La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliParola d'Autore

Il 3 maggio, la vera festa della Liberazione

La Pressa
Logo LaPressa.it

La fine della guerra sarebbe stata di gran lunga una delle ricorrenze sulle quali nessuno avrebbe potuto eccepire


Il 3 maggio, la vera festa della Liberazione

Il 3 Maggio o giù di lì…
Ho sempre pensato e sostenuto che fosse questa la vera festa della Liberazione. Siamo un Paese, uno stato (si badi bene, non rendetevi ridicoli chiamandola Nazione, almeno non il 25 aprile), che ripudia la guerra.

Forse, subito dopo il sentimento di amore per la Nazionale di calcio (con la N maiuscola), uno dei pochi che accomuna l’italiano da nord a sud è questo, il fatto di ripudiare la guerra. Uno dei pochi articoli della Costituzione davvero sentiti, è questo. La fine della guerra sarebbe stata di gran lunga una delle ricorrenze sulle quali nessuno avrebbe potuto eccepire. L’unica vera speranza che avevano, in cuor loro, partigiani, americani, repubblichini, e forse gli stessi soldati tedeschi che occupavano le case dei nostri nonni fino a diventare una presenza familiare. Credo che nella festa della Liberazione fosse già presente, consapevolmente iniettato dai vincitori, il germe del nostrano apartheid.

Ma gli italiani hanno voluto fare da italiani, hanno ideato una festa che divide, che schiera i buoni e i cattivi da una parte e dall’altra. Come sempre.

Con la solita, inveterata intelligenza politica. Da una parte, infatti, tutto quello che possiamo fare oggi è grazie ai partigiani. Eppure i miei nonni, pur comunisti, non erano partigiani e sono convinto che qualcosa devo anche a loro, che hanno passato due anni tra bombardamenti da una parte e rastrellamenti per rappresaglia dall’altra. E se ho visto mio padre lo devo addirittura a quei soldati tedeschi che lo hanno risparmiato, in fasce, nascosto nel buco di un castagno lasciato da mia nonna in fuga disperata (ok sono pronto al dileggio). Per contrapposizione, poi, non più intelligentemente, gli “esclusi” cercano una vittoria personale o una propria festa che li rappresenti, mettendo in scena grottesche rappresentazioni e proteste che farebbero impallidire per sprezzo del senso del ridicolo anche la visita alla sorgente del Po' di bossiana memoria. Per poi scatenarsi dal giorno dopo a dimostrare che l’Italia è una, unica e indivisibile! E adesso passeremo un intero anno a dirci partigiani o neofascisti (ma con la mano nascosta perché è meglio che si capisca e non si dica) in attesa, naturalmente, del prossimo 25 aprile, chissà che questa volta non riusciremo a sopraffare quei 'maledetti comunisti', o a cacciare definitivamente quei  'maledetti fascisti', in nome dell’Italia unica ed indivisibile, perché si a chiaro, siamo tutti italiani, ma loro un pò meno…

Mirko Ballotta




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Mirko  Ballotta
Mirko Ballotta

Tra le mie innumerevoli attività, che ovviamente un poco per incapacità un poco per tempo faccio tutte male, c’è quella di collezionare giornali d’epoca r..   Continua >>




Parola d'Autore - Articoli Recenti
Italia ridotta a colonia, ma gli Usa ..
Ma gli strateghi del Pentagono e i consiglieri di Biden hanno pensato a come uscire da ..
19 Settembre 2022 - 12:06
Ucraina, non tutti sono d’accordo ..
Qualcuno coraggiosamente, a viso aperto e con parole cariche di pathos osa opporsi a questa ..
15 Settembre 2022 - 12:18
La sanguinosa vittoria Ucraina e ..
Finora Putin si è sempre rifiutato di ordinare un cambio di passo nel suo approccio ..
14 Settembre 2022 - 11:49
E Carpi continua a perdere colpi
Il centro storico carpigiano è grande ma in realtà sembra piccolo, spoglio, triste, senza ..
11 Settembre 2022 - 10:21
Parola d'Autore - Articoli più letti
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Obbligo vaccinale per insegnanti, ..
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40
Follia Green pass, i bambini prime ..
A questo punto davanti a questi adulti privi di cuore e di anima, non ci resta che sperare ..
08 Febbraio 2022 - 12:52
'Il vaccino non rende immuni: questo ..
Giovanardi: 'Stupisce e sconforta che gli Ordini Professionali si accaniscano contro ..
29 Dicembre 2021 - 21:23