'Le speranze tradite di Speranza'
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
CAFFE' L'ANTICO DANTE CAGLIARI
articoliPolitica

'Le speranze tradite di Speranza'

Data: / Categoria: Politica
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Durante la presentazione del suo libro, l'ex ministro cita la rimozione del tetto di spesa sul personale sanitario, per lui priorità rimasta nel cassetto. Poi la riforma della rete ospedaliera del 2015 che ha chiuso ospedali senza rafforzare i servizi territoriali. 'Sul territorio siamo indietro, ci salva il PNRR''. Le scelte personali sul lockdown: 'In quel periodo non sapevamo cosa fare, non c'erano istruzioni, unico modello di riferimento per noi era la Cina'


'Le speranze tradite di Speranza'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

La battaglia sulla sanità pubblica e universalistica rilanciata dall'ex Ministro della salute Roberto Speranza durante la presentazione del suo libro, organizzata dall'associazione Idee a sinistra alla sala Ulivi di Modena, ha portato con sé una serie di evidenze ed ammissioni rispetto a quanto i governi 'suoi' e comunque di centro sinistra, non hanno fatto o hanno fatto male. Tra le cose non fatte c'è la rimozione del tetto di spesa al personale sanitario. Per Speranza una priorità. Un tetto che risale ai governi Berlusconi e Tremonti e che, appunto, andrebbe rimosso ma che fino ad ora, non è stato fatto rimosso.
 
Poi una sorta di J'accuse indiretta ai governi di centro-sinistra anche per quanto riguarda modi e tempi delle riforme della rete ospedaliera e della rete territoriale. 'Andavano fatte insieme perché ospedali e assistenza territoriale devono compensarsi, invece sono arrivate a 7 anni di istanza l'una dall'altra.

Ciò ha creato dei problemi. La prima è del 2015 e ha portato sostanzialmente alla chiusura di alcuni ospedali, ma non puoi togliere un ospedale senza rafforzare la rete territoriale, invece anche in aree di questa provincia che ho visitato è successo e ciò ha portato problemi alla comunità. Sul territorio siamo indietro, per questo abbiamo dirottato n questa direzione i soldi del PNRR'.



Silvana Borsari ex direttrice sanitaria dell'AUSL di Modena, ora in pensione, riporta Speranza al primo periodo dell'emergenza Covid e del lockdown. Speranza ammette di avere scelto direttamente sulle chiusure. 'Pensavo che se si chiudeva di più ci sarebbero stati meno morti mentre se si chiudeva meno il contrario. Ero allarmato dalla situazione in cui si trovavano ospedali e pronto soccorso'.

Speranza ammette anche che in quel periodo non c'era un piano da seguire: 'Non avevamo istruzioni per una situazione del genere e l'unico modello di riferimento era quello della Cina' - afferma l'ex ministro.

Poi il finanziamento alla sanità pubblica. Speranza attacca prima il governo dicendo che si stanno tagliando i finanziamenti, Silvana Borsari gli fa notare che è già praticamente dal 2015 dal DM 70 che la sanità è sotto finanziata. Lui in quel momento racconta dei quattro miliardi dati dal ministro Schillaci alla sanità. 'Appresa la notizia stavo facendo un intervista e ho detto al giornalista: ascolta Schillaci.
Per questo sono stato rimproverato dai miei compagni: Cosa fai? Dai ragione ad un ministro di centro destra?'
'Io sinceramente non faccio differenza tra destra e sinistra. Se prima li chiedevo io, non cambio opinione se li chiede e li stanzia un altro. Se i soldi arrivano per la sanità pubblica io ne sono contento'.

Gi.Ga.


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


e-work Spa
Politica - Articoli Recenti
In Emilia-Romagna cresce il centro sinistra, centro destra al palo, nonostante FDI
Sulla base dei dati alle elezioni europee, il divario tra centro-destra e centro-sinistra in..
10 Giugno 2024 - 10:23
Record di affluenza a Fiumalbo per il candidato unico Alessio Nizzi
Eletto per la prima volta nel 2019, sostenuto in primis dalla Lega, Nizzi ha ottenuto così ..
10 Giugno 2024 - 08:08
Europee a Carpi: vola il Pd, doppiata Fdi. Righi punta a vincere al primo turno
Con questi numeri Riccardo Righi vede la vittoria al primo turno, ma molto dipenderà dai ..
10 Giugno 2024 - 08:02
Europee a Sassuolo, testa a testa tra Pd e Fdi. Menani trema
Con questi numeri non è scontata la conferma al primo turno di Francesco Menani, sostenuto ..
10 Giugno 2024 - 07:49
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58