Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliParola d'Autore

Carpi, grandi manovre intorno alla Fondazione Cassa risparmio

La Pressa
Logo LaPressa.it

Un attacco concentrico evidentemente studiato a tavolino visti i tempi, i modi e il linguaggio 'politico' utilizzato


Carpi, grandi manovre intorno alla Fondazione Cassa risparmio

Prima un inatteso attacco frontale del sindaco di Carpi Alberto Bellelli al presidente della Fondazione Corrado Faglioni (nella foto), seguito a ruota dal suo collega sindaco di Soliera Roberto Solomita, entrambi del Pd, poi un altro attacco da parte di Daniele Monari responsabile della Fondazione San Martino sorta per la realizzazione di un hospice nella Bassa modenese: un intervento dal tono e dal linguaggio simili a quello dei due sindaci.

Dunque un attacco concentrico evidentemente studiato a tavolino visti i tempi, i modi e il linguaggio 'politico' utilizzato per criticare il vertice della Fondazione, attacco non smentito dai dirigenti del Pd, né dai membri del consiglio di amministrazione e del consiglio di indirizzo espressioni della sinistra che hanno sempre condiviso gli interventi innovativi e i programmi strategici proposti dal loro presidente nel quadriennio che va a scadere.

Un vero e proprio assalto alla 'diligenza' per la scalata alla presidenza dell'ente che scadrà a maggio. E questo nonostante i continui ripetuti proclami degli stessi dirigenti del Pd sulla necessità di salvaguardare l'autonomia della Fondazione che deve potere agire liberamente a favore della collettività e delle categorie più fragili e dunque senza ingerenze e condizionamenti politici o, peggio, partitici.
Il sindaco di Carpi Bellelli ha addirittura auspicato una 'discontinuità' del vertice attuale della Fondazione, mentre il sindaco di Soliera Solomita ha dato un secco e inequivocabile giudizio negativo sul suo operato.

E la Fondazione cosa ha detto? L'ente di palazzo Brusati ha ribattuto rivendicando la la bontà dell'operato a favore del territorio, vantando l'idea della realizzazione di una sezione staccata a Carpi dell'Università di Modena, la realizzazione del Parco di Santa Croce e l'avere collocato la Fondazione “al di fuori dei particolarismi e delle inutili contrapposizioni di parte”, aggiungendo che “l'ente non è un bancomat per i Comuni ma un organismo volto al raggiungimento di obiettivo più ampi a beneficio della collettività e delle categorie svantaggiate”. “Capisco che questa nostra indipendenza – ha aggiunto Faglioni – possa dare fastidio, ma spero si guardi ai fatti e non alle parole perchè la Fondazione ha destinato 25 milioni di euro per opere sul territorio carpigiano, solierese e novese e concluderà il mandato con un utile superiore ai 22 milioni di euro di cui 12 destinati ad erogazioni e 10 all'aumento del patrimonio”.

Sono dunque cominciate le grandi manovre per la presidenza della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi al termine del mandato dell'ingegner Corrado Faglioni (un tecnico sganciato dai partiti e indicato quattro anni fa dalla Curia) manovre iniziate ora dal Pd cui interverrano altre alle forze politiche e gli enti che per Statuto esprimono loro rappresentanti nel consiglio di indirizzo, tra cui Comune, Curia, Camera di Commercio, Università, Volontariato, Ordini professionali, eccetera.

Se ne vedranno insomma delle belle nonostante che tutti a parole proclamino la necessità della indipendenza e della autonomia dell'ente dalla ingerenza dei partiti per evitare, come è già stato detto da qualcuno, nomine di uomini politici a 'fine carriera' piuttosto che tecnici preparati e competenti sui vari aspetti della vita sociale ed economica del territorio.

Cesare Pradella



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Cesare Pradella
Cesare Pradella

Giornalista pubblicista, è stato per dieci anni corrispondente da Modena del Giornale diretto da Indro Montanelli, per vent'anni corrispondente da Carpi del Resto del Carlino, per ..   Continua >>


 


Parola d'Autore - Articoli Recenti
Veglia di preghiera per Lgbt? I 10 ..
Giovanardi: ‘E c'è chi si scaglia violentemente contro il direttore di questo giornale ..
10 Giugno 2022 - 07:37
Cultura Lgbt, è davvero questo il ..
Elisa Rossini: 'Trovarsi davanti un sacerdote della chiesa cattolica che usa queste ..
07 Giugno 2022 - 15:05
'Perchè il DonBass russofilo non ha ..
'Per questo popolo non vale il giudizio che noi esprimiamo sul nostro Risorgimento? Fingiamo..
05 Giugno 2022 - 00:30
La guerra delle illusioni e la ..
L’Europa trovi il coraggio di dire all’America di Biden che le illusioni sono finite e ..
30 Maggio 2022 - 21:49
Parola d'Autore - Articoli più letti
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Obbligo vaccinale per insegnanti, ..
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40
Follia Green pass, i bambini prime ..
A questo punto davanti a questi adulti privi di cuore e di anima, non ci resta che sperare ..
08 Febbraio 2022 - 12:52
'Il vaccino non rende immuni: questo ..
Giovanardi: 'Stupisce e sconforta che gli Ordini Professionali si accaniscano contro ..
29 Dicembre 2021 - 21:23