Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliPolitica

Bonaccini stacca anche la sua coalizione: vittoria netta 51 a 43

La Pressa
Logo LaPressa.it

Stacco di otto punti dall'avversaria Borgonzoni, di cui cinque dovuti a voti personali. Centro destra (48,1) e centro-sinistra (45,4), distanti solo 3 punti. Boom Lega ma il PD torna primo partito. Sparisce Forza Italia (2,5%), crollo M5S


  • Bonaccini stacca anche la sua coalizione: vittoria netta 51 a 43
  • Bonaccini stacca anche la sua coalizione: vittoria netta 51 a 43
  • Bonaccini stacca anche la sua coalizione: vittoria netta 51 a 43

Una vittoria inequivocabile, netta, personale. Per Stefano Bonaccini. Perché degli otto punti di distacco che segnano il suo trionfo, con il 51,41%, sulla principale avversaria Lucia Borgonzoni (ferma al 43,65%), ben 5 sono dovuti al suo valore aggiunto, dato sia dal voto disgiunto sia dai voti dati direttamente al governatore uscente. Se si considerano infatti i voti delle coalizioni di centro-sinistra e centro-destra, la vittoria della prima sulla seconda è meno netta: 48,1% del csx rispetto al 45,4% del cdx


La vittoria piena, di fatto, è di Stefano Bonaccini. Soprattutto sua. Penalizzata dallo stesso voto disgiunto e diretto che ha premiato Bonaccini, la candidata Lucia Borgonzoni, che perde due punti percentuali rispetto ai voti ottenuti dalla coalizione di centro destra a suo sostegno. Tradotto, Bonaccini ha portato un valore aggiunto netto alla coalizione, perché è stato scelto anche da elettori che hanno votato altre liste diverse da quelle della coalizione, mentre la Borgonzoni ne ha fatti perdere alla sua coalizione.

Bonaccini dunque, come previsto, asfalta la corsa di Salvini, se consideriamo quella corsa orientata alla vittoria, nonostante l'ottima affermazione del carroccio che fagocita di fatto, con il suo 31,9%, l'opposizione, svuotando, insieme al buon risultato di Fratelli d'Italia (8,6%), anche il bacino di Forza Italia, ridotta ad uno 2,5% che non le permette di fare eleggere nemmeno un candidato, almeno in provincia di Modena
Il candidato del Movimento 5 stelle si ferma al 3,7%, ma anche per lei paga, in negativo, il voto disgiunto che lo porta a registrare meno voti dalla sua lista, al 4,7%

Le coalizioni ed il PD torna primo partito

Nel centro-sinistra, il PD torna ad essere il primo partito (dopo il superamento della Lega alle elezioni europee: il partito di Zingaretti in regione è al 34,68% contro una Lega al 31,9%

Affermazione forse sotto le aspettative, della lista Bonaccini Presidente, al 5,77%, così come per Emilia Romagna Coraggiosa, al 3,76%. Sempre nella coalizione di centro-sinistra Europa Verse è all'1,95%, + Europa all'1,53 e Volt Emilia-Romagna allo 0,43

Nel centro-destra la Lega, come detto, è al 31,97%, seguita da Fratelli d'Italia (8,60%), Forza Italia (2,56%), Lista Borgonzoni Presidente (1,73%), ed il Popolo della Famiglia-Cambiamo allo 0,29%

Liste (e candidati presidente) autonome 

Si è detto del candidato del M5S Simone Benini al 3,47%. Il suo risultato è seguito, a distanza, da quello di Domenico Battaglia rappresentante della Lista 3V, con lo 0,47%. Laura Bergamini di Rifondazione Comunista si ferma allo 0,44%, Marta Collot, candidata di Potere al Popolo non va oltre lo 0,30%, davanti a Stefano Lugli, che a livello regionale non riesce ad andare oltre allo 0,26%

 








I voti (regione) ai partiti ed alla coalizione di centro-sinistra a sostegno di Stefano Bonaccini






I voti (regione) ai parriti ed alla coalizione di centro-destra a sostegno di Lucia Borgonzoni








Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Politica - Articoli Recenti
Elezioni regionali in Sicilia, ..
Secondo è Cateno De Luca, di Sicilia Vera, segue l'eurodeputata del Pd Caterina Chinnici
26 Settembre 2022 - 19:09
Enrico Aimi manca la riconferma di un..
'Desidero complimentarmi con Enza Rando per la vittoria conseguita, augurandole un buon ..
26 Settembre 2022 - 17:35
Salvini: 'Pagati i due anni al ..
Il leader della Lega commenta il voto e quel 9% che scontenta i militanti
26 Settembre 2022 - 15:12
Senato Emilia Romagna: ecco gli ..
La Lega elegge un senatore in Regione e Lucia Borgonzoni dovrebbe avere la meglio sul ..
26 Settembre 2022 - 14:09
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58