Nessun debito
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

Aumenti record, famiglie a rischio: Codacons annuncia manifestazione

La Pressa
Logo LaPressa.it

A parlare è il vicepresidente regionale del Codacons Fabio Galli


Aumenti record, famiglie a rischio: Codacons annuncia manifestazione
'Tanti i cittadini che si rivolgono a questa sede Codacons chiedendoci come poter sopravvivere alla simultaneità dell’aumento del cosiddetto “costo della vita”. Al cospetto di stipendi e pensioni che ristagnano, salvo qualche regalia utile come sarrebbe utile un cerotto su una ferita profonda e copiosamente sanguinante, non c'è nulla che quotidianamente non risenta degli aumenti. Il covid, la guerra, le scelte politiche potranno anche essere utilizzate dal Governo per giustificare l’attuale situazione ma, ai cittadini che lavorano o ai pensionati, che cosa diciamo quando il solo arrivo delle bollette della luce e del gas, li terrorizza?' A parlare è il vicepresidente regionale del Codacons Fabio Galli.

'Non vediamo progetti, se non bonus sparsi a pioggia salvo poi leggere nei quotidiani o ascoltare nei tg, quanti gli approfittatori che vengono scoperti solo dopo mesi e mesi di utilizzo.

Si pensi alle enormi falle nel cosiddetto 110% che sta portando alla luce truffe colossali. Dopo il flop dei banchi a rotelle e delle mascherine taroccate ci voleva anche questo di sciupio. Quindi anche il sistema di concessione o controllo fa acqua da tutte le parti. Fa acqua da tutte le parti come la maggior parte degli acquedotti Italiani di cui si parla da decenni ma che nessuno è mai stato capace (o non ha voluto) di ammodernare. Tanto con le bollette i consumatori pagano anche l’acqua dispersa. Poi pongono il divieto al risciaquo dei capelli dal parrucchiere. A quando ci imporranno di non buttare l’acqua in cui abbiamo cotto gli spaghetti per cuocerci i maccheroni il giorno dopo? Nel frattempo la decisione dell’Italia di incrementare le spese militari fino a portarle al 2% del PIL (passando da 25 a 38 miliardi annui) non è un destino o un vincolo imposto da trattati internazionali.

È una scelta fatta a discapito del pane e non a vantaggio del pane. Le armi, e le guerre per giustificarne la produzione, la vendita e l’acquisto, hanno sempre portato lutti e miseria, non certamente il pane - aggiunge Galli -. Tornando agli aumenti che stanno inginocchiando la maggior parte dei consumatori, è tempo che si rivedano certe “libertà commerciali” concesse senza nessuna capacità di controllo. C’è la necessità di stabilire, da domani e non sine die (come spesso i politici fanno), un tetto massimo dei prezzi dell’acqua, della luce, del gas, dei carburanti, del cibo e di tutto ciò che è essenziale per vivere dignitosamente. Un tetto che non deve essere individuato dal Premier che probabilmente nella sua vita non ha mai fatto la fila in posta per pagare una bolletta della luce (beato lui), il tetto deve essere individuato da chi non ha rapporti clientelari con il potentissimo mondo dell’economia (e quindi non deve loro alcun favore) e che abbia vissuto, o ancor meglio viva, tra i comuni mortali e bene ne conosca le esigenze. Mai come in questo momento storico c’è stato tanto timore da parte di chi non solo continua a far fatica ad arrivare a fine mese ma ha cominciato a spendere più di quanto riesca a guadagnare, proprio per tutti gli aumenti che quotidianamente è costretto a subire. Il primo passo è quello di rimandare il pagamento di qualcosa che non produca reazioni immediate, ma nel tempo saranno guai, ma che inevitabilmente lo condurrà all’indebitamento, al sovraindebitamento e forse anche a cadere vittima dell’usura. Non facciamo finta di non sapere che nei momenti di crisi c’è sempre chi ne trae vantaggio legalmente o illegalmente'.

'Basti pensare, come esempio, che nel 2021 le truffe online sono aumentate del 27%, e quelle al telefono dilagano sebbene sia più complicato censirle. La maggior parte delle vittime alla ricerca anche di un modesto risparmio, acquistando anche beni di primissima necessità online, si ritrova ad avere anticipato dei soldi ma a non ricevere nulla. Al telefono promettono sconti sulle tariffe dell’energia elettrica e del gas e poi ( non sempre, ma spesso) ti attivano contratti costosissimi, con il risultato che il consumatore invece di risparmiare spenderà il doppio. La materia di ciò che non funziona o funziona male è vastissima cosi come vastissimo è il numero di persone che rischiano di restare schiacciate da un sistema economico che la politica è palesemente incapace  di arginare. Non rimane che la protesta, nel rispetto delle leggi, ma una protesta che ricordi a chi sembra essersene dimenticato che è il popolo ad essere sovrano e che chi lo rappresenta lo deve fare nell’interesse dell’intera popolazione e non di una piccola parte. Per tali e tante altre ragioni a breve comunicheremo i termini della manifestazione che si svolgerà a Modena a cui invitiamo a partecipare numerosi. Il cittadino-consumatore deve vivere del proprio lavoro e non delle regalie che i politici di volta in volta si inventano più per ragioni elettorali che sociali. Spariscano questi bonus-guinzaglio il cui accesso è facile per l’imbroglione e complicato per le persone certamente in difficoltà. Nel frattempo la sede Codacons è a disposizione di chi avesse delle particolari necessità e urgenze'.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Contro la violenza sulle donne

Economia - Articoli Recenti
Osservatorio prezzi Modena: ecco i ..
Bene Carpi e Modena, sempre peggio l’Area Nord. 'Conad è il netto vincitore quest’anno,..
26 Novembre 2022 - 12:23
Il Governo elimina l’obbligo del ..
Il Governo Meloni fa marcia indietro sui pagamenti col pos, sotto i 30 euro decade l'obbligo..
24 Novembre 2022 - 17:52
Rapporto Cerved PMI: per transizione ..
Il centro ricerca analizza ed elabora gli scenari anche rispetto all'impatto della guerra. ..
23 Novembre 2022 - 11:57
Modena, Confesercenti: 'Lavoro, ..
Confesercenti Modena ha incontrato alcuni dei Parlamentari modenesi eletti dal territorio in..
21 Novembre 2022 - 18:10
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52