Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
articoliSocieta'

Falsi minori stranieri non accompagnati: 14 nuove denunce per truffa

La Pressa
Logo LaPressa.it

False dichiarazioni sull'età e sull'abbandono per ottenere subito permessi di soggiorno ed accoglienza in comunità. Nel 2020, 26 truffe. Modena diventa un caso


Falsi minori stranieri non accompagnati: 14 nuove denunce per truffa

Il fenomeno delle false dichiarazioni di identità e di età da parte di soggetti stranieri clandestini giunti in Italia e nella nostra provincia per garantirsi l'ottenimento 'automatico' del permesso di soggiorno, protezione ed accoglienza (che per legge viene garantita d'ufficio ai minori stranieri non accompagnati), assume oggi un rilievo importante ed oggettivo nei numeri diffusi dal Comune. Che completano quelli già in parte forniti la scorsa estate a seguito di una interrogazione consigliare e dopo la pubblicazione, da parte de La Pressa, del foglietto con le indicazioni dei luoghi in cui rivolgersi per trovare accoglienza trovato nelle tasche di un sedicente minore straniero abbandonato a Modena.

Sono 14 i soggetti identificati come maggiorenni, che avevano dichiarato di essere minorenni, accedendo a benefici ed accoglienza nelle strutture modenesi, denunciati nei giorni scorsi. Soggetti sedicenti minori che minori non erano, ma che sulla base delle loro false dichiarazioni hanno usufruito dei benefici e dell'accoglienza prevista per i minori gestita dagli enti locali con risorse nazionali.

Un fenomeno che aveva portato lo scorso anno all'accertamento di altre 23 truffe ai danni dello Stato. Non solo basate su false dichiarazioni rispetto all'età ma anche sul reale stato di abbandono. Le ultime 14 truffe accertate sono emerse a seguito di una attività di indagine congiunta tra Polizia di Stato e Locale, svolta anche con la collaborazione delle comunità di accoglienza in cui i giovani erano inseriti, sfociata il 5 gennaio scorso nella serie di denunce per truffa ai danni dello Stato e false dichiarazioni sulla propria identità. Tutti tunisini i 14 soggetti che si erano falsamente dichiarati minorenni per ottenere lo status di minore straniero non accompagnato con tutto ciò che ne consegue in termini di benefit ed accoglienza.

La vera identità e l'età (tra loro c’era anche un 23enne) è stata appurata attraverso le ricerche effettuate dall'Ufficio Immigrazione della Questura ottenendo dal Consolato della Tunisia un riscontro sulle esatte generalità.

Quattro dei 14 ragazzi sono stati rintracciati all’interno delle comunità di accoglienza e accompagnati dalla Polizia Locale presso la Questura di Modena: dopo i controlli di legge sono stati denunciati e nella stessa giornata per tre di loro, con diversi precedenti per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di stupefacenti, il Prefetto ha disposto l’espulsione dal territorio nazionale, che per uno si è anche risolta nell’immediato accompagnamento alla frontiera.

Gli altri dieci giovani non sono stati trovati perché si erano già spontaneamente allontanati dalle strutture di accoglienza, ma una volta rintracciati anche per loro si procederà penalmente per gli stessi reati di truffa ai danni dello Stato e di dichiarazione di false generalità.

Dall'età falsa ai falsi abbandoni: la realtà emersa dal 2019

Le truffe sull'identità dei minori (veri o presunti), stranieri finalizzata all'ottenimento di protezione ed accoglienza non riguardano solamente la falsa dichiarazione sull'età ma anche la falsa dichiarazione sullo stato di abbandono. Ovvero, minori che sono davvero tali ma che pur essendo stati accompagnati da figure di riferimento anche parentali presenti in Italia, vengono poi abbandonati, e fatti passare come 'non accompagnati'. Una realtà drammatica venuta alla luce anche attraverso il progetto “Minori stranieri non accompagnati e legalità”, avviato in via sperimentare dal Comune di Modena nel 2019. Un progetto che si avvale anche del coinvolgimento della Procura dei minori di Bologna.

Nel 2019 le 12 attività delegate di indagine condotte dall’Ufficio di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale, in collaborazione con la Squadra Mobile della Questura, avevano fatto emergere che tutti i 12 minori coinvolti avevano simulato lo stato di abbandono, essendo presenti sul territorio familiari a cui in taluni casi hanno anche potuto essere riuniti.

Nel 2020 i risultati sono stati ancora più importanti: 26 sono state le attività d’indagine che hanno portato al deferimento all’Autorità giudiziaria di 23 minori per truffa ai danni dello Stato e per false dichiarazioni sull’identità personale.

In molti casi si è accertato che, in realtà, i minori erano stati accompagnati in Italia dai parenti, a volte dagli stessi genitori, per essere inseriti quali minori stranieri non accompagnati all'interno del sistema dell’accoglienza. In molti casi, parenti e figure di riferimento erano dunque residenti in Italia; gli accompagnatori sono stati a loro volta denunciati per concorso nella truffa ai danni dello Stato e per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e si è riusciti, in vari casi, ad affidare il minore al parente presente sul suolo nazionale.

Il progetto continua

L’obiettivo principale è affrontare il fenomeno di minori stranieri qualificati come Msna, e quindi in carico dai Servizi sociali comunali come previsto dalla legge, per i quali sono invece presenti sul territorio nazionale parenti o figure di riferimento. In altri casi il minore è in realtà maggiorenne e ha simulato la minore età per evitare i provvedimenti di espulsione e usufruire dei servizi di accoglienza.

Lo status di minore accompagnato è in ogni caso assunto impropriamente, così come il trattamento erogato, dall’accoglienza a tutta l’assistenza di cui invece ha diritto, secondo il diritto nazionale e internazionale, il minore in stato di abbandono.

Il progetto ha pertanto una duplice finalità di promozione e garanzia del principio di legalità nel più ampio sistema di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati e di tutela dei rapporti affettivi del ragazzo nella misura in cui si riesce a garantire il ricongiungimento familiare quando si tratta di minorenni per i quali si riescono a rintracciare parenti presenti sul territorio nazionale.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Truffa 'Voucher Coop da 250 euro': cosa fare se ricevete questo ..
Economia
11 Giugno 2017 - 18:18- Visite:18672
Bloccati a Pavullo i truffatori seriali di anziani
La Nera
24 Aprile 2017 - 14:06- Visite:6469
Castelfranco, truffa dello specchietto: denunciato italiano 26enne
La Provincia
07 Ottobre 2020 - 15:09- Visite:3972
Barista vendeva solo Gratta e vinci perdenti: denunciato
La Nera
12 Novembre 2019 - 12:16- Visite:3154
Con identità false aprivano conti correnti per arricchirsi: arrestati
La Nera
01 Febbraio 2019 - 18:53- Visite:2666
Truffe a Maranello e Vignola: 74enne derubata dei propri gioielli
La Nera
30 Luglio 2021 - 19:25- Visite:2618

Societa' - Articoli Recenti
Finanza, Ivano Maccani è il nuovo ..
Ha avuto luogo oggi, a Bologna la cerimonia di avvicendamento nella carica di comandante ..
06 Ottobre 2021 - 12:46- Visite:75
Cts: 'Riaprire discoteche. Con Green ..
Il Comitato tecnico scientifico dà parere favorevole alla riapertura, ma solo in zona ..
06 Ottobre 2021 - 10:43- Visite:339
La tecnologia digitale a servizio ..
Uno dei punti deboli del nostro sistema didattico, per quanto riguarda l’Italia, è ..
06 Ottobre 2021 - 10:36- Visite:71
Meteo Modena, è stato un settembre ..
Il mese di settembre 2021 si ricorderà come il settimo mese più caldo dal 1861 e con un ..
06 Ottobre 2021 - 10:27- Visite:118
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40- Visite:357088
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:275223
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:174379
Il sindacato dei carabinieri: ..
‘Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39- Visite:165545