Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Bonaccini con la vanga: 'Ecco il più grande piano verde della storia'. I Verdi: 'Si abbattono boschi e si piantano alberelli'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Abbattere boschi maturi per ripiantare alberelli che impiegheranno decine di anni a crescere determina un evidente scompenso nel bilancio della CO2'


Bonaccini con la vanga: 'Ecco il più grande piano verde della storia'. I Verdi: 'Si abbattono boschi e si piantano alberelli'

'Oggi da Bobbio abbiamo lanciato il più grande piano verde nella storia della nostra Regione. Un investimento da oltre 14 milioni di euro, per piantare in 5 anni 4,5 milioni di alberi: i primi 500mila già entro fine 2020. Grazie ad un bando sono stati individuati i primi 21 vivai dove i cittadini potranno ritirare le piante gratuitamente'. Così un entusiasta Bonaccini ieri, vanga in mano e jeans col risvoltino.
Ma a raffreddare le micce dei fuochi d'artificio del presidente-contadino, dopo l'attacco di qualche mese fa dei 5 Stelle che con la consigliere Piccinini parlarono di bando-flop (qui l'articolo), ci hanno pensato ieri i Verdi in Regione, partito che fa parte della maggioranza.


Il progetto della Giunta regionale di mettere a dimora 4,5 milioni di alberi in Emilia-Romagna, uno per ogni cittadino della regione, presentato oggi a Bobbio, trae origine da una proposta dei Verdi ispirata all'appello dell’associazione 'Laudato sì' di piantare 60 milioni di nuovi alberi, uno per ogni italiano. “Siamo quindi soddisfatti che la Giunta l'abbia assunta come programma di mandato, e che oggi ne avvii l'attuazione - dichiarano Silvia Zamboni, vicepresidente dell’Assemblea legislativa e Capogruppo di Europa Verde e Paolo Galletti, co-portavoce regionale dei Verdi-Europa Verde -. Come contributo alla realizzazione del progetto, giovedì scorso, in spirito di costruttiva collaborazione, abbiamo trasmesso all’assessore regionale all’Ambiente Irene Priolo un documento con le proposte elaborate dal gruppo interdisciplinare di esperti della Federazione dei Verdi e del comitato scientifico. Il documento definisce obiettivi, strumenti, metodi e strategie di un programma di durata pluriennale finalizzato ad affrontare l’emergenza climatica e ambientale che si può sintetizzare nei seguenti punti:
- I 4,5 milioni di nuovi alberi non vanno computati all’interno di misure di compensazione di opere di nuova realizzazione come autostrade e centri commerciali
- Occorre modificare la prassi dei tagli di alberi estesi e generalizzati in ambienti fluviali
- No alla monetizzazione delle dotazioni territoriali di aree verdi nelle città
- Per la messa a dimora degli alberi privilegiare le zone densamente abitate e sede di insediamenti produttivi a partire dal censimento delle aree di proprietà pubblica e del demanio (anche fluviale)
- Ricostituire i vivai regionali, uno per provincia. Produrre alberi ed essenze autoctoni, adatti al territorio e resilienti al cambiamento climatico è fondamentale per ricostruire il paesaggio perduto
- Istituire una cabina di regia dedicata alla realizzazione e al monitoraggio del progetto
- Attuare nei centri urbanizzati la Strategia Nazionale del Verde Urbano (Legge 10/2013)
- Sviluppare ecosistemi del verde che promuovano la plurifunzionalità dei servizi naturali offerti
- Utilizzare il nuovo Piano di Sviluppo Rurale quale strumento strategico anche per reperire risorse finanziarie comunitarie (“Next Generation EU” conosciuto come “Recovery fund”)
- Realizzare fasce boscate attorno alle infrastrutture viarie extraurbane, agli inceneritori, agli allevamenti.
Nel frattempo sottoscriviamo la richiesta dei nostri esperti che si fermino gli abbattimenti previsti dal DL 3 aprile 2018 n. 34 che permette il taglio indiscriminato dei boschi senza distinguere tra boschi di produzione e boschi di conservazione al fine di recuperare biomasse - concludono Zamboni e Galletti. Abbattere boschi maturi per ripiantare alberelli che impiegheranno decine di anni a crescere determina un evidente scompenso nel bilancio della CO2”. 



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:137678
Coronavirus, scuole tutte chiuse in Emilia Romagna per altri 8 giorni
Societa'
29 Febbraio 2020 - 08:00- Visite:50292
Critiche raccolta fondi, Bonaccini minaccia: 'Ci vediamo in tribunale'
Politica
05 Gennaio 2020 - 06:26- Visite:45955
'Crisi Coop Alleanza 3.0: il modello degli ipermercati ha fallito'
Politica
01 Febbraio 2019 - 13:33- Visite:44401
La mappa dei contagi nel modenese: a Prignano muore donna di 50 anni
Societa'
28 Marzo 2020 - 18:20- Visite:38846
Coronavirus, il Governo chiude anche la provincia di Modena
Societa'
07 Marzo 2020 - 20:36- Visite:37931

Feed RSS La Pressa
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12319
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16586
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13984
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:13065
Quelli di Prima - Articoli più letti
AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:21791
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16586
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13984
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:13237