La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliEconomia

Modena, imprese: i laureati in ingegneria restano i più ricercati

La Pressa
Logo LaPressa.it

Ma dalla ricerca emerge con chiarezza che scegliere una scuola tecnica o professionale non rappresenta una scelta di serie B


Modena, imprese: i laureati in ingegneria restano i più ricercati

La scuola superiore, mettendo da pare per un momento le preoccupazioni e i tira e molla relativi alle misure anti Covid-19, è il preludio all’ingresso del mondo del lavoro o dell’università. In merito, il Centro Studi di Lapam Confartigianato, ha presentato una classifica dei profili pù ricercati dalle imprese del territorio modenese.

“Tante volte si sente dire che le imprese, nonostante il crescente tasso di disoccupazione, faticano a reperire personale adatto e qualificato. Ebbene, è proprio così. Per questo anche la scelta delle scuole superiori è importante: considerare gli indirizzi tecnici è opportuno e può offrire sbocchi futuri a ragazze e ragazzi”.

Queste le parole di Gilberto Luppi, presidente di Lapam Confartigianato Modena, che commenta così alcuni dati dell’ufficio Studi dell’associazione di categoria. Sul territorio modenese circa un terzo delle imprese fatica a reperire personale qualificato, una percentuale molto elevata.

Tra i dati disponibili al momento, quelli di fine 2019, non ci sono solo laureati, ma anche diplomati di scuole tecniche o professionali. Le imprese faticano a trovare per il 76,2% laureati in ingegneria elettronica e per il 72,1% quelli in ingegneria industriale, per il 70,1% i diplomati tecnici di impianti termoidraulici, per il 63,3% diplomati in informatica e telecomunicazioni, per il 55,4% i diplomati nell’indirizzo abbigliamento, per il 52,5% e per il 52,3% rispettivamente diplomati in meccanica e meccatronica e quelli in elettronica ed elettrotecnica. Ancora per il 52% e per il 50% i laureati in lingue e in ingegneria civile e ambientale.

“Da questi dati – prosegue Luppi – emerge con chiarezza che scegliere una scuola tecnica o professionale non rappresenta una scelta di serie B. Tutt’altro, si tratta di un modo di pensare al proprio futuro, senza dimenticare che a un diplomato non è comunque preclusa la possibilità di intraprendere l’università. L’importante è seguire le predisposizioni di ragazze e ragazzi che si affacciano al mondo delle superiori, facendo una scelta che avrà implicazioni importanti sulla loro vita. Le cosiddette materie ‘Stem’ (Science, Technology, Engineering, Mathematics) possono essere scelte da ragazze e ragazzi in ugual misura”.

L’indagine di Lapam presenta anche quelle che sono competenze, soft skills e nuovi trend necessari per chi si approccia al mondo del lavoro in giovane età. Le competenze richieste dalle imprese sono per il 35,8% la capacità di comunicare bene in italiano a seguire, per il 21,5% le competenze digitali, e per poco più del 15% le capacità matematiche e in lingue straniere. Tra i nuovi trend c’è un 34% di imprese che richiedono l’attitudine al risparmio energetico e per il 10,5% la capacità di applicare tecnologie. Ma le cosiddette soft skills, le capacità relazionali, sono le più richieste: il 63% delle imprese cerca ragazzi capaci di flessibilità e adattamento, il 51,7% di lavorare in gruppo, il 36,9% di risolvere problemi e il 36% la capacità di lavorare in autonomia.

“I trend futuri sono tre – conclude Luppi – globalizzazione, tecnologia, ambiente. I mestieri che saranno più richiesti (e che, magari, oggi non ci sono ancora) riguardano l’automazione e la robotica, l’utilizzo dei dati e il commercio online, inoltre le figure in grado di sviluppare strategie e soluzioni ecosostenibili come esperti in gestione dell’energia, chimici green, esperti di acquisti verdi, installatori di impianti a basso impatto ambientale”.

Stefano Bonacorsi


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Stefano Bonacorsi
Stefano Bonacorsi

Modenese nel senso di montanaro, laureato in giurisprudenza, imprenditore artigiano, corrispondente, blogger e, più raramente, performer. Di fede cristiana, mi piace dire che sono ..   Continua >>


 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:153355
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:106105
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:63813
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:60356
Modena, l'allarme Ausl: 'Circolazione virale alta: proteggetevi'
Societa'
15 Novembre 2020 - 18:12- Visite:50019
Primario di Baggiovara: 'Esiste un dramma dei pazienti No Covid'
Societa'
23 Novembre 2020 - 17:35- Visite:49090
Economia - Articoli Recenti
Battezzata la Eco Livorno, gigante ..
La breve cerimonia si è svolta questa mattina in occasione dello scalo inaugurale della ..
02 Marzo 2021 - 19:16- Visite:674
Crisi Goldoni, firmato l'accordo
Trasferimento in continuità di 110 lavoratori, cassa integrazione e incentivi all'esodo. ..
01 Marzo 2021 - 20:46- Visite:3427
Processo fatti Alcar Uno, prima ..
L'accusa è quella di violenza privata, messa in atto dagli imputati che durante le proteste..
01 Marzo 2021 - 12:07- Visite:442
A un mese dall'etichetta salumi sale ..
Dopo avere raggiunto i minimi, l'etichetta d'origine Made in Italy ha rilanciato il mercato...
28 Febbraio 2021 - 08:57- Visite:447


Economia - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:63299
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:60356
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52- Visite:33680
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:33386