'Quaranta migranti scaricati qui senza avvertire, caro Ministro intervenga'
La Personala
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
VLP Events
articoliPolitica

'Quaranta migranti scaricati qui senza avvertire, caro Ministro intervenga'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Lettera del sindaco di Montefiorino Maurizio Paladini al Ministro Piantedosi: 'Mancanza di rispetto intollerabile verso una piccola comunità'


'Quaranta migranti scaricati qui senza avvertire, caro Ministro intervenga'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Riportiamo di seguito la lettera inviata dal sindaco di Montefiorino Maurizio Palladini al Ministro dell'Interno Piantedosi per segnalare e contestare le modalità dell'invio nel paese montano di 40 richiedenti asilo, ora accolti in una struttura religiosa data in affitto dalla congregazione a una cooperativa di accoglienza. Il sindaco, in particolar modo, contesta la modalità del trasporto e dell'arrivo di cui, stando alle sua parole, nè lui i vertici locali di polizia e carabinieri erano stati avvertiti annunciando di procedere legalmente in caso di mancato riscontro.
Di seguito il testo integrale della missiva inviata al ministro dell'Interno.

Egr. sig. Ministro,
mi rivolgo a Lei per informarla che, nel comune di Montefiorino (2000 anime) in Provincia di Modena, nei giorni scorsi sono stati scaricati come pacchi postali 40 migranti/rifugiati, per lo più giovani, età media 24 anni, in attesa di permesso di soggiorno che per tutta la giornata gironzolano per le vie del paese, malvestiti, in cerca del segnale Wi-Fi.

Sono arrivati alla chetichella, senza alcun preavviso al Sindaco che secondo l’art.1 del R.D.733/1931 è l’autorità locale di pubblica sicurezza e al comando della locale stazione Carabinieri costituita da due unità: Comandante e Vice Comandante.

Sono stati trasportati di soppiatto, su ordine della Prefettura di Modena, Ufficio Territoriale del Governo, e depositati nella struttura di proprietà della Congregazione Figlie della Provvidenza per le Sordomute, sita in Via Statale 486 n.103 “Casa Don Severino Fabriani” che, per vocazione, ha sempre accolto ragazze sordomute per insegnare loro come superare il proprio handicap.  Le suore, in buona fede, hanno sottoscritto, per quattro soldi, un contratto biennale di locazione della struttura con la cooperativa “Leone Rosso” con sede in Aosta: “mettendo a disposizione 25 posti per l’accoglienza di cittadini stranieri temporaneamente presenti sul territorio”, nella convinzione di dare ospitalità a profughi provenienti dall’Ucraina ma dimenticando di specificarlo sul contratto.

Immagini, signor Ministro, l’impatto sulla popolazione residente, composta prevalentemente, da persone in età medio alta. Cittadini allarmati e preoccupati , ansiosi di avere informazioni che nessuno è in grado di fornire, se non l’organo periferico del governo che ha gestito l’intera vicenda in totale autonomia.  Chiedo se tutto ciò sia lecito, rispettoso dei protocolli e delle leggi vigenti. Chiedo ancora di sapere a chi è demandato il compito di garantire la sicurezza e l’ordine pubblico e chi cura l’igiene e la salute di queste persone.

Troppo facile scaricare le proprie responsabilità sulle comunità locali, specie quelle di periferia, già di per sé fragili e sprovviste di servizi adeguati, senza il loro coinvolgimento, anzi, a loro insaputa. Una mancanza di rispetto e considerazione intollerabili da parte dell’organo periferico del Ministero dell’Interno e di rappresentanza del governo.

Tuttavia, signor Ministro, la mia comunità è matura, consapevole che le migrazioni sono un fenomeno complesso che da sempre fanno parte della storia dell’umanità e che, in un recente passato, hanno interessato anche le nostre valli. Siamo pronti a dare il nostro contributo proporzionato alle nostre forze e sulla base di un progetto condiviso che, innanzi tutto, deve garantire sicurezza e tranquillità ai residenti e un futuro ai ragazzi ospiti. Un progetto al quale l’intera comunità, possibilmente allargata anche ai comuni limitrofi, è chiamata a concorrere: Enti Locali, Ausl, servizi sociali, imprenditori, associazioni di categoria di assistenza, di volontariato, sportive, istituto comprensivo, parrocchie, insieme, per trasformare un problema in opportunità.

Chiedo, a chi di competenza, un tavolo di concertazione e confronto e l’immediata riduzione del numero di migranti/profughi trasferiti nel nostro comune, l’adeguamento delle unità in servizio presso la locale Stazione Carabinieri. In assenza di riscontro, signor Ministro, adirò, nei confronti della cooperativa “Leone Rosso” tutte le azioni legali a me consentite, per la tutela della sicurezza, dell’ordine e della quiete pubblica all’interno dei confini comunali. Grato per la sua l’attenzione, l’occasione è gradita per porgerLe cordiali saluti.

Il sindaco Maurizio Paladini

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Onoranze funebri Gibellini
Politica - Articoli Recenti
'Modena, Cra Gorrieri: dopo il trasferimento i problemi restano'
Modena Volta Pagina: 'A 15 giorni dal trasferimento degli anziani la situazione non è ..
08 Luglio 2024 - 12:55
'Ravenna, De Pascale assenze record: 63% in Consiglio e 60% in giunta'
'Parallelamente però il sindaco non ha rinunciato all'aumento della sua indennità mensile..
08 Luglio 2024 - 12:14
Francia all'ultimo voto: la Terra dei padri organizza diretta
Alle ore 21, da Modena, in collegamento con la Francia
07 Luglio 2024 - 19:45
Modena, Solomita lascia la guida Pd. Baruffi indica la via per le Regionali
‘Adesso partiamo da una posizione di vantaggio’
06 Luglio 2024 - 19:28
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58