Ozonoterapia 2
Caf Italia
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Incontro Ucraina La Pressa
articoliSocieta'

L'insicurezza dei fiumi modenesi sotto gli occhi del Prefetto

La Pressa
Logo LaPressa.it

I dirigenti Aipo hanno illustrato i nodi critici. Il bacino del Secchia, in sicurezza solo per piene piccole con TR20, sarà adeguato a TR50 non prima del 2026


L'insicurezza dei fiumi modenesi sotto gli occhi del Prefetto
Dopo 30 anni di sostanziale immobilismo (negli anni 2000 i lavori più importanti per l'innalzamento dei livelli di sicurezza dei bacini idrografici di Modena si sono svolti soprattutto sulla diga delle casse di espansione del fiume Panaro), è stato nel 2014, e solo a seguito dell'alluvione provocata dalla rottura dell'argine del fiume Secchia, nel comune di Modena, in località S. Matteo, che sono stati avviati lavori di manutenzione, pulizia ma soprattutto innalzamento degli argini per contenere le ondate di piena.  Soprattutto sul Secchia, con particolare riferimento al tratto che da ponte Alto arriva fino a Bastiglia. Interventi sufficienti solo per contenere meglio e con maggior margine piene piccole. Perché il sistema della cassa di espansione, mai adeguato nonostante i limiti progettuali del manufatto costruito negli anni '70, non consente se non il tagli delle piene con Tempo di Ritorno (TR) a 20 anni.

Un livello basso, molto basso, quello della sicurezza del fiume Secchia, se si considera che sul piano tecnico il riferimento per la sicurezza, considerato dalle relazioni tecniche, sarebbe almeno TR100. Obiettivo irraggiungibile per chissà quanti anni, nonostante la previsione di arrivarci ci sia. L'adeguamento a TR50 del manufatto di contenimento del bacino in linea, il cui progetto è previsto già nel prossimo anno e in parte finanziato, non vedrebbe la realizzazione prima del 2026. Periodo nel quale i modenesi dovranno scongiurare l'arrivo di piene particolarmente grandi, comprese quelle con Tempo di Ritorno 50.

E del progetto di adeguamento della cassa di espansione del Secchia a livello TR50 ne hanno parlato anche i vertici Aipo al Prefetto Camparota oggi impegnata in diversi sopralluoghi tra le aree di intervento dei progetti anti-alluvione, messi in campo dopo il disastro del 2014, grazie al lavoro di Aipo, Regione ed enti locali.



Spostandosi tra i cantieri di Secchia, Panaro e canale Naviglio, Camporota è stata accompagnata dai tecnici Aipo, il cui direttore generale, Meuccio Berselli, ha confermato sul piano operativo, riferendosi al Secchia, di voler contenere la piena con un tempo di ritorno di cinquant'anni rispetto ai 20 attuali. 'I tempi prevedibili ad oggi- spiega Berselli- vedono la conclusione della procedura già entro il prossimo anno e la realizzazione dell'infrastruttura entro la primavera del 2026. Oggi i costi esorbitanti delle materie prime, generati dai rincari sui mercati internazionali, in conseguenza ai noti sconvolgimenti geopolitici, obbligano massima cautela, ma è fuor di dubbio che la sicurezza idraulica della comunità Modenese per Aipo viene prima di ogni altra cosa, e la coesione manifestata con la Regione Emilia-Romagna e la Prefettura di Modena ci stimola a migliorare l'efficienza operativa grazie al lavoro del nostro staff locale'.

Nella foto, l'uscita dell'acqua a valle della diga della cassa di espansione del fiume Panaro


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Caf Italia

Societa' - Articoli Recenti
Mancati stipendi e piano esuberi: ..
Bonaccini: 'Esprimo solidarietà ai giornalisti dell’Agenzia di stampa Dire e a tutti ..
11 Gennaio 2023 - 18:08
Criminalità e grandi opere: patto ..
Sottoscritta stamane l'intesa che consentirà un capillare monitoraggio degli iter che ..
10 Gennaio 2023 - 19:09
Caro carburanti, i benzinai: 'I ..
'I clienti pagano di più perché il Governo ha reintrodotto le accise. E i controlli della ..
10 Gennaio 2023 - 17:17
Covid, tragico Bassetti: 'In Cina ..
'Potrebbe essere la fine della pandemia o una nuova benzina sul fuoco'
10 Gennaio 2023 - 17:14
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39