La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
notiziarioLa Provincia

'Cave a San Cesario, così il Comune concede un anno in più a cavatori'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Sabina Piccinini: 'Il bacino irriguo di Altolà, la grande opera da 5 milioni di euro mai entrata in funzione ha problemi di tenuta'


'Cave a San Cesario, così il Comune concede un anno in più a cavatori'

'L'estate si avvicina, nei prossimi mesi ci sarà bisogno di acqua per l'agricoltura, il bacino irriguo di Altolà però, la grande opera da cinque milioni di euro che avrebbe dovuto servire ben 170 aziende agricole, anche quest'anno non entrerà in funzione. Un grande flop, un lago abbandonato con problemi di tenuta. Nel 2018 le sponde sono infatti crollate ed il Comune per la risistemazione ha dovuto ricorrere ai cavatori, concedendo loro in cambio, un anno in più per l'escavazione della vicina cava Campazza. Un accordo davvero strano, se si pensa che la risistemazione delle sponde è stata affidata ad una delle due ditte che ha realizzato il bacino'. Così Sabina Piccinini, consigliere della lista civica Nuovo San Cesario.

'Possibile che il Comune non abbia pensato a tutelarsi in caso di malfunzionamento dell'opera? E così dobbiamo concedere un anno in più di scavi ai i cavatori per aver riparato quel bacino che loro stessi hanno in parte costruito. Tanti auguri al nostro territorio, da sempre martoriato dalle escavazioni, che dovrà così sopportare camion di ghiaia e ruspe almeno fino al 2022, quando invece tutte le cave avrebbero dovuto chiudere entro il 2021 - continua la Piccinini -. Complimenti a chi, nel 2011, ha collaudato il bacino irriguo escludendo con certezza ogni problema di tenuta. Il collaudo è stato firmato da un tecnico del Comune, arch. Magnani, su consulenza del super-consulente, il geologo Giorgio Gasparini, da oltre dieci anni beneficiario di incarichi in tema di cave. Il Comune ha sempre dimostrato una grande fiducia nel suo geologo peccato però che oggi si ritrovi con una cava piena d'acqua costata oltre cinque milioni di euro che non funziona. Gli agricoltori preferiscono irrigare con l’acqua dei pozzi e come dar loro torto. Dove sta l’interesse pubblico se praticamente nessuno preleva l’acqua? Per ora gli unici che ci hanno guadagnato sono stati i cavatori, con oltre un milione di metri cubi di ghiaia scavati. Dal progetto del 1989 a quello del 2005, il volume d’invaso e, ovviamente, il quantitativo di ghiaia scavata è quasi triplicato. Oggi gli stessi cavatori che hanno realizzato il bacino vorrebbero prelevarne l'acqua per il mega frantoio che verrà nella cava a fianco. Scommettiamo che il Comune concederà loro anche l'acqua del bacino?'


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Coronavirus, la mappa dei contagi: 21 casi a Modena e 9 a Maranello
La Provincia
16 Marzo 2020 - 18:11- Visite:15978
'Cumuli di vetro, così Società autostrade se ne lava le mani'
Politica
20 Maggio 2017 - 06:58- Visite:12349
'Così il Pd di Castelfranco consente di cavare 1,5 milioni di metri ..
La Provincia
18 Settembre 2017 - 16:57- Visite:11328
Sherwin Williams, nulla di fatto nel vertice di ieri
Economia
27 Maggio 2017 - 15:44- Visite:11239
San Cesario: cassonetti ancora a fuoco nella notte
La Nera
28 Aprile 2017 - 08:18- Visite:10978
'A Cavezzo guardare la Rai è una impresa'
La Provincia
23 Agosto 2017 - 16:14- Visite:10778
La Provincia - Articoli Recenti
Covid, contagi a Bastiglia, Carpi, ..
Nuovi casi anche a Fiorano, Mirandola e Nonantola. Due contagi a Modena città
13 Settembre 2020 - 16:31- Visite:1110
Carpi, spacciavano Mefedrone: due ..
Un carpigiano di 46anni e un mantovano di 35 avevano allestito in un appartamento a Carpi ..
13 Settembre 2020 - 11:05- Visite:232
Emiliana Rottami, scintille in ..
Zanoli: 'Zuffi non ha dato seguito per ben sette mesi ad un parere urgente e vincolante di ..
12 Settembre 2020 - 18:55- Visite:582
Covid, 18 contagi a Modena. 'Due in ..
I nuovi casi sono avvenuti a Carpi, Maranello, Mirandola, Sassuolo, Spilamberto e Modena ..
12 Settembre 2020 - 16:44- Visite:2168


La Provincia - Articoli più letti


Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:156070
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:38367
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:34192
Orrore di Bibbiano, onlus coinvolta ..
Trincia: 'Arrestato Claudio Foti, responsabile del Centro Hansel e Gretel, lo stesso da cui ..
27 Giugno 2019 - 15:22- Visite:32798