Nessun debito
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

Confcommercio, Gandolfi: commissioni bancarie per bancomat e carte di credito esorbitanti e ingiustificate

La Pressa
Logo LaPressa.it

Commissioni sul transato che pesano fino al 5%, canoni annuali per il noleggio di un basico terminale POS fino a 1.200 euro, costi di installazione e disinstallazione dei terminali che variano da un minimo di 70 euro ad un massimo di 250 euro, una miriade di spese su una serie di capitoli come l'invio dei rendiconti, la fornitura di SIM Card, l'inattività del POS, l'attivazione della rendicontazione elettronica. à questo, il panorama dei costi per l'utilizzo dei POS da parte degli imprenditori modenesi à commercianti, liberi professionisti, baristi e ristoratori, artigiani, albergatori, tabaccai - previsti da 10 banche, messe sotto la lente di ingrandimento da Confcommercio Modena


Confcommercio, Gandolfi: commissioni bancarie per bancomat e carte di credito esorbitanti e ingiustificate

Un accordo con le banche per ridurre le spese sostenute dagli imprenditori modenesi- commercianti, baristi e ristoratori, artigiani, albergatori, tabaccai- per l'utilizzo dei 'Pos'. E' la direzione in cui si sta muovendo a Modena Confcommercio in vista dell'approvazione, nelle prossime settimane, del decreto che introdurrebbe sanzioni a chi non accetta pagamenti con bancomat o carte di credito. Per l'associazione, infatti, gli attuali costi per le imprese derivanti dall'utilizzo dei dispositivi della 'moneta elettronica' sono 'esorbitanti ed ingiustificati', come dimostrato da un'analisi della stessa Confcommercio centrata su 10 banche modenesi. Emergono cosi' ad esempio commissioni sul transato che, a seconda dei circuiti di pagamento utilizzati, pesano fino al 5%. Ma non solo: canoni annuali per il noleggio di un basico terminale Pos fino a 1.

200 euro, costi di installazione e disinstallazione dei terminali che variano da un minimo di 70 euro ad un massimo di 250 euro ed una miriade di spese su una serie di capitoli come l'invio dei rendiconti, la fornitura di sim card, l'inattivita' del Pos e l'attivazione della rendicontazione elettronica.


'L'indagine conferma come, anche considerando i margini di trattativa che ogni singolo imprenditore puo' avere per limare le condizioni standard proposte dalle banche, siamo di fronte a costi esorbitanti ed ingiustificati che, nel caso di pagamenti di piccoli importi, assorbono molto spesso i margini di profitto', spiega Confcommercio. 'Si pensi, ad esempio, al caso piu' eclatante delle tabaccherie, che sono ormai diventate dei centri servizi dove, per ogni transazione come puo' essere il classico pagamento del bollo, il guadagno netto e' pari a pochi centesimi'.

In merito alle sanzioni previste dal decreto del Governo una per chi non accettera' il pagamento con bancomat o carta di credito, i commercianti modenesi commentano: 'Siamo convinti che la modernizzazione del sistema dei pagamenti del nostro Paese passi anche da una maggiore diffusione della moneta elettronica, ma questo obiettivo non si raggiunge certo adottando come pare voler fare il Governo nelle prossime settimane, con un sistema sanzionatorio ed introducendo, semmai, meccanismi di incentivazione anche fiscale, ma soprattutto tagliando i costi sulle imprese'.


Insomma, 'come diciamo da anni in tutte le salse, e' necessario agire sulla riduzione delle commissioni e dei costi, talvolta impropri, applicati dalle banche per l'utilizzo dei Pos, che, comunque, nelle attivita' modenesi sono presenti nel 99,9% dei casi'. Per questo, 'in vista del varo del provvedimento governativo- conclude il direttore di Confcommercio Massimo Gandolfi- ci stiamo muovendo nella direzione di siglare accordi ad hoc con istituti bancari che si rendano disponibili a ridurre in modo deciso i costi sulle attivita''.




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Economia - Articoli Recenti
Da Antonio Alfieri nuova protesta ..
'Come è possibile che una azienda come la mia possa pagare 10mila euro di bollette a fronte..
26 Settembre 2022 - 23:41
A Modena nord il primo distributore a..
Firmato un protocollo di intesa tra enti per la creazione di un polo per la produzione e la ..
24 Settembre 2022 - 12:00
Allarme Cna: 'Costi energia, dal ..
'Servono ulteriori strumenti ed uno di questi è la moratoria sui mutui, che ha già dato ..
22 Settembre 2022 - 12:41
'Imprenditori schiacciati da cartelle..
Franchini (Ruote Libere): 'Non basta sventolare le cosiddette norme salva suicidi a ..
21 Settembre 2022 - 18:35
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38