La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliChe Cultura

Il vaso di Pandora, il debutto dello scrittore Gianluca Gasparini

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Dietro la mia opera si cela la volontà di far affiorare qualcosa di doloroso, segreto e oscuro che caratterizza profondamente l'intimità di ognuno di noi'


Il vaso di Pandora, il debutto dello scrittore Gianluca Gasparini

Nella serata di ieri al circolo Gli Artigiani della vita di Modena è andata in scena la prima presentazione assoluta al pubblico de “Il vaso di Pandora”, il primo libro del giovane scrittore modenese Gianluca Gasparini che ha illustrato brevemente come ha avuto origine il suo primo romanzo. «Questo mio piccolo progetto è nato quasi per caso sul finire dell'estate dello scorso anno e rappresenta un rendez-vous con la mia vita, in particolare con l'ultimo anno che si estende dal Natale 2017 a quello appena trascorso».

«Dietro la mia opera si cela la volontà di far affiorare qualcosa di doloroso, segreto e oscuro che caratterizza profondamente l'intimità di ognuno di noi». L'autore esordiente ha scelto un titolo molto ambizioso, con una connotazione allegorica, la cui spiegazione fa luce definitivamente su quanto dichiarato in precedenza: «Più che allegorico lo definirei metaforico – chiosa lo scrittore modenese – il titolo 'Il vaso di Pandora' è stato scelto con l'intento di cercare un collegamento con il mito classico e, parallelamente, con l'uso attuale della stessa espressione, ormai divenuta di dominio comune. Quest'ultima corrisponde al fatto di 'scoperchiare' sentimenti, paure, domande che teoricamente sarebbero dovuti rimanere segreti; ricordi di giornate dolorosi, spiacevoli e talvolta oscuri, portatori di emozioni molto forti che caratterizzano l'inconscio di ciascuno di noi e che rimandano nel mito greco alla liberazione di tutti i mali che affliggono l’umanità per mano di Pandora, la quale aprì il vaso che le era stato donato da Zeus».



«Il libro ha come destinatari principali innanzitutto i giovani e poi la generazione dei loro genitori – spiega l’autore – Per quanto concerne gli obiettivi, centrale è quello di dare una nuova immagine dei ragazzi di oggi, per abbattere quegli stereotipi che classificano questi come persone esclusivamente votate all'edonismo, alle droghe, all'alcol e alla mollezza morale. Al contrario io intendo scardinare questi pregiudizi attraverso la vita di Leonardo, esempio di come proprio i giovani possano essere persone dotate di valori, pro-pense a realizzare riflessioni introspettive sulla propria vita e sugli aspetti che la compongono». La forma del diario non è casuale, ma funzionale a mettere in risalto l'intimità dell'esperienza del protagonista, un ragazzo in cui molti suoi coetanei possono identificarsi a dimostrazione di come l’autore abbia intenzionalmente voluto dare vita a «una storia paradigmatica utile a fornire una chiave di lettura, senza la pretesa di essere l'unica, nell'affrontare le problematiche quotidiane dei giovani di oggi».
Il secondo incontro con il pubblico per presentare il libro con l'autore avverrà il 4 luglio sempre a Modena presso il Consorzio Creativo.



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:129098
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:90617
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:43937
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:40707
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:40421
Grandinata devastante su Modena: danni alle auto e alberi abbattuti
La Nera
22 Giugno 2019 - 15:59- Visite:34760
Che Cultura - Articoli Recenti
'Lei era Sofia'. Rinascere per non ..
Ieri a Maranello, Marco Giovanelli ha presentato il libro che racconta il dramma della morte..
13 Ottobre 2019 - 19:25- Visite:1643
Se il 'Risorgimento' parte da Modena
La presentazione della rivista all’Accademia Nazionale delle Scienze, Lettere e Arti di ..
12 Ottobre 2019 - 08:58- Visite:384
La bambina sotto il pianoforte: la ..
Micaela Magiera: 'Mi sono riappacificata con i miei genitori. La loro separazione, per me ..
10 Ottobre 2019 - 12:46- Visite:402
Aperte le iscrizioni a tutti i ..
Creazione di un cortometraggio, direzione della fotografia nell’era del digitale, ..
09 Ottobre 2019 - 17:28- Visite:870


Che Cultura - Articoli più letti


18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:13476
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:12316
Diagnosi dell’ictus ischemico: ..
Baggiovara è il primo ospedale in Italia dove è stato installato questo software ..
13 Luglio 2018 - 11:24- Visite:12181
Vasco, forse era giusto così...
Da sempre mi assilla il senso del tempo. Vasco in questo ha dato voce a molte mie paure, ..
02 Luglio 2017 - 20:04- Visite:12140