La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliChe Cultura

Dido and Aeneas: il capolavoro barocco rivive a Modena

La Pressa
Logo LaPressa.it

L’autore dell’opera è Henry Purcell (1659-1695), che contribuì in modo determinante alla formazione di un teatro musicale nazionale


Dido and Aeneas: il capolavoro barocco rivive a Modena

Sicuramente “Dido and Aeneas” può essere considerato il capolavoro del teatro barocco ed è doppiamente pregevole che tale scelta di alto valore storico e musicale sia stata realizzata dal Conservatorio cittadino, in collaborazione con “Modena Città del Belcanto” e il XXII Festival Musicale Estense di “Grandezze & Mderaviglie”.
L'opera andrà in scena domani sera alle 21 a ingresso libero, presso la Chiesa di San Carlo di Modena.

L’autore dell’opera è Henry Purcell (1659-1695), che contribuì in modo determinante alla formazione di un teatro musicale nazionale. Il suo stile, pur derivando dalla tradizione inglese elisabettiana, offre spunti di originalità, di grande profondità emotiva in stretto collegamento con il significato delle parole. Il suo più importante contributo è proprio “Dido and Aeneas” nella quale opera raggiunge vette di grande spessore drammatico. Di quest’opera abbiamo notizia di una sola rappresentazione con l’Autore vivente, che probabilmente avvenne nell’ottobre del 1689 al Collegio di Josian Priest, a Chelsea, un sobborgo di Londra. È probabile che tutti i personaggi di “Dido and Aeneas” fossero stati pensati per interpreti femminili, poiché il collegio era riservato al gentil sesso.

Successivamente, l’opera fu rappresentata nel 1704 al “Little Lincoln’s Inn Fields Theatre” di Londra e proposta in forma di “masque”: un intrattenimento scenico consueto alla corte inglese dell’epoca, in cui la danza si alternava agli interventi vocali e i ballerini si mescolavano al pubblico nell’intento di coinvolgerlo in alcune danze.

La partitura di “Dido and Aeneas” si prefigge “in primis” di valorizzare la figura dell’infelice regina di Cartagine e il suo sentimento amoroso per l’eroe fuggito da Troia in fiamme e i nodi principali del dramma sono la confessione, da parte di Didone, dei suoi sentimenti per l’aitante guerriero e l’incontro con l’amante prima del suicidio, risolti con drammatica asciuttezza.

Non mancarono i riferimenti alla politica inglese del tempo, chiari nel “Prologo” la cui musica è andata perduta, come una certa simbologia del “male”: infatti, Enea abbandona Didone non per il volere degli dei, come racconta Virgilio, ma a causa dell’intervento di forze oscure e maligne. Nonostante questa visione, è la regina di Cartagine ad essere dipinta quale donna nobile e fiera, in contrasto con la figura vile e indecisa dell’amante.

Ma veniamo all’esecuzione, prevista per il 19 settembre alle ore 21, presso la Chiesa di San Carlo con ingresso gratuito. Il progetto è frutto della collaborazione tra le classi di canto del Triennio e del Preaccademico, unitamente al Master di I Livello in Musica Antica dell’ISSM Vecchi-Tonelli. L’impegno didattico è stato severo per la preparazione di una composizione musicale complessa con una importante partecipazione del coro. I suoi interventi, infatti, sono sia di natura polifonica che omoritmica e offrono la possibilità agli allievi di confrontarsi con diverse tipologie di scrittura corale. L’unione tra esperienza esecutiva e obiettivi didattici specifici e senz’altro la giusta strada per preparare i nostri giovani musicisti.

Ecco i numerosi interpreti: DIDO Haeesun Ahn, soprano; AENEAS Gaga Tsitsilashvili, tenore; BELINDA Erika Passini, soprano; SECOND WOMAN Giulia Bernardi, soprano; SORCERESS Beatrice Bini, mezzosoprano; FIRST WITCH Greta Morselli, mezzosoprano; SECOND WITCH Francesca Cangini, mezzosoprano; SPIRIT Margherita Monelli, mezzosoprano; SAILOR Paolo Davolio tenore. Il coro è costituito invece da: Soprani I e II Greta Morselli, Maria Angela Onofri, Kateryna Makhnyk, Margherita Monelli, Erika Passini, Giulia Bernardi, Francesca Cangini, Beatrice Bini. Tenori Paolo Davolio, Gaga Tsitsilashvili, Francesco Crovetti. Bassi: Michele Gaddi, Lorenzo Tosi. L’orchestra vede i seguenti esecutori: Violini primi Claudio Andriani, Micol Vitali, Giacomo Coletti, Michele Rossi, Libia Romero Contreras. Violini secondi Barbara Altobello, Michaela Bilikova, Lucrezia Barchetti, Beatrice Donati. Viola Simone Laghi; Viola da Gamba Luca Favoni; Violoncello Alessandro Andriani; Violone Marco Contessi; Tiorba Mauro Pinciaroli; Clavicembalo Mario Sollazzo, che ha curato la direzione musicale.

Massimo Carpegna


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Massimo Carpegna
Massimo Carpegna

Docente di Formazione Corale e del master in Musica e Cinema presso Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi Tonelli di Modena e Carpi. Direttore d'orchestra compositore con partitu..   Continua >>


Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:151347
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:105313
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:62352
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:59272
Modena, l'allarme Ausl: 'Circolazione virale alta: proteggetevi'
Societa'
15 Novembre 2020 - 18:12- Visite:48996
Primario di Baggiovara: 'Esiste un dramma dei pazienti No Covid'
Societa'
23 Novembre 2020 - 17:35- Visite:47334
Che Cultura - Articoli Recenti
Milano come Londra. L'underground in ..
Due cd con il meglio della scena underground lombarda dei primi anni '80. Intervista al ..
17 Gennaio 2021 - 21:19- Visite:3985
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:22998
Militari italiani nei lager nazisti: ..
Gli Imi, internati militari italiani, sono quei circa 650mila soldati che, dopo ..
13 Gennaio 2021 - 14:08- Visite:739
Festival Musicale Estense: ..
La campagna avrà una durata di 40 giorni e sarà proposta sulla piattaforma di crowdfunding..
11 Gennaio 2021 - 21:19- Visite:414


Che Cultura - Articoli più letti


Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:22998
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59- Visite:19600
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:15994
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:13929