La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliParola d'Autore

Il 3 maggio, la vera festa della Liberazione

La Pressa
Logo LaPressa.it

La fine della guerra sarebbe stata di gran lunga una delle ricorrenze sulle quali nessuno avrebbe potuto eccepire


Il 3 maggio, la vera festa della Liberazione

Il 3 Maggio o giù di lì…
Ho sempre pensato e sostenuto che fosse questa la vera festa della Liberazione. Siamo un Paese, uno stato (si badi bene, non rendetevi ridicoli chiamandola Nazione, almeno non il 25 aprile), che ripudia la guerra.

Forse, subito dopo il sentimento di amore per la Nazionale di calcio (con la N maiuscola), uno dei pochi che accomuna l’italiano da nord a sud è questo, il fatto di ripudiare la guerra. Uno dei pochi articoli della Costituzione davvero sentiti, è questo. La fine della guerra sarebbe stata di gran lunga una delle ricorrenze sulle quali nessuno avrebbe potuto eccepire. L’unica vera speranza che avevano, in cuor loro, partigiani, americani, repubblichini, e forse gli stessi soldati tedeschi che occupavano le case dei nostri nonni fino a diventare una presenza familiare. Credo che nella festa della Liberazione fosse già presente, consapevolmente iniettato dai vincitori, il germe del nostrano apartheid. Ma gli italiani hanno voluto fare da italiani, hanno ideato una festa che divide, che schiera i buoni e i cattivi da una parte e dall’altra. Come sempre.

Con la solita, inveterata intelligenza politica. Da una parte, infatti, tutto quello che possiamo fare oggi è grazie ai partigiani. Eppure i miei nonni, pur comunisti, non erano partigiani e sono convinto che qualcosa devo anche a loro, che hanno passato due anni tra bombardamenti da una parte e rastrellamenti per rappresaglia dall’altra. E se ho visto mio padre lo devo addirittura a quei soldati tedeschi che lo hanno risparmiato, in fasce, nascosto nel buco di un castagno lasciato da mia nonna in fuga disperata (ok sono pronto al dileggio). Per contrapposizione, poi, non più intelligentemente, gli “esclusi” cercano una vittoria personale o una propria festa che li rappresenti, mettendo in scena grottesche rappresentazioni e proteste che farebbero impallidire per sprezzo del senso del ridicolo anche la visita alla sorgente del Po' di bossiana memoria. Per poi scatenarsi dal giorno dopo a dimostrare che l’Italia è una, unica e indivisibile! E adesso passeremo un intero anno a dirci partigiani o neofascisti (ma con la mano nascosta perché è meglio che si capisca e non si dica) in attesa, naturalmente, del prossimo 25 aprile, chissà che questa volta non riusciremo a sopraffare quei 'maledetti comunisti', o a cacciare definitivamente quei  'maledetti fascisti', in nome dell’Italia unica ed indivisibile, perché si a chiaro, siamo tutti italiani, ma loro un pò meno…

Mirko Ballotta


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Mirko  Ballotta
Mirko Ballotta

Tra le mie innumerevoli attività, che ovviamente un poco per incapacità un poco per tempo faccio tutte male, c’è quella di collezionare giornali d’epoca r..   Continua >>



Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:144790
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:103188
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:55533
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:51182
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:43863
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:43273
Parola d'Autore - Articoli Recenti
Mario Del Monte, un sindaco concreto ..
Fu voluto presidente di Legacoop dai vecchi presidenti fedeli alla linea e io lessi la sua ..
07 Settembre 2020 - 12:54- Visite:1016
Associazioni antimafia, è tempo di ..
Da sentinelle vive e vitali, i nuovi leader dell'antimafia sono divenuti giudici severi e ..
06 Settembre 2020 - 19:38- Visite:478
Buon anno scolastico all'insegna ..
Statalizzare le scuole d'infanzia di Modena? Una necessità e una scelta, non un ripiego
01 Settembre 2020 - 19:54- Visite:1124
Covid, residenze protette per anziani..
Il silenzio da parte delle istituzioni e mondo politico, dimostra per l’ennesima volta la ..
31 Agosto 2020 - 08:03- Visite:1329


Parola d'Autore - Articoli più letti


'Festa Unità: è il vuoto totale, a ..
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:43863
E dopo il Modena calcio toccherà al ..
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell’esempio per i giovani della pallavolo che ..
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:26028
Crisi Coop Alleanza 3.0, ex leader ..
Vezzelli: 'Ricordiamo che Alleanza 3.0 ha la proprietà della più grande rete televisiva ..
13 Gennaio 2019 - 18:31- Visite:22947
Nidi e infanzia, dibattito surreale: ..
Qualcuno pensa, senza dichiararlo pubblicamente, che la scuola statale faccia schifo? Se ..
11 Maggio 2020 - 10:09- Visite:19177