La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
notiziarioLa Nera

Clandestino, più volte denunciato, era in Italia da un anno e tre mesi, un'ora prima del rogo in ospedale a Mirandola

La Pressa
Logo LaPressa.it

Da Roma, dove aveva ricevuto l'obbligo di allontanamento, si era spostato a Mirandola. Un'ora prima di appiccare il rogo, era andato in ospedale per ipotermia


Clandestino, più volte denunciato, era in Italia da un anno e tre mesi, un'ora prima del rogo in ospedale a Mirandola
Intorno all'una e trenta della notte si era recato all'ospedale di Mirandola dove un'ora più tardi sarebbero state ricoverate le vittime del suo folle gesto. Il giovane nordafricano, arrestato per il rogo appiccato alla sede del comando della Polizia Municipale di Mirandola, che ha causato la morte di due persone ed il ferimento di altre venti, si era rivolto al pronto soccorso dell'ospedale a seguito di un malore dovuto al freddo. Ma dopo poco si era strappato la flebo e si era allontanato. Probabilmente verso via Roma dove poco dopo avrebbe messo in atto il suo crimine.

Le indagini hanno accertato che l'uomo, clandestino, era in Italia da almeno un anno e tre mesi, ovvero da quando aveva fatto rientro clandestinamente nel nostro Paese, dopo essere stato riaccompagnato alla frontiera di Ventimiglia. Da qui una vita di espedienti quotidiani, vissuta nell'ombra, nell'irregolarità e nell'illegalità. Non a caso il giovane aveva collezionato già alcune denunce e si era presentato alle forze dell'ordine che lo avevano fermato, con diversi 'alias', raccontando di chiamarsi prima in un modo poi in un altro, mentendo anche sull'età. In tutte le occasioni era sempre stato lasciato a piede libero. Fino a quando il 14 maggio scorso è stato fermato a Roma. Aveva dichiarato di essere un algerino nato nel 1999. In quell'occasione gli venne notificato un ordine di allontanamento dall'Italia. Aveva una settimana per andarsene. Ma come quasi sempre succede, in un paese dove il sistema dei rimpatri e delle espulsioni non funziona, e anche dopo il cambio del governo continua a non funzionare, senza un accompagnamento forzato e controllato, sono pochi coloro che scelgono materialmente di tornare al proprio paese. E così è stato anche per lui. Che ha scelto di fregarsene dell'obbligo di lasciare l'Italia, e di rimanerci. Ed è così che forse per garantirsi una permanenza un po più tranquilla, probabilmente con meno controlli, si è spostato (forse su indicazione di qualcuno o forse per una possibile conoscenza sul posto)), verso Mirandola, dove ha lasciato la prima traccia della sua presenza  recandosi all'ospedale all'una della notte, accusando un malore per il freddo.
I medici accertano lo stato di ipotermia. L'uomo viene sottoposto a flebo che poco dopo, particolarmente agitato, si strappa per poi allontanarsi dal nosocomio. La seconda traccia, ben più tragica, della sua presenza, la lascerà in via Roma, al comando della Polizia Municipale che distruggerà insieme alla vita di due persone e mettendone a rischio altre. 


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione poli..   Continua >>


Profilo Facebook di Redazione La Pressa Profilo Google+ di Redazione La Pressa Profilo Twitter di Redazione La Pressa Profilo Linkedin di Redazione La Pressa Profilo Instagram di Redazione La Pressa Indirizzo Email di Redazione La Pressa 


Articoli Correlati


Orrore di Bibbiano, onlus coinvolta è la stessa della Bassa modenese
La Provincia
27 Giugno 2019 - 15:22- Visite:26004
Mirandola, vigilessa trovata morta, il Sulpl: 'Suicidio annunciato'
La Nera
04 Aprile 2018 - 13:58- Visite:20432
Maxi sequestro per un imprenditore edile modenese «contiguo alla ..
La Provincia
15 Giugno 2017 - 18:54- Visite:11850
Cispadana, Bonaccini promette: 'Entro il 2019 si parte'
La Provincia
30 Giugno 2017 - 14:49- Visite:11782
'L'antifascismo? Un concetto storico e non più attuale'
La Provincia
01 Agosto 2017 - 22:06- Visite:11405
Punti nascita: bocciato Pavullo, salvato Mirandola
Politica
05 Ottobre 2017 - 12:39- Visite:11404
La Nera - Articoli Recenti
'Bibbiano, affidi: Pd e M5S chiariscano ..
Fiorini (FI): 'Anche i 5 stelle tacciono perchè aumentano i casi di ..
18 Agosto 2019 - 19:13- Visite:819
Cavina dimesso, ma sempre presente: ..
'Ma vi pare che mi sarei giocato l'anima e reputazione per 11 mila euro?' -..
18 Agosto 2019 - 18:21- Visite:646
Terremoto a Forlì, ancora una scossa di..
Poco dopo mezzanotte. Ieri nella stessa zona erano state già registrate ..
18 Agosto 2019 - 08:12- Visite:218
Carpi, offende i carabinieri sui social:..
Il capitano Iacovelli: 'Ogni gesto, consumato in rete così come nella ..
17 Agosto 2019 - 18:20- Visite:811


La Nera - Articoli più letti


L'orrore di Reggio: bambini affidati a ..
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da ..
28 Giugno 2019 - 09:33- Visite:99286
Camionista non in regola con Adr: 30 ..
Al camionista è stata anche ritirata immediatamente la patente e ulteriore..
22 Marzo 2018 - 14:56- Visite:37426
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ..
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto ..
18 Febbraio 2018 - 22:39- Visite:34983
Grandinata devastante su Modena: danni ..
Le aree più colpite sono quelle Modena, Campogalliano, Castelfranco e ..
22 Giugno 2019 - 15:59- Visite:34250

Contattaci

Feed RSS La Pressa

Contattaci

Feed RSS La Pressa