Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Felicori, responsabile Ago: 'Ho bisogno di soldi per la mia campagna'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Anche il dirigente ingaggiato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena chiede soldi dal suo profilo FB per finanziare la corsa a sostegno di Bonaccini


Felicori, responsabile Ago: 'Ho bisogno di soldi per la mia campagna'

'La politica culturale deve essere politica economica, in Emilia Romagna si può'. Uno slogan elettorale d'effetto, tanto più se ad utilizzarlo è chi vive di cultura e, nel caso specifico, anche di incarichi in fondazioni dove i vertici sono di nomina politica. E, nel caso specifico, della Fondazione cassa di risparmio di Modena, dove la nomina dei vertici è politica, ovvero fiduciaria da parte del sindaco di Modena, espressione del Partito Democratico. Lo stesso partito di Stefano Bonaccini, candidato alla presidenza della regione Emilia Romagna.

Politica ed economia, compresa quella alla base di ogni campagna elettorale. Che nel caso specifico delle regionali, vede a Modena candidato nella lista di Bonaccini presidente, di Mauro Felicori, 67 enne, bolognese, già direttore della reggia di Caserta.


Per trenta anni dirigente al Comune di Bologna, la scorsa estate è scelto dalla fondazione Cassa di risparmio per occuparsi, come dirigente, del progetto Ago, ovvero della parte culturale di ciò che rimane del più ampio progetto complessivo di riqualificazione strutturale e funzionale dell'edificio dell'ex ospedale S.Agostino Estense in centro, a Modena. Fermo. Il progetto. Lui, invece, pare essere tutt'altro che fermo. E dopo avere lavorato con successo per aumentare i visitatori alla reggia di Caserta, ora sta lavorando per aumentare i voti a favore di Stefano Bonaccini.

Mauro Felicori in queste settimane oltre ad Ago sta pensando tanto al sostegno a Bonaccini e, come candidato capolista della lista del Presidente a Bologna, direttamente impegnato, pensa alla sua campagna elettorale che vorrebbe condurre attraverso donazioni volontarie. Da qui, in parallelo alla campagna di raccolta fondi del candidato presidente Bonaccini, anche Felicori si lancia alla caccia di soldi. Utilizzando proprio questo termine, soldi. Ed utilizzando il suo profilo Facebook ad alta visibilità con 23.000 follower per raccoglierli. Con un messaggio chiaro 'Ho bisogno di soldi per stampare un pieghevole e pagare qualche servizio, e ne ho bisogno subito'.

Certo, tutto legittimo, anzi con l'aggiunta c'è della trasparenza, non da dare per scontata. Perché la questione è, in casi come questi, sempre da considerare di opportunità, politica, oltre che economica, appunto. Ma il 'sistema Modena' ci ha abituato a situazioni di questo tipo. Anzi, a Modena va così. Del resto, come dire di no alla chiamata di Bonaccini. E' Felicori che a poche ore dopo l'ufficializzazione della sua candidatura disse:  'Bonaccini è il presidente che ha triplicato le spese per la cultura, ha detto che vorrebbe avvalersi del mio contributo e io ho accettato'. Non fa una piega


Forse anche per questo, a differenza del post di Bonaccini, quello di Felicori ha avuto fino ad ora meno riscontri. Le risposte sono soprattutto ironiche. C'è chi offre 5 euro e chi tre centesimi. E lui ringrazia, comunque. Un signore, per cultura...e politica, fatta anche sui social.

Gi.Ga.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
La mappa dei contagi nel modenese: 9 casi in città, 3 casi a Polinago
La Provincia
17 Aprile 2020 - 18:18- Visite:25223
Trombone, il compenso Eni e quel 'giroconto' da 40 milioni
Economia
06 Luglio 2017 - 11:09- Visite:17669
Viaggio nel Dna delle mummie di Roccapelago
Che Cultura
12 Agosto 2017 - 20:44- Visite:13263
Sant'Agostino, il 5 luglio prima seduta della Conferenza dei servizi
Politica
03 Giugno 2017 - 11:08- Visite:12053
La cultura a Modena, le nuove promesse di Muzzarelli
Politica
22 Giugno 2017 - 07:11- Visite:12009
'Conflitto di interessi? Io non mi occupo di appalti'
Quelli di Prima
01 Gennaio 2014 - 11:19- Visite:11998

Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12412
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16803
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:14182
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:13286
Quelli di Prima - Articoli più letti
AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:22103
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16803
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:14182
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:13392