Cra Gorrieri, in San Faustino i lavori possono riprendere
Villa  La Personala
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
VLP Events
articoliSocieta'

Cra Gorrieri, in San Faustino i lavori possono riprendere

La Pressa
Logo LaPressa.it

Dopo stop, rinvii e aumento di costi, la cooperativa Domus (attuatore) ha ottenuto una ipoteca a garanzia del mutuo bancario necessario per completare i lavori


Cra Gorrieri, in San Faustino i lavori possono riprendere
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

La cooperativa Domus assistenza potrà costituire un’ipoteca a garanzia del mutuo bancario necessario per completare la realizzazione della nuova Casa residenza per anziani Gorrieri nel quartiere San Faustino, sull’area “Lotto Windsor” concessa in diritto di superficie dal Comune di Modena. Nuova Cra che una volta ultimata dovrebbe sostituira la Cra Ramazzini in via Luosi.
L’autorizzazione è stata data dal Consiglio comunale di Modena che nella seduta di mercoledì 5 aprile approvando la delibera presentata in assemblea dal vicesindaco e assessore al Bilancio Gianpietro Cavazza. La proposta ha ottenuto il voto a favore di Pd, Sinistra per Modena, Europa verde-Verdi, Modena civica, Movimento 5 stelle; si sono astenuti Lega Modena, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Alternativa popolare, Gruppo indipendente per Modena.

L’approvazione della delibera è stata l’occasione per annunciare che i lavori per la costruzione della nuova residenza, terminati al 70 per cento e sospesi per problemi dell’azienda che li aveva in appalto, riprenderanno entro il mese di aprile e si concluderanno per l’inizio dell’estate.

L’ultima parte dell’intervento è stata affidata alla Cooperativa Fontanaluccia per la realizzazione della parte esterna e a Cat impianti, che già seguiva tutta l’impiantistica, per il completamento di tutti i lavori interni.

La Casa residenza per anziani non autosufficienti “Vittoria ed Ermanno Gorrieri” di via Padovani, che sostituisce la Cra Ramazzini (l’edificio viene ceduto alla Provincia di Modena per consentire l’ampliamento dell’istituto Fermi), avrà una dotazione di 90 posti, con un aumento di 20 posti disponibili nella nuova struttura rispetto alla precedente.
Il percorso per la costruzione della nuova Cra era iniziato nel 2018 con l’assegnazione in diritto di superficie a Domus assistenza cooperativa sociale del “Lotto Windsor” per la durata di 60 anni, cui è seguita la firma della convenzione per la realizzazione della residenza.

Il progetto originario della nuova Cra, approvato a febbraio 2020, prevedeva 75 posti in residenza, un Centro diurno da 20 posti e due alloggi protetti.

Lo scoppio della pandemia a fine febbraio ha ritardato la partenza dei lavori, assegnati ad agosto da Domus all’impresa Razzetti e Bosazza di Torino, in seguito divenuta Pigeco, originando anche una riflessione sull’opportunità di far convivere nella stessa struttura una residenza e un centro diurno. Negli ultimi mesi del 2020, quindi, l’amministrazione ha deciso di superare il Centro diurno, aumentando allo stesso tempo da 75 a 90, i posti nella Casa residenza.

I lavori sono proseguiti regolarmente fino ad aprile 2021 quando Pigeco ha presentato problemi che hanno portato, a luglio 2021, alla risoluzione del contratto. Nel corso dell’estate è cominciata la ricerca di una nuova impresa, compito non facile anche a causa dell’esplosione dei lavori per il 110%. In ottobre il contratto di appalto è stato aggiudicato da Domus all’Associazione temporanea di imprese composta da Tsc Srl di Fermo e Cat impianti di Jesi che hanno proseguito i lavori regolarmente fino alla fine dell’estate 2022, quanto Tcs ha chiesto un adeguamento dei prezzi. Dopo aver sottoscritto un addendum contrattuale, la stessa azienda ha evidenziato problemi che hanno portato alla risoluzione del contratto, mentre è proseguito il lavoro il lavoro di Cat impianti. Nel corso dell’estate, i lavori sono stati riaffidati, appunto, alla Cooperativa Fontanaluccia e, di nuovo, a Cat impianti con la conclusione dell’intervento prevista per l’inizio dell’estate.

Giovanni Silingardi (Movimento 5 stelle) ha aperto il dibattito annunciando il voto a favore perché “le politiche di welfare per gli anziani sono centrali e c’è urgenza di questa delibera”. Allo stesso tempo, ha aggiunto il consigliere, è necessario “che il Consiglio vigili costantemente sulla prosecuzione dei lavori, che devono terminare nei tempi prestabiliti, e sul rispetto del piano finanziario, per non perdere il bene”.
Per il Pd, Antonio Carpentieri ha sottolineato che la delibera, tecnica, è funzionale all’obiettivo politico che è “aumentare l’offerta di posti nelle residenze per anziani anche grazie all’iniziativa privata, definita da limiti stretti che garantiscono un’offerta di qualità. Una scelta indispensabile per dare risposte a una popolazione che sta invecchiando”.

Voto favorevole “perché siamo a metà di un percorso” anche per Paola Aime (Europa verde-Verdi) per la quale “insieme alle Cra dovrebbero svilupparsi progetti per sviluppare le abilità residue degli anziani. Le residenze non devono essere l’unico modello in una città che merita molto di più per i suoi anziani”.
Vincenzo Walter Stella (Sinistra per Modena) ha messo in evidenza anche che l’intervento consentirà di ampliare l’Istituto Fermi, “dando una risposa sia ai bisogni degli anziani sia alle necessità della scuola. Il Comune – ha concluso – vigili affinché i lavori si concludano presto e bene”.

Dichiarando il voto di astensione, Giovanni Bertoldi (Lega Modena) ha affermato che “la vicenda non è nata bene e ci sono ritardi gravi. Siamo consapevoli della necessità della nuova residenza ma restiamo in attesa di vedere come si svilupperà la vicenda”.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Spaccio di droga e furti: due arresti e una denuncia
Un nigeriano di 34 anni, un tunisino di 20, e un 56enne italiano bloccati dalla Polizia di ..
11 Luglio 2024 - 19:12
Con fondi europei sconti alle rette dei nidi d'Infanzia; ecco come
Lo scorso anno la misura aveva portato ad agevolazioni per 1000 famiglie. Lo stesso dovrebbe..
11 Luglio 2024 - 12:47
Olimpiadi dei centri estivi: una grande festa per 800 bambini
Il centro Sport Village teatro dell'evento annuale organizzato da Uisp e World Child
11 Luglio 2024 - 11:55
Unimore lancia il master sul turismo enogastronomico
Presentato questa mattina, è rivolto a neolaureti e persone già occupate
11 Luglio 2024 - 11:49
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24