La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
notiziarioLa Provincia

'Il Comune diventi protagonista del riuso area ex Sipe e l’acquisisca'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Signor sindaco ci dica che su quelle aree non si concederà nessuna licenza edificatoria fintanto che la bonifica non sarà terminata'


'Il Comune diventi protagonista del riuso area ex Sipe e l’acquisisca'

Gli atti del fallimento della Green Village, proprietaria dell'area SIPE sono stati pubblicati dal Tribunale di Modena (qui la notizia). 'Parliamo di un progetto, quello sulla ex Sipe, che a suo tempo ha visto una forte opposizione in paese, un conflitto politico pesante tra le amministrazioni comunali (Savignano, Spilamberto e Vignola) e quella provinciale ed infine due esponenti politici, Adani e Mezzetti che hanno ricevuto per posta un proiettile' - ricorda in una nota Omer Bonezzi della Lista eco-civica Cittadini per Spilamberto.

Il curatore ha diviso l'area in tre lotti:
A est della Vignolese c’è un intero lotto con tutta la parte ancora da bonificare comprendente i manufatti vincolati, valutata 7,75 milioni di euro.
A ovest della Vignolese l'area che va dal Castione alla pedemontana e stata suddivisa in due parti, una del valore di 508.000 euro l'altra di 215.000 euro.
L’area ex Sipe è in degrado e colma di vegetazione autoctona, che la rende un bosco naturale con inseriti  manufatti industriali vincolati. Non è, però, ancora definita la sua nuova destinazione (agricola, attrezzature pubbliche, verde pubblico, industriale o civile).

'Noi crediamo che le decisioni circa le destinazioni d’uso non dovrebbero essere prese con una variante ma nell’ambito del prossimo Piano Urbanistico in via di definizione. Ricordiamo infine che la bonifica ambientale non è ancora partita nelle basse (a est della Vignolese), mentre la bonifica bellica è stata conclusa nella parte alta (a ovest della Vignolese) e parzialmente eseguita nelle basse. Troviamo perciò errato aver scorporato in tre lotti ai fini dell’asta giudiziaria l’area ex Sipe - continua Bonezzi -. Sarebbe utile e necessario che il sindaco Costantini informi il Consiglio comunale e la cittadinanza se è stato interpellato dal curatore fallimentare e/o se ha intenzione di incontrarlo per cercare una soluzione che non tuteli solo i creditori ma anche il comune di Spilamberto. O almeno sarebbe almeno utile capire le motivazioni di questa scelta del curatore. Infatti noi crediamo che in parte toccherà comunque a tutti i futuri proprietari (sia delle basse che della parte alta) concorrere alla bonifica ambientale e alla conservazione degli immobili di pregio storico (questo era uno degli aspetti condivisibili della variante del 2003-2004 ripresa nel 2009). Siamo concordi con Italia Nostra Terre di Castelli quando propone di valutare il diritto di prelazione da parte del Comune sulle due aree ad ovest della Vignolese. Il Comune partecipi all'asta ed acquisisca almeno le due aree, considerano che sembra improbabile trovare acquirenti del lotto da 7,75 milioni di Euro. Se il bilancio non consente di trovare 700.000 Euro, si vendano parte delle azioni di Hera, oppure si chieda aiuto alla Fondazione di Vignola, oppure si apra un mutuo. Signor sindaco ci dica che su quelle aree non si concederà nessuna licenza edificatoria fintanto che la bonifica non sarà terminata, i manufatti vincolati recuperati e fintanto che non sarà concluso il nuovo piano urbanistico dentro al quale deve rientrare una proposta forte per l’utilizzo pubblico dell’area ex Sipe. Il progetto sulla   destinazione pubblica della ex SIPE dovrebbe essere fatto almeno con i Comuni che intendano fare il piano urbanistico insieme e servirebbe anche una discussione pubblica partecipata che coinvolga tutta la cittadinanza. Gli enti pubblici preposti dovrebbero acquisire l’area che noi riteniamo sia un bene comune della nostra collettività, da destinare, in via prioritaria, ad usi sociali gli edifici storici e le aree edificabili.  Lasciare poi crescere un bosco di pianura con piante autoctone che possa essere usufruito da tutti i cittadini. Lei, signor sindaco, è posto ad un bivio e deve scegliere se tutelare l’ambiente od altro. Del verde della Sipe la nostra comunità ha bisogno - chiude Bonezzi -. Se riuscirà a fare ciò, avrebbe anche fatto un azione compensativa del disastro ambientale di Rio Secco e così creerà le premesse per affermare che la sua opzione ambientalista è sincera'.

 


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Rifiuti Spilamberto, l'ipocrisia della raccolta differenziata'
La Provincia
23 Ottobre 2017 - 10:12- Visite:19157
Coronavirus, la mappa dei contagi: 21 casi a Modena e 9 a Maranello
La Provincia
16 Marzo 2020 - 18:11- Visite:16770
Coronavirus, mappa contagi: morti due 60enni di Carpi e Spilamberto
La Provincia
05 Maggio 2020 - 18:51- Visite:14103
Castelnuovo piange Gianluca, ucciso a 48 anni dal Coronavirus
La Provincia
19 Aprile 2020 - 08:33- Visite:12619
Barbara Bulgarelli nel CdA di Democenter-Sipe
Economia
11 Maggio 2017 - 17:12- Visite:12491
'Amazon a Spilamberto, storia di interessi a discapito dei cittadini'
La Provincia
20 Luglio 2020 - 21:50- Visite:11708
La Provincia - Articoli Recenti
Covid a Modena, 11 morti in un ..
Le persone ricoverate sono 39, una in terapia intensiva. Solo a Modena città 143 contagi
27 Novembre 2020 - 18:40- Visite:2753
Covid: 2165 casi in Emilia Romagna, ..
La situazione dei contagi nelle province vede Modena con (538) nuovi casi, quella di ..
27 Novembre 2020 - 17:38- Visite:3011
Bastiglia, il coraggio di aprire un ..
'Aprire un negozio in una realtà così piccola è anche un modo per cercare di invertire la..
27 Novembre 2020 - 16:40- Visite:881
Ostetricia Ginecologia Mirandola: ..
Già responsabile del reparto dal 2014, Ferrari ha alle spalle una solida esperienza, ..
27 Novembre 2020 - 14:02- Visite:544


La Provincia - Articoli più letti


Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:157416
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:40095
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:35656
Orrore di Bibbiano, onlus coinvolta ..
Trincia: 'Arrestato Claudio Foti, responsabile del Centro Hansel e Gretel, lo stesso da cui ..
27 Giugno 2019 - 15:22- Visite:33662