La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
notiziarioLa Nera

Rogo deposito rifiuti Hera via Caruso: per la procura nessun dolo, caso archiviato

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il PM Katia Marino ha depositato la richiesta di archiviazione del fascicolo aperto contro ignoti sull'ipotesi di incendio doloso. Rimane il mistero sulle cause


Rogo deposito rifiuti Hera via Caruso: per la procura nessun dolo, caso archiviato

Il devastante rogo che la sera di domenica domenica 3 marzo trasformò in una enorme e densa nube di fumi tossici che per più di 48 ore intrise l’aria di Modena e dei comuni limitrofi, centinaia di tonnellate di rifiuti speciali stoccati nel deposito Hera di via Caruso, non ha carattere doloso.

E' questa la conclusione delle indagini aperte con il fascicolo contro ignoti basato sull’ipotesi di reato di incendio doloso, affidato al PM Katia Marino nelle ore successive al fatto. Indagini che, stando alle motivazioni della richiesta di archiviazione, non avrebbero portato ad alcun riscontro oggettivo, tale da dimostrare la matrice dolosa dell’incendio e l’azione illecita di qualcuno. Mancanza di riscontri che hanno portato alla richiesta di archiviazione del fascicolo, richiesta depositata in queste ore.

L’ipotesi del dolo all’origine del rogo decade quindi insieme a quella della ricerca dei responsabili di un possibile reato. Rimane un mistero, ma questo esula dagli elementi inseriti nel fascicolo e nelle indagini sull'ipotesi di reato ipotizzata, la causa del rogo. Che nel corso del lavoro degli operai attivi nel deposito, si sviluppò nella tarda serata di domenica e che distrusse, insieme ai rifiuti solidi urbani speciali che vi erano stoccati, uno dei capannoni del deposito gestito da Hera ambiente. Il deposito che già nel 2014, prima che Hera ambiente ne acquisisse interamente la gestione era già stato attenzionato dalla DDA di Bologna che decise di aprire una indagini, in relazione alla gestione dei rifiuti stoccati nell’area. Area e deposito già al centro delle contestazioni dei dipendenti della cooperativa che in appalto forniva il personale addetto alla movimentazione ed al trattamento dei rifiuti.

Da quel deposito, per cause che riportate nell'ambito della possibile incidentalità rimangono ancora senza risposta ufficiale, il 3 marzo scorso, e per le successive 48 ore, si sollevò una nube di fumi tossici, con picchi accertati da Arpae di diossina, i cui potenziali effetti sulla salute, in mancanza di provvedimenti almeno precauzionali nel breve e nel lungo periodo (dal comune non arrivò alcune disposizione ufficiale nemmeno in linea di principio precauzionale come l'invito a tenere chiuse le finestre), non vennero mai nemmeno ipotizzati, lasciando su quella devastante notte altri interrogativi ancora senza risposta.

Gi.Ga.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Rifiuti Spilamberto, l'ipocrisia della raccolta differenziata'
La Provincia
23 Ottobre 2017 - 10:12- Visite:18971
Inceneritore Modena: in aumento anche i rifiuti radioattivi
Politica
21 Luglio 2017 - 02:46- Visite:14290
Carnevalata Hera: la tesserina, il rifiutologo, i depliant, le ..
Il Punto
23 Ottobre 2017 - 10:50- Visite:13620
Inceneritore, il bluff del riciclo della plastica: si recupera solo 6%
Dossier Inceneritore
16 Novembre 2018 - 10:27- Visite:12698
'Rifiuti, Hera senza vergogna e senza limiti e i sindaci tacciono'
Politica
06 Agosto 2017 - 11:44- Visite:12660
Dossier inceneritore: la 'bufala' del termovalorizzatore ed Hera non ..
Dossier Inceneritore
25 Ottobre 2017 - 07:00- Visite:12147
La Nera - Articoli Recenti
Italpizza: 'Le indagini confermano ..
'E’ bene precisare che non si tratta di un processo sindacale o a dei lavoratori, ma ..
16 Settembre 2020 - 14:29- Visite:680
Modena, Grande Fratello sulle strade:..
Il sistema acquisisce anche in automatico tutte le targhe delle autovetture parcheggiate e ..
16 Settembre 2020 - 14:13- Visite:1661
Modena, torna l'incubo incendi sui ..
E sempre questa mattina a San Martino in Rio un autobus si è scontrato frontalmente con un ..
16 Settembre 2020 - 13:49- Visite:650
Schianto contro un camion in via ..
Gravemente ferita la donna a bordo dell'auto. Sul posto polizia municipale e vigili del ..
16 Settembre 2020 - 08:04- Visite:1860


La Nera - Articoli più letti


L'orrore di Reggio: bambini affidati ..
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33- Visite:162329
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli ..
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00- Visite:60733
Bibbiano, minore usata come 'cavia' ..
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14- Visite:46877
A1, incidente mortale a Modena: la ..
Lutto nell'intero mondo dell'autotrasporto. Tanti i colleghi di Andrea Sellitto che hanno ..
03 Maggio 2020 - 06:20- Visite:39852