Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
articoliSocieta'

Scuola, sveglia al Comune: convochi un Consiglio tematico

La Pressa
Logo LaPressa.it

Raccolta firme del gruppo Priorità alla scuola: 'Chiediamo una discussione aperta alla città'. E per richiamare l'attenzione sull'importanza della presenza l'idea di una lezione di piazza


Scuola, sveglia al Comune: convochi un Consiglio tematico

La denuncia dell'immobilismo del Comune e dell'assenza di una discussione partecipata e aperta sul sul tema dell'emergenza Covid si estende anche all'ambito specifico della scuola. Sulle problematiche legate all'emergenza dovute alla didattica a distanza, sull'importanza della presenza e sulla necessità di riflettere e di proporre soluzioni per il post emergenza. Ed è su questo piano che si sta muovendo il movimento Priorità Alla Scuola, composto da studenti e studentesse, docenti e genitori che in questi mesi si sono uniti in questi mesi per ribadire che la scuola “in presenza e in sicurezza” sia possibile anche in piena pandemia e debba essere una priorità nella risposta presente e futura all'emergenza sanitaria.

Per aprire alla città la discussione su questo tema il movimento ha lanciato una raccolta firme on-line per chiedere la convocazione di un Consiglio Comunale aperto alla cittadinanza, monotematico, sul tema scuola. L'idea, per richiamare l'attenzione sul tema che necessita di una discussione di merito ed urgente, è anche quella di proporre, attraverso i docenti, di una grande lezione, in presenza, di piazza.

'Riteniamo che la crisi possa essere superata solo attraverso una radicale riconversione, o meglio una inversione di rotta ecologica e sociale, che deve avere il suo centro in un aumento degli investimenti in servizi pubblici essenziali come la sanità e le scuole' - affermano i promotori.

'Nati nell'aprile scorso, da allora, in tutto il Paese, abbiamo continuato ad allargare socialmente e politicamente una rete: ad oggi le adesioni che sono arrivate permettono di tenere insieme soggetti diversi tra sindacati confederali, di base, associazioni e cittadini.

Riteniamo che scuola in presenza e tutela della salute possono e devono convivere perché non sono in reciproca contraddizione, anzi, la scuola è un presidio sanitario e di controllo dei contagi e dei tracciamenti. Diritto alla salute e diritto all'istruzione non sono e non devono essere contrapposti, perché la scuola – quella in presenza, che è l'unica vera scuola – è parte integrante della salute dei singoli e della comunità.

Non si tratta di tenere le scuole aperte “ad ogni costo”, ma di lavorare assieme per fare quello che praticamente tutti, dal CTS all’Oms, dal mondo della scuola alle istituzioni ed al mondo scientifico, auspicano e ritengono PRIORITARIO, ossia garantire il diritto ad un'istruzione sicura, di qualità ed in presenza come succede già oggi in numerosi paesi europei, dove la scelta politica chiara è stata preservare in sicurezza la presenza, nelle scuole di ogni ordine e grado, dei ragazzi e dove la didattica a distanza è riservata a periodi brevi nel tempo e ben definiti.

Premesso che siamo consapevoli che le direttive per l’apertura o chiusura delle scuole sono di competenza statale e regionale, siamo altrettanto convinti che le amministrazioni locali siano attori nella predisposizione di un sistema interconnesso di strategie atto a sostenere ed agevolare la didattica in presenza e l'apertura di tutti gli istituti, per tutto ciò che riguarda il tema trasporti, salute, ambienti idonei.

Cosa sta facendo l'amministrazione per permettere un ritorno a scuola, in sicurezza ed in presenza, agli alunni ed alunne delle scuole superiori? Cosa sta facendo il Comune per migliorare la mobilità, rafforzare il sistema sanitario e rendere scuole più sicure? Domande alle quali si affiancano proposte, come quella di Istituire una cabina di regia a livello provinciale e comunale che coordini istruzione/trasporti/sanità, una migliore organizzazione dei trasporti con un incremento degli investimenti anche per compensare il gap tra la provincia di Modena e le altre province della Regione, una ottimizzazione degli spazi

'Proponiamo di approfodire inoltre l’ipotesi “scuola diffusa”, per utilizzare per la didattica anche nuovi spazi al di fuori della scuola (piazze, musei, utilizzandoli come spazio sociale e culturale come luoghi di apprendimento), e di ottimizzare le risorse sanitarie, con la distribuzione massiccia di tamponi rapidi antigenici che danno risposta immediata e sicura oltre ad un'azione capillare di tracciamento, con una corsia preferenziale per i casi in ambito scolastico in modo da ridurre tempi di attesa e permettere la ripresa dell'attività didattica, investendo su un aumento di risorse nel tracciamento'



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
La dottoressa: 'Riaperture scuole Modena, manca il buonsenso'
Lettere al Direttore
29 Marzo 2021 - 16:24- Visite:12903
Primo giorno di scuola
Le Vignette di Paride
15 Settembre 2017 - 10:48- Visite:12252
Scuole ghetto: il sindaco scopre l'acqua calda
Parola d'Autore
27 Ottobre 2017 - 12:02- Visite:12098
Obbligo vaccinale e bimbi esclusi dalle lezioni, i dubbi motivati di ..
La Provincia
17 Ottobre 2017 - 18:51- Visite:12084
Castelfranco Emilia, 10 nuove aule per il polo scolastico 'Guinizelli'
La Provincia
12 Agosto 2017 - 10:19- Visite:11972
Una nuova scuola media per Spilamberto: promessa o minaccia?
La Provincia
06 Settembre 2017 - 16:16- Visite:11932

Societa' - Articoli Recenti
L'italiano Giorgio Parisi è Nobel ..
E' il sesto italiano a ottenere l’ambito riconoscimento nel campo della Fisica, dopo ..
05 Ottobre 2021 - 19:07- Visite:225
Covid: a Modena e provincia ricoveri ..
Il dato settimanale registra 44 pazienti ricoverati e positivi al Covid. In calo anche i ..
05 Ottobre 2021 - 17:46- Visite:578
Covid Modena, dodici le classi ..
Una nei servizi educativi 0-3, 7 nella scuola dell’infanzia, 3 nella scuola primaria, 1 ..
05 Ottobre 2021 - 16:52- Visite:1008
Covid, 20 contagi a Modena e un ..
I sintomatici sono 14, gli asintomatici sono 6. Una persona è stata ricoverata in Reparto
05 Ottobre 2021 - 16:48- Visite:1374
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40- Visite:357032
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:275148
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:174257
Il sindacato dei carabinieri: ..
‘Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39- Visite:163986