SAN FELICE BANCA
SAN FELICE 1893 BANCA POPLARE
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
SAN FELICE BANCA
articoliSocieta'

'Scuola, i protocolli non funzionano, dal governo serve svolta'

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'Assessore regionale Donini critico sulle regole in vigore per quarantene e Dad: 'Diffcili da applicare. Il ritorno a scuola così? solo sulla carta. Contagi aumentati e troppi a casa'


'Scuola, i protocolli non funzionano, dal governo serve svolta'

Dopo le vacanze di Natale il ritorno a scuola è di fatto 'solo sulla carta', perchè in queste due settimane 'i protocolli non hanno funzionato' e i contagi 'sono aumentati in maniera esponenziale'. Per questo, 'i decreti vanno rivisti il prima possibile. Non aspettare altre due settimane'.
E' la dura presa di posizione nei confronti del Governo di Raffaele Donini, assessore alla Sanità della Regione Emilia-Romagna e coordinatore della commissione Salute delle Regioni a livello nazionale. Donini ha fatto il punto sulle scuole dell'Emilia-Romagna questa mattina in quarta e quinta commissione in Regione.

Ad oggi si contano in tutto 2.415 focolai negli istituti a livello regionale, contro i 748 della settimana tra il 10 e il 17 gennaio. Allo stesso modo le classi in quarantena sono passate da 969 a 2.225: sono 670 nell'infanzia, 846 alle elementari, 226 alle medie e 292 alle superiori.
Tra la settimana 10-17 gennaio e la settimana 17-23 gennaio, le persone in quarantena nelle scuole sono passate da 79.660 (di cui 74.478 studenti) a 104.546 (di cui 98.758 studenti). I ragazzi in isolamento per Covid oggi rappresentano quasi il 16% del totale della popolazione in quarantena: erano 1.157 il 10 gennaio e 13.528 il 17 gennaio. 'La progressione è sotto gli occhi di tutti', rimarca Donini.

L'incidenza dei contagi nelle scuole dell'Emilia-Romagna è schizzata da 4.504 a 6.494 casi su 100.000 abitanti nelle ultime due settimane, rispetto a un'incidenza generale in regione di 2.659 contagi su 100.000 persone. 'Se davvero tutti crediamo che la scuola sia tale soprattutto se è in presenza, e se davvero crediamo che sia la priorità nazionale- va quindi all'attacco Donini - allora dobbiamo impegnarci tutti a rivedere i protocolli che in queste due settimane non hanno funzionato, a rivedere i decreti e metterci intorno a un tavolo celermente, per far sì che si aumenti la possibilità di una scuola in presenza effettiva, e non solo sulla carta. E per fare in modo che i protocolli siano esigibili davvero, e non solo sulla carta.

Altrimenti il ritorno a scuola è solo sulla carta e non effettivo. Prima di tutto- sostiene- bisogna almeno equiparare la quarantena tra gli studenti e il resto della popolazione. Non si capisce perchè le scuole debbano avere un regime più restrittivo. Se riteniamo che la scuola sia il luogo più sicuro, dobbiamo essere conseguenti: non ci devono essere maggiori restrizioni rispetto alla popolazione generale. Se i super vaccinati non osservano la quarantena, perchè devono osservarla a scuola? Se vale per un 20enne, deve valere anche per un 13enne'. Come Regioni, continua Donini 'chiediamo poi anche una svolta più radicale.

Le richieste di semplificazione e aggiornamenti protocolli a Ministero e Iss da parte della Regione

La Regione è disponibile a vaccinare nelle scuole, organizzandosi con le Direzioni scolastiche e i Dipartimenti di sanità pubblica.

Ma a due settimane dalla ripresa delle lezioni, in cui la curva dei contagi è stata esponenziale, occorre un check e una revisione dei protocolli a livello nazionale, tali da poter essere messi realmente in pratica per fare andare gli studenti a scuola non solo sulla carta ma realmente.

Da qui la richiesta di equiparare immediatamente la quarantena tra gli studenti e il resto della popolazione. Per quanto riguarda le scuole dell’infanzia, la proposta è quella di ridurre i 10 giorni di quarantena e di superare la regola matematica di “1 caso tutti a casa”: si chiede di prevedere la quarantena solo per i contatti stretti e di considerare i guariti come gli adulti, con il ritorno in aula dopo 5 giorni a casa.

Per la scuola primaria, visto che i bambini possono indossare le mascherine, si suggerisce di tenere il tampone al quinto giorno ma lasciando in classe con mascherina i vaccinati e i guariti.

Per le scuole secondarie, dove in Emilia-Romagna si è raggiunto l’81% dei vaccinati con 2 dosi, la richiesta è che tutti possano andare a scuola con mascherina se vaccinati con 2 dosi da meno di quattro mesi o con booster, perché “nella scuola non ci devono essere contraddizioni rispetto alla situazione generale”.

Infine, la richiesta alla struttura commissariale di estensione del prezzo calmierato dei tamponi a 8 euro in farmacia anche alla popolazione dai 5 ai 12 anni. L’assessore Donini ha inoltre garantito un intervento della Sanità regionale per rafforzare il rapporto con le farmacie del territorio, chiedendo la loro disponibilità, in caso di comunicazioni in ritardo da parte delle Asl, di garantire gratuitamente i tamponi di controllo anche solo a fronte della presentazione della comunicazione dell’Istituto scolastico.

La situazione epidemiologica

Nell’ultima settimana si è osservata una stabilizzazione della curva e una flessione dell’incidenza, con l’Rt oggi a 0,98. A ieri erano 2.773 le persone ricoverate nelle strutture ospedaliere della regione, di cui 2.625 nei reparti Covid - per un livello di saturazione del 29,16% - e 148 in terapia intensiva, con livello di saturazione del 16,6%.

La popolazione con malattia attiva è di 376.703, quindi l’indice dei ricoveri sulla popolazione attiva è dello 0,73%: il più basso di sempre, ma considerando un denominatore così esorbitante, i reparti hanno una pressione significativa, soprattutto quelli di rea medica.

Continua ad esserci una prevalenza vicina ai 2/3 dei casi di non vaccinati nelle terapie intensive; peraltro, si continua a stimare una quota di ricoveri di persone non ricoverate per complicanze da malattie da Covid, ma per altre ragioni, che poi si scoprono positive asintomatiche. Da qui, la proposta delle Regioni di rivalutare questo parametro improprio.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

SAN FELICE 1893 BANCA POPLARE

Societa' - Articoli Recenti
Vaiolo scimmie pure in Italia, ..
'La maggioranza dei casi ad oggi riportati sono avvenuti all’interno di comunità chiuse, ..
21 Maggio 2022 - 10:31
Modena: imprenditore edile vicino ai ..
L'uomo, 67enne, di origini campane, residente in città, è stato definito come 'fiscalmente..
21 Maggio 2022 - 04:16
Celiachia: in 1200 seguiti dal ..
Tra i 60 ed i 70 i nuovi casi ogni 12 mesi. Sono 400 i pazienti seguiti dalla Pediatria.
20 Maggio 2022 - 23:03
Accademia Militare: oggi il ..
Tra gli allievi del 202esimo corso Onore e del 203esimo corso Lealtà. Ciò significa 100 ..
20 Maggio 2022 - 19:06
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39