La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliEconomia

Congresso Cgil Modena, nel mirino i casi Castelfrigo e Maserati

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Sul settore carni scoperto vaso di pandora e lottare per ottenere un piano industriale serio, che dia prospettive anche produttive allo stabilimento Maserati'


Congresso Cgil Modena, nel mirino i casi Castelfrigo e Maserati

Nei quattro anni trascorsi dall'ultimo congresso 'sono state oltre 4.200 le vertenze individuali gestite, oltre 900 quelle collettive'. E tra le vertenze collettive, due nomi spiccano senza alcun dubbio: 'Castelfrigo e Maserati'. Lo scandisce dal palco del congresso Cgil, oggi a Modena, Manuela Gozzi, segretario uscente che procede verso la conferma, attesa alla fine della seconda giornata di lavori domani sera. Di fronte a istituzioni e colleghi seduti in prima fila, Gozzi torna dunque sul caos carni, riemerso in questi giorni con l'inchiesta della procura a carico di cinque societa' dell'area di Castelnuovo. Ricostruisce la segretaria Cgil: 'Attraverso la vertenza Castelfrigo si è posto all'attenzione della politica e delle istituzioni le distorsioni del mondo degli appalti evidenziando tutte le criticita'', tra 'massimo ribasso anche al di sotto dei minimi contrattuali, contrazione dei costi che si riflette esclusivamente sulle condizioni dei lavoratori, mancata applicazione dei contratti, mancato versamento dei contributi previdenziali e assistenziali' ma anche 'ricatto occupazionale, precarieta''. A ciò si aggiungono 'ovvi problemi di legalità: evasione contributiva, evasione fiscale, riciclaggio', tuona Gozzi parlando di 'appalti di comodo, che trovano la connivenza delle committenze, sono prevalentemente affidati a cooperative spurie e a consorzi che cambiano continuamente, ma che hanno sempre lo stesso padrone'. Passando a Maserati e al suo settore, invece, la segretaria nota che 'nonostante le azioni messe in campo in questi in anni', a partire dal recente sciopero generale del 10 maggio targato Cgil, bisogna continuare a 'lottare per ottenere un piano industriale serio, che dia prospettive anche produttive al plant di via Ciro Menotti'.

Citando insieme Castelfrigo e Maserati, allora, Gozzi le definisce 'due vertenze che evidenziano le difficoltà che anche a Modena, città che vede molti indicatori economici in crescita, ha punti di difficolta' nei confronti dei quali e' necessario non solo porre attenzione ma individuare soluzioni'. E questo senza togliere meriti 'al Patto per il lavoro regionale e agli incontri costanti con l'amministrazione comunale a Modena', lontani dalla 'disintermediazione in essere a livello nazionale'. Tra gli altri numeri sindacali emersi al congresso, invece, Gozzi calcola che la Cgil di Modena ha chiuso il proprio tesseramento 2017 a quota 117.907 iscritti, con una media di 20.000 nuove adesioni ogni anno e con 'una maggioranza di iscritti attivi rispetto ai pensionati'. Sul congresso in corso, da giugno a fine settembre gli iscritti sono stati coinvolti in 1.579 assemblee tra luoghi di lavoro, sedi sindacali e leghe dei pensionati: ha votato il 20,25% degli iscritti, di cui il 90,37% a favore del documento 'Il lavoro e'' che registra come prima firmataria Susanna Camusso, mentre il 9,63% e' assegnato al documento 'Riconquistiamo tutto' (prima firmataria Eliana Como). Nelle assemblee anche a Modena e dintorni, ribadisce Gozzi, spesso si e' evidenziata 'la frattura' creata da Jobs Act, legge Fornero e Buona scuola, a conferma di un rapporto tutto da ricucire anche rispetto ai recenti Governi di 'centrosinistra'.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:134310
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:98836
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:48765
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:42175
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:41969
Grandinata devastante su Modena: danni alle auto e alberi abbattuti
La Nera
22 Giugno 2019 - 15:59- Visite:35808
Economia - Articoli Recenti
Caos su aperture aziendali, Luppi ..
Associazioni di categoria prese d'assalto dalle richieste di chiarimento. Nel tardo ..
23 Marzo 2020 - 15:50- Visite:150
La Cisl Modena: 'Decreto inadeguato, ..
'Se il decreto non viene modificato subito, metteremo in campo iniziative di lotta e ..
23 Marzo 2020 - 13:50- Visite:322
Conte firma decreto che blocca ..
Elenco ampliato rispetto a stamattina. Comunque si possono completare le attività ..
22 Marzo 2020 - 20:21- Visite:7112
E' morto Arturo Zaccarelli, fondatore..
Ultimo imponente lavoro della AeC (di cui è stato presidente) è il ponte di Bomporto, ..
22 Marzo 2020 - 07:40- Visite:1417


Economia - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:59456
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:48765
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52- Visite:30166
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:30015