Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliSocieta'

Trasporto pubblico: dal 7 gennaio 65 bus in più per la scuola

La Pressa
Logo LaPressa.it

Messi a disposizione in convenzione con i privati, in aggiunta alla flotta Seta. L'Agenzia per la mobilità: 'Pronti per garantire capienza al 50%'


Trasporto pubblico: dal 7 gennaio 65 bus in più per la scuola

In considerazione dell’abbassamento della soglia di presenza in aula degli studenti delle scuole superiori al 50%, stabilito dall’Ordinanza del Ministero della Salute del 24/12/20 il trasporto pubblico locale modenese, riparte - d’accordo col mondo dell’istruzione – dal 7 gennaio 2021 con l’orario scolastico ordinario già in vigore dal 15 settembre 2020, che prevede un unico ingresso alle 8 e tre fasce orarie di uscita alle 12, alle 13 e alle 14. L’Ordinanza governativa concede infatti alcuni giorni a tutti gli attori coinvolti, per completare la rivoluzione delle complesse macchine organizzative che dovranno essere in grado di riportare in aula il 75% degli studenti, così come previsto dal DPCM del 3 dicembre 2020, con la capienza dei mezzi pubblici ridotta al 50% rispetto a quella prescritta dalla carta di circolazione.

Un piano di scaglionamento orario già stabilito, concordato e condiviso da tutti i soggetti interessati, in corso di attuazione operativa, che proprio per la portata innovativa che contiene potrà essere predisposto con maggiore precisione, in virtù del posticipo stabilito dal Governo.

'aMo e SETA ritengono sostenibile - si legge in una nota dell'Agenzia - il trasporto in sicurezza del 50% dei ragazzi iscritti, con la capienza ridotta dei mezzi, senza modifiche organizzative di orario, grazie alla ulteriore disponibilità di mezzi aggiuntivi reperiti da operatori privati, resa possibile dai finanziamenti regionali. I mezzi aggiuntivi che saranno messi in servizio dal 7 gennaio sono infatti 65 rispetto alla flotta SETA extraurbana gia’ su strada in orario di punta, per un totale di 290 autobus'

'Si chiede in ogni caso la massima collaborazione, da parte dell’utenza, nel rispettare le prescrizioni a bordo dei mezzi e presso le fermate del trasporto pubblico. Un comportamento responsabile e collaborativo con gli operatori SETA costituisce un requisito essenziale per garantire il regolare svolgimento e la sicurezza del servizio. Si ricorda che su ogni mezzo la capienza consentita sarà evidenziata da appositi avvisi esposti in corrispondenza delle porte di salite/discesa. Per salire a bordo dei mezzi di trasporto pubblico resta obbligatorio indossare la mascherina di protezione' - prosegue l'agenzia nella nota.
'Si raccomanda inoltre all’utenza la massima attenzione a distribuirsi su tutti i mezzi offerti ad uno stesso orario, sfruttando al meglio anche i bus granturismo aggiunti a supporto della flotta SETA, contraddistinti da specifici indicatori esterni.
Si ricorda infine che, nel limite della capienza prevista al 50%, è consentito il trasporto di passeggeri in piedi, anche sulle tratte extraurbane.

L’Ordinanza del Ministero della Salute del 24/12/2020 è valida fino al 15 gennaio 2021, data in cui il DPCM del 3/12/2020 attualmente in vigore cesserà la sua efficacia.

aMo e SETA restano pronte a dare attuazione – ognuna per le proprie competenze – al nuovo orario del servizio di trasporto pubblico orientato su due ingressi e due uscite delle scuole scaglionati di due ore (8-10 e 13-15), non appena le Autorità preposte riterranno opportuno - valutata la situazione dell’emergenza sanitaria in corso - portare la percentuale degli studenti presenti nelle scuole superiori al 75%, anche a partire dal prossimo 16 gennaio'

Per ogni ulteriore informazione ed aggiornamento è possibile consultare il sito internet www.setaweb.it. Gli utenti possono inoltre contattare Seta tramite telefono al numero 840 000 216, oppure via WhatsApp al numero 334 2194058: entrambi i servizi sono attivi dal lunedì al sabato dalle ore 07:00 alle ore 19:00.




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Societa' - Articoli Recenti
Giochi e nave pirata svaniti nel ..
Anche l'area verde comunale de Le Torri trascurata e simbolo di abbandono e degrado. La ..
30 Luglio 2022 - 17:10
Covid, 4130 contagi in Emilia Romagna..
Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 24,5%
30 Luglio 2022 - 14:46
Covid, ancora 19 decessi in Emilia ..
I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 49 (+1 ..
29 Luglio 2022 - 16:20
Falsi certificati vaccinali, chiesto ..
L'indagine dei carabinieri di Riccione risale agli anni immediatamente prima del Covid e ..
29 Luglio 2022 - 16:00
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39