La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliSocieta'

'Idee per la scuola', quelli che credono alla didattica a distanza

La Pressa
Logo LaPressa.it

La scuola che ogni giorno si trasforma, tutte le idee didattiche innovative sul web, da condividere


'Idee per la scuola', quelli che credono alla didattica a distanza
In principio fu il maestro Alberto Manzi con 'Non è mai troppo tardi' sulla prima rete RAI, dal 1960 al 1968, ufficialmente il papà della DaD; un milione di italiani imparò a leggere e scrivere grazie ai suoi disegni e al suo originalissimo modo di insegnare tramite lo schermo del televisore. Nel 2020, con le scuole chiuse, i maestri Manzi si sono moltiplicati e hanno iniziato la loro piccola ma importante rivoluzione, la DaD ha spiazzato e spaventato docenti, dirigenti, genitori, ma fortunatamente qualcuno ha deciso che poteva essere davvero un'opportunità, magari grazie a un'intuizione, ma la prima cosa è la passione per uno dei mestieri più belli del mondo, l'insegnante. Raccogliere tutte queste storie è stata l'idea iniziale di Cristina Simone consulente e docente di social media marketing di Milano. Cristina ha creato un team di 25 persone che si sono messi subito alla ricerca di insegnanti visionari con lo scopo di condividere le loro esperienze in un unico spazio digitale, un sito www.ideeperlascuola.it con tutte le sue declinazioni social, Facebook, Instagram, Twitter e LinkedIn. Per Cristina Simone: 'Idee per la scuola non è solo un hub, è anche un motore di ispirazione. Da Idee per la scuola, grazie a una reazione a catena, potrebbero nascere nuove idee. Un insegnante di Torino potrebbe leggere cosa fa il suo collega di Canicattì e applicare lo stesso metodo alla sua classe. Una scuola di Frosinone potrebbe prendere ispirazione da un altro Istituto di Bari e così via. L’insegnante può sia avere visibilità raccontando quello che fa, sia trovare nuove idee da altri colleghi. Così per le scuole. I genitori potrebbero finalmente capire che si può fare e gli studenti potrebbero ritrovare fiducia nella scuola. È più utile e stimolante leggere storie belle rispetto alle solite lamentele. Purché siano concrete, reali. E queste storie lo sono”.
A Modena e in Emilia, la ricerca è appena iniziata, nuove modalità di insegnamento sono però già partite a Reggio Emilia e tra gli esempi virtuosi c'è senz'altro la scuola diffusa di Officina Educativa, il servizio del comune di Reggio Emilia che si occupa di diritto all'educazione. Officina Educativa è formata da educatori che collaborano con le insegnanti, sia in orario scolastico, sia nei servizi educativi pomeridiani. Dopo il lockdown di marzo, tutta l'amministrazione Comunale di Reggio Emilia, insieme ai 12 istituti comprensivi, si è messa all'opera per ripensare la scuola alla luce delle nuove misure di sicurezza. Sono stati organizzati dei sopralluoghi e ci si è subito resi conto che molte classi non avrebbero più potuto utilizzare alcune scuole negli edifici storici, per motivi di spazio e capienza. Per questo motivo è stato necessario trovare nuovi spazi, Palazzo dei Musei, i Chiostri di San Pietro, il Palazzo da Mosto, la Banca d’Italia, la Biblioteca delle Arti; sono solo alcuni tra gli edifici cittadini riconvertiti a spazi scolastici che ospitano molte classi delle primarie e secondarie di primo grado. Un bell'esempio è la scuola sotto l'albero della primaria Marco Polo e della secondaria di primo grado Galilei. Entrambe le scuole, sono parte insieme alla Fondazione Reggio Children e all'architetto Francesco Bombardi, di un progetto di ripensamento degli ambienti scolastici in cui la vivibilità dell’ambiente sia interno che esterno diventa ricca di nuove risorse e opportunità. Nel progetto della scuola Marco Polo, si tratta di un grande albero alla cui base sono stati costruiti degli arredi circolari che lo abbracciano. Lo spazio esterno dunque diventa un luogo interdisciplinare, dove i bambini imparano a relazionarsi al contesto e a interpretarlo. L'architetto Bombardi ha inoltre pensato a soluzioni e idee per le attività all'aperto, per favorire il distanziamento, giocando.
'Idee per la scuola' ha già iniziato a fare l'appello, se qualche insegnante sarà assente la giustificazione dovrà essere molto, ma molto credibile.

Stefano Soranna

Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:130628
Modena, l'allarme Ausl: 'Circolazione virale alta: proteggetevi'
Societa'
15 Novembre 2020 - 18:12- Visite:48992
Primario di Baggiovara: 'Esiste un dramma dei pazienti No Covid'
Societa'
23 Novembre 2020 - 17:35- Visite:47314
Covid, allarme dal pronto soccorso di Modena. Ma non era prevedibile?
Lettere al Direttore
29 Ottobre 2020 - 06:04- Visite:39425
Covid a Modena, 13 sanitari contagiati al Policlinico e a Baggiovara
Societa'
13 Marzo 2020 - 22:16- Visite:39220
Ex primario Ps Modena: 'Covid, ecco terapia domiciliare che consiglio'
Societa'
06 Novembre 2020 - 20:51- Visite:38959
Societa' - Articoli Recenti
Covid a Modena, 216 contagi e 11 ..
I sintomatici sono 120, gli asintomatici 96. Sette le persone ricoverate in Reparto, una ..
21 Gennaio 2021 - 18:30- Visite:2219
Tragedia al Policlinico Modena, muore..
Il neonato era nato l'8 gennaio scorso da parto spontaneo dopo un travaglio regolare. I ..
21 Gennaio 2021 - 17:57- Visite:1656
Covid nelle cra di Modena, sindaco ..
Muzzarelli: 'L’unica in cui ci sono ancora casi positivi è la Vignolese, mentre procede a..
21 Gennaio 2021 - 17:18- Visite:396
Covid, in Emilia Romagna 1320 contagi..
I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 218 (-12 rispetto a ieri), 2.456 quelli ..
21 Gennaio 2021 - 16:09- Visite:2564

CafItalia

Societa' - Articoli più letti


Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia ..
Lo riporta l'Istituto superiore di sanità nell'ultimo report del 14 aprile sul contagio da ..
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:130628
La pandemia globale di Coronavirus? ..
E' tutto ancora on line. Il John Hopkins Center for Health Security con il World Economic ..
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:79865
Modena in zona rossa: cosa prevede la..
Spostamenti bloccati, permessi solo per emergenza. Chiuse palestre, piscine e centri ..
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:70238
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare..
In questo periodo solo il marito si recherà a fare al spesa, avendo al seguito ..
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:62312