di Modena ritiene, come dice nel Comunicato, che “l’argomento viene sviluppato senza la dovuta controparte”, noi saremmo ben lieti di poter avere il Dott. Zennaro, o chi per lui, per dare voce, appunto, ad una controparte.

3) Per dar seguito a quanto detto nel secondo punto, ci teniamo a rendere pubblico, qui e ufficialmente, un invito all’AUSL di Modena e a tutto l’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Modena: certi che sia proprio la mancanza di dialogo a generare fazioni e scontri, riteniamo questo tipo di incontri, aperti a tutta
la cittadinanza e a tutte le istituzioni, occasioni per incontrarsi, parlare e, eventualmente, chiarire dei dubbi senza imposizioni di sorta. Va detto, poi, che questo non è certo il primo degli eventi da noi organizzati sul territorio di Modena e oltre, senza mancare spesso di invitare qualcuno a confronti con altri medici dubbiosi sull’infallibilità dei vaccini, epperò senza mai trovare riscontro e/o interesse.

4) Rimanendo sul tema confronto e dibattito, rendiamo noto anche che Andrew Wakefield, regista del film, si sarebbe reso disponibile per un collegamento telefonico al termine della proiezione. Lì, se la cosa si
fosse affrontata con un approccio più razionale, si sarebbe potuto creare un vero confronto fra lui e la controparte, con la certezza che ne sarebbe emerso un dibattito edificante, per gli uni e per gli altri, a prescindere dalla propria posizione.

5) Essendo pure stati messi al corrente dell’Interrogazione Urgente promossa in Consiglio Comunale, in data 2 febbraio scorso, dal Gruppo Consiliare Partito Democratico nella persona di Tommaso Fasano, con
oggetto“Contrasto ad iniziative di disinformazione sulle vaccinazioni e sull’importanza della copertura vaccinale”, ci permettiamo di estendere l’invito appena promosso anche a tutta l’Amministrazione Comunale, e particolarmente al Sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli.

6) Ci chiediamo, inoltre, se il Sig. Fasano abbia mai avuto la possibilità di vedere il film-documentario in questione, visto che lo giudica per sentito di dire e, a quanto pare, non per presa visione.
Sempre al Sig. Fasano, vorremmo chiedere se ha competenze in materia scientifica utili per poter parlare di“produzione anti-scientifica e di disinformazione”, tenendo conto che i vaccini rientrano in ciò che
è la Medicina, giammai considerata, anche dalla scienza ufficiale, come una scienza esatta.

7) In ultimo - ma non di certo per importanza - vorremmo esprimere tutto il nostro rammarico e il nostro stupore per la campagna di censura portata avanti dal Ministro Sig.ra Beatrice Lorenzin a proposito della proiezione del documentario “Vaxxed” a Modena, città dove la Signora Lorenzin è candidata. Riteniamo che scrivere al
Sindaco Muzzarelli, per fare pressione, perlopiù in piena campagna elettorale affinché censurasse una pellicola richiesta da una settantina di genitori ( con numeri di prenotazione ancora in aumento ), sia qualcosa di davvero intollerabile in un clima di democrazia dove - a meno di non esserci persi qualcosa - ognuno può scegliere
quali film guardare al cinema. Questo clima e questo atteggiamento, nonché la paura di un documentario, ricorda tanto un periodo di oscurantismo passato già ai manuali di storia, ma che a conti fatti sembra ripresentarsi in tutta la sua spaventosa portata'




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
Societa'
31 Maggio 2021 - 13:40- Visite:340959
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:173277
Effetti indesiderati vaccino: confronto Pfizer, Moderna e Astrazeneca
Societa'
30 Aprile 2021 - 09:45- Visite:138433
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:44546
Censura Lorenzin: 'Il Sindaco blocchi la proiezione del film Vaxxed'
Politica
14 Febbraio 2018 - 17:23- Visite:43439
Reazioni vaccino: boom segnalazioni social, attivo canale Ausl
Societa'
29 Agosto 2021 - 08:30- Visite:28230

Feed RSS La Pressa
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12251
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16446
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13859
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12978
Quelli di Prima - Articoli più letti
AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:21533
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16446
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13859
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:13105