Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

Benozzo rifiuta ogni candidatura: 'Osservo divertito la fine dell'Occidente'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'L’offerta di candidatura a senatore che mi è stata fatta fa ridere i polli'


Benozzo rifiuta ogni candidatura: 'Osservo divertito la fine dell'Occidente'

Voce dissidente da oltre due anni contro le nuove forme di totalitarismo, che smascherò già in uno scritto del marzo 2020, interpretando da subito la pandemia come 'una grande truffa volta al soggiogamento scientocratico delle popolazioni', il modenese Francesco Benozzo ha continuato a ribadire in diversi scritti, libri, interventi pubblici e concerti il suo punto di vista (per il quale ha pagato in prima persona con la sospensione dal proprio lavoro e dallo stipendio per otto mesi), prendendo una forte posizione in queste settimane a favore dell’astensionismo.
Si è dichiarato in particolare non in linea con quei “dissidenti” che, perdendo di vista la necessità di non mescolarsi e diventare di conseguenza parte del dispositivo che essi contestano, 'hanno ceduto alla falsa lusinga di poter diventare una voce del popolo all’interno di un gioco democratico fagocitante e di finta rappresentanza che non esiste più da decenni' (o che, come Benozzo sostiene in quanto anarchico, 'non è mai esistito sulla faccia della terra').


Nonostante questo, gli è arrivata un’offerta di candidatura al Senato da parte di uno dei gruppi che è già a Montecitorio da tre anni. La sua disobbedienza civile, che non intende mescolarsi con le strategie della politica, lo ha costretto di recente a dimettersi per coerenza dai comitati bioetici che aveva fondato con il professore Luca Marini in questi anni, in particolare dal Comitato Internazionale per l’Etica della Biomedicina, dall’Osservatorio contro la Sorveglianza di Stato e dall’Osservatorio contro la Transizione Ecologica, dal momento che lo stesso Marini – con il quale Benozzo ha firmato a quattro mani appelli pubblici alle alte cariche dello Stato, ai colleghi universitari e ai Rettori delle Università, oltre che due libri di denuncia del totalitarismo in atto – ha accettato di essere candidato per una delle liste che auspica di correre per le prossime elezioni del 25 settembre.

'Non ho niente di personale contro chi crede nella lotta politica – ha detto Benozzo – perché in quanto anarchico ho il massimo rispetto per la libertà di ciascuno, ma non trovo accettabile che dei comitati per loro natura neutrali perdano la propria credibilità annoverando tra i propri fondatori o collaboratori dei candidati politici, vale a dire delle persone dichiaratamente schierate da una parte o dall’altra del teatrino'.

'L’offerta di candidatura a Senatore che mi è stata fatta – continua – fa ridere i polli. Chi ha pensato in questo modo di riconoscere qualcosa alla mia lotta molto chiara di questi due anni e mezzo ha in realtà finito per dimostrarsi, come sono o finiscono per essere, ai miei occhi, tutti i politici, una persona che nemmeno si informa sulle posizioni da sempre dichiarate di chi riteneva sbadatamente di coinvolgere nel carnevale elettorale. Pensare che io accettassi una simile proposta sarebbe come pensare che un faggio dei boschi appenninici possa accettare di essere trasportato su una terrazza romana di qualche palazzo davanti al Colosseo per morire lontano da ciò che conta, mentre intorno a lui i peggiori rappresentanti della deriva millenaria di Homo Sapiens ballano in trenini e festini di varia natura parlando di programmi elettorali. Assisto divertito – conclude Benozzo – alla grande kermesse delle elezioni, che questa volta, oltre ai soliti tromboni, annovera anche virologi da salotto, dissidenti dell’ultima ora, portuali gandhiani e guru farlocchi della controinformazione, in una ennesima celebrazione della fine dell’Occidente e della dignità umana'.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Politica - Articoli Recenti
Meloni a un passo da Palazzo Chigi, ..
Letta e Salvini ora vedono fortemente compromessa la loro leadership
26 Settembre 2022 - 00:58
Affluenza, calo rispetto al 2018 è ..
In provincia di Modena l'affluenza alle 23 è del 73,1% contro il 79% di quattro anni fa. ..
26 Settembre 2022 - 00:19
Exit poll: il centro-destra stravince..
Pieno di voti per FDI, primo partito (23-27) , PD segue con una forchetta tra 18 e 22%. Calo..
25 Settembre 2022 - 23:31
Affluenza, dopo l'exploit di ..
Alle 19 in provincia di Modena ha votato il 60,4% contro il 65,9% del 2018
25 Settembre 2022 - 20:57
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58