Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliSocieta'

Stop ZTL per asporto: anche Verdi e Legambiente per il no

La Pressa
Logo LaPressa.it

Un'altra forza di maggioranza critica l'ipotesi sposata della giunta Muzzarelli di aprire al traffico il centro storico per raggiungere le attività aperte per l'asporto


Stop ZTL per asporto: anche Verdi e Legambiente per il no

Anche i Verdi per Modena (gruppo che in Consiglio comunale fa parte della maggioranza a sostegno della giunta Muzzarelli), dice no all'ipotesi di sospendere il divieto di accesso ai non autorizzati alla Zona a Traffico Limitato del centro di Modena, per favorire le attività della ristorazione che mantengono l'attività d'asporto. 

“E’ un no chiaro e forte - affermano - e non si tratta di una mera posizione ideologica, comprendiamo le difficoltà che hanno spinto alla proposta, ma ci sono per noi motivazioni ancora più importanti che ne mettono in discussione la fattibilità.

Vogliamo tutelare la fragilità del Centro Storico, un’area che per vocazione dovrebbe essere pedonale. Già i parcheggi per i residenti sono insufficienti, richiamare autoveicoli in zona Ztl rischia di trasformare le piccole vie in un “drive-in”, con code di auto ferme in attesa.

Vogliamo tutelare la salute dei modenesi, perché con il più alto tasso di contagi di tutta la regione bisogna spingere le persone a stare in casa e già molti locali del centro storico si sono attrezzati con le consegne a domicilio. Ci sono tanti giovani riders pronti con le loro biciclette, sosteniamo il loro lavoro'

Per i verdi il no è anche motivato dall'inquinamento: 'Incentivare il traffico veicolare vuol dire incentivare l’emissione di sostanze nocive per la salute. È noto che il particolato atmosferico, oltre ad essere causa di patologie anche gravi dell’apparato respiratorio (e non solo), funziona da carrier, ovvero da vettore di trasporto, per molti contaminanti chimici e biologici, inclusi i virus. Bisogna quindi, per il bene di tutti, impegnarsi per ridurre le polveri sottili, limitando l’uso dell’automobile e non incentivandolo”.


'Nel bel mezzo della seconda ondata della pandemia il Comune di Modena ha compiuto una scelta inaspettata e decisamente retrograda' - rincara Legambiente Modena (l'associazione che fino al 2018 vedeva tra i suoi referenti modenesi l'attuale assessore all'ambiente Alessandra Filippi).

'Un provvedimento che non incontra nemmeno il favore delle associazioni di categoria interessate, che infatti lo derubricano a mero contentino.

Si tratta di una scelta in totale disallineamento rispetto alle previsioni del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile approvato lo scorso luglio: si passa infatti dalla previsione di un’estensione delle aree escluse al traffico a una deroga che consentirebbe a chiunque di entrare con il proprio veicolo in centro storico. Il tutto senza alcuna valutazione in merito alle ricadute in termini di incremento del traffico automobilistico e degli impatti conseguenti sulla qualità dell’aria, oltre che in contrasto con l’impegno assunto dall’Amministrazione per ridurre il traffico veicolare attraverso la realizzazione della Rete per la Mobilità d’Emergenza (RME).

'È una vera e propria inversione a U rispetto ai contenuti del PUMS approvato pochi mesi fa” commenta Legambiente Modena. “Si passa dall’intenzione di ridurre i mezzi circolanti in centro storico ad un’apertura della ZTL che, più che ‘storica’, andrebbe definita antistorica.”

“Se l’Amministrazione voleva assumersi l’onere di agevolare il lavoro degli esercizi di ristorazione del centro avrebbe dovuto incentivare la modalità di consegna a domicilio con mezzi di trasporto a basse emissioni, che a parità di risultato avrebbero consentito un’ottimizzazione degli spostamenti e una riduzione del traffico veicolare, oltre che dell’inquinamento prodotto.”

“Ricordiamo una volta di più,” conclude Legambiente, “che oltre all’epidemia il nostro territorio è attanagliato da una condizione critica relativa alla qualità dell’aria, in particolare durante l’inverno. Dall’inizio dell’autunno si sono infatti già verificati 7 sforamenti del limite giornaliero per il PM10 nella stazione di riferimento (Parco Ferrari) ed è stato superato il tetto annuale dei 35 sforamenti concesso dalla legge. È evidente come il provvedimento della Giunta, lungi dal rimediare alla crisi economica che sta colpendo anche la nostra città, incentivi comportamenti poco virtuosi dal punto di vista ambientale. Invitiamo quindi l’Amministrazione a ritirare questa proposta davvero poco lungimirante.”




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Societa' - Articoli Recenti
Palazzina ex fonderie: slitta di un ..
Dal Comune ok alla richiesta di deroga presentata dalla ditta appaltatrice. Da mesi il ..
31 Luglio 2022 - 10:04
Imparare l’inglese online: consigli..
La soluzione da remoto è molto flessibile per quanto riguarda l’aspetto organizzativo
31 Luglio 2022 - 08:47
Biden di nuovo positivo al Covid: ..
La notizia della ricaduta è stata data dalla Casa Bianca che ha divulgato una nota del ..
31 Luglio 2022 - 00:02
Giochi e nave pirata svaniti nel ..
Anche l'area verde comunale de Le Torri trascurata e simbolo di abbandono e degrado. La ..
30 Luglio 2022 - 17:10
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39